TuttoFood Milano World Food Exhibition – di Samanta Airoldi

TuttoFood Milano World Food Exhibition

TuttoFood Milano World Food Exhibition – di Samanta Airoldi – A due anni da Expo, esposizione dalla portata mondiale, Milano ha ospitato un’altra kermesse dal gusto interculturale e dallo sguardo internazionale: TuttoFood (Rho fiera, dal 8 al 11 Maggio 2017). Se Expo aveva messo al centro del dibattito il cibo come elemento portante per “sfamare” il mondo in senso non solo fisico ma anche culturale e metaforico, quale elemento unificatore per eccellenza tra le culture, TuttoFood porta sulla scena il cibo come elemento innovatore, non solo specchio ma, talvolta, precursore e spinta di cambiamenti sociali, culturali ed economici. Un intero padiglione, con mia immensa gioia e soddisfazione, è stato dedicato alle scelte Vegana e Fruttariana proprio per andare incontro alle necessità di una popolazione, in costante crescita, sempre più attenta alla salute e, al contempo, alla dimensione etica ed ecologica.

Non solo distributori di frutta e ortaggi con alta percentuale di biologico ma anche aziende che hanno avuto l’audacia di mettersi in gioco con prodotti relativamente nuovi per un mercato, fino a pochi anni fa, prevalentemente incentrato su prodotti tradizionali come carne- pesce- uova- formaggi- frumento. E allora mi sono piacevolmente imbattuta in aziende che producono verdure al vapore o grigliate e poi messe sottovuoto per essere già pronte al consumo mantenendo intatti sapore e freschezza. Vellutate o insalate di cereali- legumi- ortaggi già pronte e suddivise in pratiche monoporzioni. Se fino a qualche anno fa i burger di soia erano l’unica alternativa Veg a quelli tradizionali, oggi se ne possono trovare davvero di tutti i tipi o quasi grazie a sapienti combinazioni di differenti ortaggi o legumi con verdura e cereali. Ma anche buste che raggruppano un mix di semi e cereali nelle giuste quantità per rendere più facile l’approccio ad ingredienti ancora poco conosciuti come, ad esempio, la quinoa piuttosto che i semi di lino.

FRUIT&VEG-INNOVATION-verde&arancione

TuttoFood Fruit&Veg innovation

TuttoFood Fruit&Veg innovation

Da Fruttariana mi sono sentita in Paradiso quando ho addirittura incontrato un’azienda che produce buste monoporzione di frutta, in vari gusti e combinazioni, già pronta per preparare gustosi e genuini frullati. E ancora: pasta di legumi perfetta per celiaci e sportivi in quanto Gluten Free, low carb e ad alto contenuto di proteine. E da TuttoFood anche i palati più golosi trovano soddisfazione con Cacao Crudo, un cioccolato 100% Vegano, biologico e sugar free, nato dalla passione di un giovane antropologo culturale per il buon cibo sano e genuino. Perché il cibo? Perché un’ intera fiera con tanto di conferenze e dibattiti dedicata al cibo? Forse perché una verità sempre eterna è che “Noi siamo ciò che mangiamo”, come scrisse Feuerbach. E non solo nel senso più letterale in quanto il nostro sangue e il nostro organismo si compongono degli alimenti che noi introduciamo attraverso l’alimentazione ma anche in senso più sottile: noi siamo ciò che scegliamo, a partire dalle scelte alimentari di ogni giorno. Perché è proprio a partire da ciò che scegliamo di mangiare e, dunque, di acquistare che, indirettamente, esercitiamo una grande influenza sull’ Economia nazionale e mondiale, sull’ambiente, sul clima, sulla distribuzione delle risorse oltreché, ovviamente, sulla nostra salute. Per questo è così importante un padiglione interamente dedicato alle scelte vegana e Fruttariana, padiglione che, non a caso, si chiama “Fruit&veg innovation” proprio perché tali scelte sono innovative e, per certi aspetti, rivoluzionarie nei confronti del sistema socioeconomico vigente. Un padiglione che segue e anticipa un diverso approccio al modo di nutrirsi ma lo fa con leggerezza e cercando di proporre soluzioni veloci e comode anche a chi, per le più svariate ragioni, ha scelto di avvicinarsi o adottare un’ alimentazione green ma non ha molto tempo per stare ai fornelli o si trova spesso a mangiare fuori casa. Piatti sani a base di ortaggi- frutta- legumi- cereali ma già pronti da riscaldare o, addirittura, da gustare direttamente senza perdita di tempo; perfetti anche per le pause pranzo fuori casa. Insomma: un occhio ai cambiamenti in termine di consapevolezza etica ed ecologica ma un occhio pure alle nuove esigenze di una popolazione sempre più di corsa. Perché se è vero che oggi viviamo con tempistiche sempre più ristrette è vero anche che siamo sempre più attenti a ciò che mettiamo nel carrello e, quindi, nel piatto.

Postilla

Se il tema di Expo era “nutrire il Pianeta”, TuttoFood, specialmente Fruit & Veg Innovation, dà una prima risposta concreta alle esigenze di una popolazione mondiale in crescita. Le scelte Vegana e Fruttariana comportano, a prescindere dalle personali idee nutrizionali di ciascuno di noi, una più equa distribuzione delle risorse alimentari e idriche. Il consumo di carne- uova- latticini comporta l’esistenza di allevamenti intensivi insostenibili per il Pianeta in quanto: – producono oltre il 50% dei gas effetto serra con ingenti danni per il clima – sottraggono grandi quantità di acqua per le colture necessarie a produrre i mangimi per gli animali imprigionati – occupano enormi quantità di terreni per coltivare Soia e mais per produrre suddetti mangimi. Terreni che, invece, potrebbero essere destinati a colture da destinare all’alimentazione umana. (dati di Altroconsumo, 2012)

Samanta Airoldi

leggi anche gli altri articoli di S. Airoldi

Samanta Airoldi

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +393662632523

Per recensioni, redazionali e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *