Cannelle, da ragazza Morositas alla meditazione: vi racconto il mio cambiamento

cannelle h. viraninCannelle, da ragazza Morositas alla meditazione: vi racconto il mio cambiamento- di Samanta Airoldi. Ricordate la bellissima ragazza che negli anni ’90 prestava il suo fondoschiena ad una nota marca di caramelle gommose? Beh quel fondoschiena aveva, e ha, anche un bellissimo volto, luminoso e solare ed entrambi (volto e fondoschiena 😉 ) appartengono ad una splendida donna: Cannelle!

Ci siamo conosciute qualche mese fa ed è subito scattata una sintonia speciale, immediata e molto forte. Io la ricordavo come la ragazza di quella famosa pubblicità che guardavo da bambina o come la protagonista dei fotoromanzi che leggeva mia madre. Quindi ho fatto un po’ di fatica a collegare quell’immagine alla donna di oggi, una donna molto materna, rassicurante e con un’intensa vena spirituale che emana costantemente.

Curiosa di addentrarmi in questa “metamorfosi” ho deciso di intervistare Cannelle.

pubblicità morositas anni 90

pubblicità morositas anni 90

1) Cannelle, tutti ti ricordiamo come la meravigliosa “ragazza Morositas” eppure oggi davanti a me ho una donna lontana anni luce da quel mondo. Chi eri allora e chi sei oggi?

“Vieri, il padre di mia figlia Rebecca diceva: se chiedi “chi è Cannelle”? ti sentirai rispondere “Cannelle è Cannelle”!

Io non mi sono allontanata dal mondo dello show business, ci sono tutt’ ora ma in modo diverso…

Noi esseri viventi, in quanto dotati di capacità intellettiva,  non smettiamo mai di evolverci e quindi sono “cresciuta” anch’io e ho avuto una trasformazione interiore grazie a tanti anni di pratica, di meditazione e di ricerca.

Se prima sotto i riflettori curavo di più il mio aspetto esteriore, nella mia ricerca sulla meditazione, ho cominciato  a lavorare sulla mia interiorità, e non più su “Io sono!” ma su “Chi sono?”.

Oggi sono una donna che ha vissuto una vita ricca di episodi belli e anche molto brutti e grazie a questa passione che ho avuto per la meditazione, ho potuto modificare il mio “Dna”.”

2) Eri famosa, ricca, non ti mancava nulla apparentemente. Sempre sotto i riflettori e al centro dell’attenzione mediatica. Cosa ti ha spinto a rivoluzionare la tua vita?

“La “rivoluzione” è arrivata in modo naturale perché sono costante nella pratica della meditazione.

Intorno a me, ho visto e vedo troppa sofferenza, sentimento che conosco bene, ed è proprio per questo, che ho condiviso le mie esperienze di vita con gli altri.

Amo molto il mondo dello spettacolo anche perché, sono nata in una famiglia di artisti.
Purtroppo però esistono delle situazioni che spesso non  aiutano noi artisti ad avere la giusta meritocrazia.

Inoltre la cronaca recente ha finalmente portato alla luce il fatto che  molte  donne  artiste sono  considerate spesso come meri oggetti sessuali da parte di   produttori, registi, etc…non solo ci provano in modo più  meno pesante ma ti ricattano anche!

Cannelle e la Meditazione

Cannelle e la Meditazione

3) Oggi di cosa ti occupi?

Oggi mi dedico all’insegnamento della meditazione, anche tramite cicli di conferenze sponsorizzate, dove io mi racconto…

L’altra passione importante è la mia azienda agricola dove produco olio extravergine di olive taggiasche di ottima qualità.

Olio di Cannelle

Olio di Cannelle

Una linea cosmetica, sempre a base del mio olio, completa  la mia produzione per poter essere belli dentro e fuori.
www.loliodicannelle.com.

4) Quale ruolo ha avuto e ha la meditazione nelle tua vita e nel tuo processo di cambiamento?

La pratica della meditazione ha nella mia vita un ruolo fondamentale anche per il mio processo di cambiamento che però definirei evoluzione interiore.

Come ogni “donna di spettacolo” preferisce non svelarci tutto e lasciarci un po’ nel dubbio.. Ma, come lei stessa afferma, il modo migliore per conoscerla e comprendere appieno il suo cambiamento è seguirla nei suoi cicli di meditazione dove si racconta e mette a nudo se stessa.

Ci anticipa che a Febbraio partirà un ciclo di meditazione proprio nella nostra Milano, dove lei non vive più ma torna sempre volentieri… Perchè “Milan l’è gran Milan” 😉

 

Samanta Airoldi

leggi anche gli altri articoli di S. Airoldi

Samanta Airoldi

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com– telefono: +393662632523

Per recensioni, redazionali e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *