Massimo De Gennaro con Obiettivo Camera in mostra a Spazio Kryptos – Photofestival 2017, recensione di Pio Tarantini

Photofestival

Obiettivo Camera Photofestival 2017 – Massimo De Gennaro, recensione di Pio Tarantini

Photofestival Milano 2017Massimo De Gennaro La danza degli ulivi: con Obiettivo Camera a Spazio Kryptos. Recensione di Pio Tarantini. La mostra – in via Panfilo Castaldi 26 – è aperta dal 28 aprile all’11 maggio. Continua a pieno ritmo l’attività espositiva dello Spazio Kryptos di Milano, sapientemente gestito dagli architetti Giuseppe Trifirò e Maria Carmela Ventura. Lo spazio, denominato KRYPTOS MATERIA, si presenta come un luogo interdisciplinare dove, per usare le parole dei promotori, “[…] Riproponendo in chiave moderna l’idea dell’antica bottega d’arte abbiamo creato un luogo dove si lavora, si progetta, si dialoga con gli artisti, dove le opere si contaminano vicendevolmente, dove architettura, pittura, scultura, fotografia e arti applicate trovano uno spazio comune e interagiscono tra loro.”

Filippo Rebuzzini

Massimo De Gennaro – La danza degli ulivi, mostra Photofestival a cura di cura di Filippo Rebuzzini

La galleria si trova nel quartiere centrale e multietnico di Porta Venezia e si sviluppa su una elegante sala affacciata sulla strada e su un livello inferiore, ricavato dalla vecchia cantina con volta a botte, visibile anche sotto il pavimento trasparente della sala principale.
In questo spazio ha trovato ospitalità l’Associazione culturale Obiettivo Camera di cui, tra gli altri, fanno parte Maurizio Rebuzzini, storico e atipico giornalista, studioso e docente, e suo figlio Filippo Rebuzzini, che cura molte delle mostre realizzate.
La mostra inaugurata lo scorso 27 aprile – e che fa parte del circuito del fortunato Photofestival di Milano, diretto da Roberto Mutti e giunto quest’anno alla dodicesima edizione ─ vede alla ribalta il fotografo Massimo De Gennaro (Brindisi, 1956), architetto e artista multimediale.
De Gennaro presenta in questa occasione alcuni lavori: il primo, che dà il titolo alla mostra, La danza degli ulivi, collocato nella sala principale, è una suggestiva ricerca sugli ulivi della sua terra natia, il Salento, ripresi con diverse angolazioni e in diverse condizioni di luce: interessanti, per chi scrive questa nota, soprattutto le riprese notturne, dove i tronchi contorti degli alberi secolari, assumono sembianze ancora più teatrali e misteriose.
Nella sala inferiore sono invece esposte alcune opere di un altro suo lavoro, intitolato ”Blue”, meno immediato del primo, di sapore più concettuale e che comprende fotografie realizzate sulle rive e nelle acque di un mare estivo, popolato da persone riprese in normali atteggiamenti di vita “da spiaggia” ma che per le loro posture sembrano collocate in questi normali scenari in modo quasi artificiale, teatrale.
Si sviluppa così un intreccio visivo tra il realismo descrittivo della gran parte delle immagini e le presenze inquietanti di queste persone riprese come fossero personaggi di una rappresentazione metafisica, allegorica, di pura finzione. Si gioca ancora una volta la partita della fotografia tra realtà e finzione, in un lavoro dove tutto è estremamente vero, non c’è nulla di costruito se non la manipolazione su alcune fotografie dove subentra lo sfocato, il mosso, l’alterazione dei valori cromatici a sottolineare probabilmente la discrasia tra realtà e immaginazione che attraversa l’autore e l’osservatore.
Di questo lavoro è disponibile un catalogo ben realizzato, con presentazione di Maurizio Rebuzzini, e pubblicato nel 2005 dalla casa editrice Logos.
A completare la mostra una serie di photo-transfer manipolate, dal sapore squisitamente grafico-pittorico: ulteriore segno della contaminazione stilistica che contraddistingue un autore come De Gennaro attivo su diversi piani espressivi.

Pio Tarantini

Photofestival Milano

Photofestival Milano – Massimo De Gennaro, La danza degli ulivi

Massimo De Gennaro

Massimo De Gennaro, Blue

Massimo De Gennaro

Massimo De Gennaro, Blue – in mostra con Photofestival a Milano

Massimo De Gennaro

Massimo De Gennaro, Blue

Mostre Photofestival Milano 2017

Massimo De Gennaro
La danza degli ulivi
A cura di Filippo Rebuzzini

Spazio Kryptos, via Panfilo Castaldi 26, Milano
Dal 28 aprile all’11 maggio
(lunedì – venerdì, 15.30 – 19.00)

02 91705085 | 338 2733248
www.kryptosmateria.it – spazio@kryptosmateria.it

Non perdere il TG Fotografia di Milano Arte Expo magazine:


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *