Trani e Barbera, un nuovo Bistrot a Milano – di Samanta Airoldi

Trani e Barbera, nuovo Bistrot a Milano

Stavo correndo a prendere la metro quando il mio sguardo è stato catturato da un locale piccolo piccolo che fino a pochi giorni fa non c’era… Incuriosita da questo scrigno di legno-vino-taralli, situato tra la storica Cozzeria e una stilosissima boutique di abiti vintage, non ho resistito: mi sono catapultata dentro a fare due chiacchiere con i giovani gestori. “Abbiamo aperto 4 giorni fa per proporre al pubblico ciò che ci piace!” così esordisce Marco, uno dei gestori, mentre con maestria affetta salumi dietro il bancone.

Qualche tavolino quadrato in legno, un bancone e scaffali colmi di bottiglie di vini, birre artigianali e taralli “made in Sud”: questo è Trani e Barbera, nato come “costola” dell’adiacente Cozzeria, ristorante storico del quartiere Porta Romana (via Ludovico Muratori 6). “Trani perché così si chiamavano le vecchie osterie milanesi e Barbera perché è un vino popolano, come quello che piace a noi” prosegue Giacomo, l’altro gestore. E, sempre Giacomo, mi racconta una leggenda davvero curiosa su Milano e la sua tradizione di osterie casalinghe: “I commercianti provenienti da Trani e diretti in Francia per vendere i loro prodotti, a causa dei dazi non poterono valicare il confine e, allora, dovendosi fermare a Milano, per non sprecare i prodotti, diedero vita a piccole osterie in cui poter servire vini, formaggi e salumi. Ecco perché le vecchie oterie milanesi presero il nome di Trani” (alla faccia di chi pensa che Milano sia una metropoli senza storia, tutta frizzi, lazzi e discoteche 😛 )

Trani e Barbera aperitivo rustico

Trani e Barbera aperitivo rustico

Parecchio distante, come concept, dagli happy hour chiassosi e un filino anonimi da cui Milano è stata invasa, da Trani e Barbera potrete gustarvi un buon calice accompagnato da formaggi del Sud, degustazione di taralli, salumi di alta qualità provenienti dalle cascine lombarde ma anche crostini con patè di carciofi o patè di pomodori secchi od olive piuttosto che con patè di fegatini o lardo e ancora olive, verdure sott’olio e sott’aceto. E ancora: burratine artigianali con friarielli, taglieri di formaggi con confetture di frutta, peperoncini ripieni di tonno o acciughe, giardiniera di verdure: se amate i sapori veraci qui non resterete delusi né dal cibo, né dai vini né dall’ambiente! Ampia scelta anche per vegani. Una particolare attenzione alla qualità e alla provenienza dei prodotti serviti: non troppi e tutti ultra selezionati per offrire una piacevole pausa di gusto all’aperitivo ma anche a merenda o dopo cena. Da oggi Porta Romana, quartiere molto legato alle proprie tradizioni, può vantare un gioiello in più: un bistrot dal sapore genuino, rustico, casalingo per valorizzare i sapori autoctoni attraverso nuovi modi di incontrarsi.

Trani e Barbera taralli del Sud

Trani e Barbera taralli del Sud

Samanta Airoldi

leggi anche gli altri articoli di S. Airoldi

Samanta Airoldi

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +393662632523

Per recensioni, redazionali e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *