Fondazione Antonio Carlo Monzino: Pasqua tra note e artigianato

Fondazione Carlo Monzino, Pasqua tra musica e artigianato

Fondazione Antonio Carlo Monzino: Pasqua tra note e artigianato – Domenica 16 Aprile 2017, nelle Sale Panoramiche del Castello Sforzesco. Il “grande violino” vi propone per Pasqua una giornata speciale da condividere con la famiglia all’insegna della musica e dell’arte della liuteria. A partire dalle ore 10.00 lo spazio de Le Mani Sapienti apre i suoi battenti e per tutta la mattinata vi accompagna fra i segreti della bottega di un liutaio con la figura esperta di Marcelo Gonçalves, studente della civica scuola di liuteria di Milano di origini brasiliane.

Fondazione Carlo Monzino, Pasqua tra musica e artigianato

Fondazione Carlo Monzino, Simone Cutuli

Fondazione Carlo Monzino, Simone Cutuli

Alle 15.30 il pomeriggio si anima con Nicholas Rocca e Simone Cutoli, due dei sei giovani talenti che hanno partecipato al Master YEGS (Young European Guitar Stars) e che sono risultati vincitore della borsa di studio Stefano Zappa. Il M° Ramelli, fondatore del YEGS Project, spiega come questa borsa abbia “consentito a Nicholas e Simone di studiare con diversi insegnanti e virtuosi provenienti da tutto il mondo e avere alcune occasioni concertistiche. Nicholas sta terminando i suoi studi presso il conservatorio G.Donizetti di Bergamo nella classe di Luigi Attademo con un progetto legato alla musica per chitarra nel 900 e Simone Cutoli studia presso il Conservatorio G. Puccini Gallarate nella classe di Marco Bonfanti ed è recentemente risultato vincitore di importanti concorsi nazionali. I brani presentati sono sicuramente alcuni tra i più importanti del nostro repertorio ed esplorano sia le potenzialità espressive che quello tecniche virtuosistiche dello strumento”. Il Maestro si dice inoltre contento “di continuare la sinergia con la Fondazione Antonio Carlo Monzino con cui collaboriamo da diversi anni con lo scopo comune di diffondere e valorizzare la musica classica in particolare tra i giovani”.

Fondazione Carlo Monzino, Nicholas Rocca

Fondazione Carlo Monzino, Nicholas Rocca

Per sapere di più sul progetto YEGS e sulla sua collaborazione con la Fondazione Antonio Carlo Monzino: http://milanoartexpo.com/2016/09/29/young-european-guitar-stars-non-solo-chitarra-fondazione-antonio-carlo-monzino/

Con la giornata di domenica 16 aprile, il progetto Le Mani Sapienti (LMS) porta avanti la sua attività al Castello Sforzesco, presente sin dal primo giorno di Expo nelle Sale Panoramiche, e si conferma per il terzo anno consecutivo punto d’incontro e d’intrattenimento musicale per i milanesi e i turisti in visita a Milano per Pasqua.

Fondazione Carlo Monzino, Pasqua tra musica e artigianato

Oltre a LMS, Fondazione Antonio Carlo Monzino utilizza differenti canali per promuovere i valori sociali formativi e culturali della musica, che si consolidano in due progetti principali: Adotta uno Strumento, conosciuto dagli ospiti del “grande violino” grazie alle esibizioni dei giovani musicisti dell’iniziativa durante i Momenti Musicali (il più recente dei quali sabato scorso, 8 aprile, con Emanuele Mazzarella), e Salva la Musica, attivo dal 2002 e oggi soprattutto rappresentato dalla proposta Musica in Carcere nella Casa di Reclusione a Bollate, dove mediante l’allestimento di una sala musica vengono impartite lezioni di pianoforte per favorire l’azione di recupero e di reinserimento sociale.

Se anche voi come la Fondazione ritenete che la musica abbia il potere di migliorare le persone, SOSTENETICI! Donate il 5×1000 indirizzandolo al codice fiscale 97243170152.

Se istruisci un ragazzo fai un uomo saggio. Se istruisci un bambino costruisci una nazione”

Giuditta Rancati

Milano Arte Expo ringrazia la Fondazione Monzino per la rubrica del magazine –> leggi anche gli altri articoli – dedicata alla musica e ai concerti.

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com

Per recensioni, segnalazioni e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *