Smeg elettrodomestici d’autore – waiting for Fuorisalone 2017 Milano Design Week, di Eugenia Neri

Smeg elettrodomestici

Smeg elettrodomestici – di Eugenia Neri

Smeg elettrodomestici d’autore – waiting for Fuorisalone 2017 Milano Design Week, di Eugenia NeriSe dovessi dare un nome ad una un’azienda sa cogliere i cambiamenti antropologico-culturali della clientela e sa adeguarsi ad essi e anche alle evoluzioni ambientali del pianeta il suo nome sarebbe sicuramente SMEG. 

Fondata nel 1948 da Vittorio Bertazzoni, la SMEG, si occupava inizialmente di smaltare e lavorare i metalli e mantiene nel suo acronimo il ricordo di questa attività iniziale difatti questa sigla significa Smalterie Metallurgiche Emiliane Guastalla, dato che ha sede a Guastalla in provincia di Reggio Emilia. 
Prima di addentrarci nel know-how dell’azienda, parliamo del suo concetto e ai suoi valori di sostenibilità ambientale che la fa diventare “importante” a livello italiano ed estero e di cui il vivido esempio e il nuovo headquarter progettato dall’architetto Guido Canali che gli ha permesso di ricevere la Menzione d’Onore del Premio “medaglia d’Oro all’Architettura Italiana” della Triennale di Milano nel 2006. 
A seguire il Premio Domotica. Nel 2007 SMEG riceve il premio per la costruzione della sede, dichiarata una delle più innovative d’Italia per la gestione intelligente dei consumi e per l’esempio di sviluppo sostenibile. 
Nel video sottostante l’architetto Guido Canali spiega personalmente il suo concetto di integrazione tra ambiente e architettura e come è riuscito a fonderli in un qualcosa di unico, simile a progetti di concezione nord europea.

Video su sostenibilità ambientale/headquarter Guastalla:

 
Spiegato ciò torniamo al core business dell’azienda di Guastalla conosciuta per lo più per i grandi elettrodomestici principalmente frigoriferi e piani di cottura, ma capace di stupirci con altre idee divertenti nel campo dei piccoli elettrodomestici, oltre che con argute operazioni di co-branding che segnano uno stile inconfondibile e continuamente rinnovato nel suo genere anche con la creazione di serie limitate che acquisiscono valore nel tempo perché icone di stile. 
I prodotti SMEG si dice abbiano anima, l’azienda di Guastalla sa dargli vita, sapore; un frigorifero FAB28 della linea Anni’50 vorremmo averlo tutti nella nostra cucina e così SMEG in collaborazione con Dolce&Gabbana ci propone una serie limitata di cento pezzi unici di frigoriferi FAB28 decorati a mano da artisti siciliani ed intrisi di made in Italy, quel made in Italy che piace tanto nel mondo e che diventano oggetti del desiderio, opere d’arte, regali per se stessi o per una persona cara, e che possiamo ammirare nel video sotto mentre “nascono” con la loro originale bellezza. 

Video sulla operazione di decorazione dei FAB28 Dolce&Gabbana:


 
Non è la prima operazione di co-branding di SMEG con altre importanti realtà e che coinvolge soprattutto i FAB28 come MINI, Veuve Clicot, Coca-cola e anche c’è stato un accordo con Italian Indipendent che ha fatto nascere un divertente FAB28 tutto ricoperto di jeans e lo Smeg500 un frigorifero ricavato all’interno di una FIAT 500.
Infine per stupirci ancora Smeg ci “regala” una serie di piccoli elettrodomestici, ad esempio i bollitori e i tostapane, passando dall’impastatrice alla macchina del caffè, ispirati alle bombature anni’50 e appartenenti alla linea Anni’50. 
Sono oggetti simbolo che trasformano l’ambiente in cui vengono collocati e sono disegnati in collaborazione con Matteo Bazzicalupo e Raffaella Mangiarotti di deepdesign
 
Questi nuovi “piccoli” evocano altri tempi e modellano i luoghi di ogni giorno creando o ricreando un’atmosfera che esiste ora o è già esistita come succede nella memoria di ognuno di noi.
Hanno forme bombate e compatte e sono protagonisti in cucina utili a chi desidera vivere un’esperienza da chef, ma non solo anche adatti anche chi ama circondarsi di oggetti di forte impatto estetico e di qualità egregia. 

Eugenia Neri

Eugenia Neri

Eugenia Neri – foto di Giacomo Brini

 

> leggi anche gli altri articoli di E. Neri per Milano Arte Expo magazine

…waiting for the Milan Design Week / Fuorisalone 2017

Le grandi aziende e le collezioni che hanno cambiato il design:

Smeg

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +393662632523

Per recensioni, redazionali e banner sul magazine online, contattate Melina Scalise, telefono +393664584532

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *