MAAD Museo d’Arte Adria e Delta: workshop e mostre dedicati alla fotografia

MAAD, settembre fotografia

MAAD Museo d’Arte Adria e Delta: workshop e mostre dedicati alla fotografia – Federicapaola Capecchi – Al Museo d’Arte Adria e Delta un settembre all’insegna della fotografia. Settembre 2017 tra workshop e mostre dedicati alla fotografia italiana e internazionale. Dal 16 settembre 4 seminari tra ritratto, paesaggio, reportage. Inizia Anna Di Prospero, giovane fotografa romana, che si è aggiudicata il People Photographer of the Year all’International Photography Awards. A seguire altri importanti nomi della fotografia come Guido Guidi, Mustafa Sabbagh fotografo italo palestinese, e Mattia Zoppellaro, noto per reportage e ritratti di attori e star della musica. Sempre a settembre una mostra fotografica di Silvia Camporesi, Mustafa Sabbagh e Anna Di Prospero. E, per fine anno, un excursus sulla storia della fotografia internazionale con la selezione di opere della collezione Marco Antonetto che annovera autori come Alfred Stieglitz, Man Ray, Nadar, Berenice Abbott.

Mostra fotografica Indagine sull'imperfetto

La mostra fotografica, Indagine sull’imperfetto, inaugura venerdì 8 settembre 2017 in concomitanza con la Notte dei Musei e delle Biblioteche. Gli autori sono Silvia Camporesi, Anna Di Prospero, Maurizio Camerani e Mustafa Sabbagh. Quattro autori che nel loro percorso si contraddistinguono per aver dato vita, attraverso il linguaggio fotografico, a nuovi immaginari e sensibilità. La mostra, tra fotografie e installazioni digitali, muove lo sguardo attraverso questo spostamento di confini e di generi.

Silvia Camporesi, nota per progetti come La Terza Venezia, Souvenir Universo, Mirabilia, Atlas Italiae – solo per citarne alcuni – usa la fotografia per indagare e far emergere la vera natura delle cose, dei luoghi, dei soggetti. Nelle sue fotografie, spesso, soggetto ed elemento naturale sono sempre in dialogo stretto e diretto, e prendono spunto dalla vita reale come dalla letteratura, dalle religioni come dai miti. Nota per raccontare storie che si muovono tra realtà e immaginazione.

Anna Di Prospero si muove tra sofisticati autoritratti, colori pastello e luci tenue sospese nel tempo e nello spazio, tra il legame tra la figura umana e lo spazio (spesso architettonico, urbano), indagando la sfera emotiva che, insieme all’introspezione, domina le sue fotografie.

ANNA DI PROSPERO

Anna Di Prospero

Anna Di Prospero, Self portrait with my Mother, 2011

Anna Di Prospero, Self portrait with my Mother, 2011

Maurizio Camerani – protagonista negli anni ’80 del fenomeno della videoarte e autore di sculture dal forte carattere minimalista – fa del video strumento narrativo, distante dalla sperimentazione formale, delle sue videosculture un gioco e un rapporto complice con lo spettatore.

Mustafa Sabbagh, fotografo italo palestinese, ritenuto uno dei fotografi più influenti e uno dei ritrattisti di nudo tra i più rilevanti, ha immagini altamente ricercate, eleganti e al tempo stesso disturbanti e inquiete. La pelle, le infinite dimensioni (e toni) del nero, e, a un tempo, l’armonia dell’imperfezione. Un interesse sotteso: l’autenticità dell’individuo.

Mustafa Sabbagh, tuxedo riot, Onore al nero, untitled, 2015

Mustafa Sabbagh, tuxedo riot, Onore al nero, untitled, 2015

Mustafa Sabbagh

Mustafa Sabbagh

I workshop hanno inizio il 16 settembre 2017, sono della durata di due giorni e sono rivolti sia a professionisti che amatori della fotografia.

Anna Di Prospero (16/17 settembre 2017) affronta la fotografia di ricerca e la definizione di autoritratto; Mustafa Sabbagh (23/24 settembre 2017) divide il workshop in due parti una teorica ed una pratica nella quale chiede lo sviluppo di un proprio progetto. Sempre il 23 e 24 settembre 2017 si tiene un altro workshop sulla fotografia di Paesaggio condotto da Guido Guidi e con Marcello Galvani. La prima giornata è dedicata ad una lezione frontale condotta da Gudo Guidi sulla fotografia contemporanea di paesaggio e sui principali progetti fotografici da lui realizzati sul tema, la seconda prevede un’uscita sul campo. Assistiti da Marcello Galvani gli allievi metteranno in pratica le suggestioni e le istanze acquisite nella giornata precedente.

GUIDO GUIDI, Marghera, via Galvani, 1993

GUIDO GUIDI, Marghera, via Galvani, 1993

Guido Guidi

Guido Guidi

Mattia Zoppellaro (30 settembre -1 ottobre 2017) tiene un workshop sul Ritratto Urbano: nelle vie del centro di Adria gli iscritti si misureranno sul ritratto fotografico urbano, con luci e ombre naturali.

Mattia Zoppellaro, Patti Smith, Rolling Stone, New-York,2010

Mattia Zoppellaro, Patti Smith, Rolling Stone, New-York,2010

Federicapaola Capecchi

Leggi anche gli altri articoli di Federicapaola Capecchi: http://milanoartexpo.com/?s=federicapaola+capecchi http://milanoartexpo.com/?s=fotografia 

MAAD, Museo d’Arte Adria e Delta

http://museomaad.weebly.com/

http://museomaad.weebly.com/maad-academy.html

+39 0426901188

MilanoArtexpo ringrazia Museo MAAD

Le immagini qui riprodotte sono state fornite dagli Organizzatori dell’evento, ad esclusivo utilizzo collegato alle esigenze di Comunicazione e Ufficio Stampa dell’iniziativa medesima.

milano-arte-expo

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +393662632523

Per recensioni, redazionali e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *