Matera Design Weekend 2016 – intervista ad Andrea Paoletti

Matera Design Weekend 2016

Matera Design Weekend 2016

Matera Design Weekend 2016: intervista ad Andrea Paoletti – di Leda Palermo. Giovane architetto di Biella, lascia il Piemonte per una nuova meta: la Basilicata, una terra dalle opportunità inesplorate. Ha lavorato per prestigiosi studi di architettura e design in Italia e all’estero. Paoletti È stato responsabile globale per Impact Hub della sezione Collaborative Design. Co-founder di Casa Netural, primo spazio di coworking rurale e coliving in Italia. Una community collaborativa in cui è possibile condividere progetti di vita e di sviluppo professionale. 4 piani che raccontano storie di persone, progetti ed esperienze di innovazione. Una tappa ideale per i liberi professionisti, imprenditori o turisti che sono alla ricerca di un ambiente confortevole per lavorare, prendere un caffè, utilizzare una rete wifi. Un nuovo modo per staccare la spina, ispirarsi, conoscere realtà nuove realtà e una città unica. Un incubatore di sogni nel cuore di Matera, città magica e dinamica.
Andrea Paoletti, ideatore e organizzatore di Matera Design Weekend, ci svela in anteprima quali saranno le novità della nuova edizione.

Andrea Paoletti

Andrea Paoletti.

Cos’è Matera Design Weekend?

Matera Design Weekend è un progetto di Casa Netural. Un grande festival sul design, una grande community di designer, progettisti, artigiani, commercianti,aziende, addetti ai lavori e non. Un entusiasmante weekend di festa, scambi, incontri e sperimentazioni sul tema del Design Immateriale con designer, artisti, artigiani, italiani e internazionali, realtà affermate ed emergenti del mondo del progetto. Un evento basato sulla novità e sul divertimento che ha l’obiettivo di mettere in contatto più persone possibili con il mondo del design. Una tavola rotonda sul futuro del design, un minotauro che ha invaso le nostre città e le nostre vite quotidiane.
Web 2.0, open source, video games e social network. Workshop, talk, mystery things museum, exhibit, broadcast, minimakers, experience, social lunch, social cocktail inonderanno di novità il territorio materano.

Casa Netural 2016

Casa Netural 2016


Come è nata l’idea?

Pensa alla parola design. Son sicuro che ti vengono in mente un oggetto e un luogo, Milano. L’attenzione nei confronti di mobili e oggetti in Italia è sempre stata molto forte, quindi è normale considerare questo come “il design”, però oggi le cose sono cambiate. Il design non è più solo forma e funzione, è un nuovo modo attraverso cui guardare il mondo, la vita, noi stessi. Il design è attitudine, è linguaggio. Non solo product design, ma anche digital design, open source, service design, game design, graphic design, e molto altro.

Illuminante è stata anche la conversazione con Stefano Mirti, esperto di social media, progettista, founder di IdLab e direttore artistico del Master Relational Design. Con lui abbiamo ragionato su come un evento di questo tipo possa suscitare curiosità in altri territori: nel Centro e Sud Italia non esiste un altro progetto sul design che ambisca a divenire un evento di riferimento sul tema. Vogliamo attribuire a Matera questo ruolo.

Perché hai scelto Matera?

La città dei Sassi è uno dei borghi più antichi al mondo ed è uno straordinario esempio di come l’uomo sia riuscito ad adattarsi perfettamente al contesto naturale attraverso il design. Da un lato l’unicità mondiale che l’opera architettonica dei Sassi rappresenta, dall’altra il volto moderno dei quartieri di edilizia popolare che ha portato qui i migliori designer e architetti guidati da Adriano Olivetti.

È una città unica sospesa tra passato e futuro.
 Le location prescelte (Casa Netural, Area 8, Palazzo Lanfranchi) si pongono come paesaggi ispirazionali per relazioni, scambi ed eventi.
E quindi quale miglior luogo di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 per cogliere questa opportunità?

Matera Design Weekend

Matera Design Weekend 2016

Perché il tema design immateriale?

Viviamo in un’epoca in cui le nuove tecnologie e i social network hanno invaso le nostre vite, e la ricerca sviluppata ha un’influenza diretta sul nostro futuro. In questo panorama di cambiamenti veloci, il design è diventato #design e il designer è diventato graphic designer, service designer, game designer, UI,ecc…

Ci siamo accorti che ci sono molte occasioni per parlare del design materiale o di alcuni frammenti del design immateriale (digital, games..), ma pochi dove in maniera trasversale si portano esempi vari di tutto ciò che nn è materiale. La trasversalità crea sempre qualcosa di bello e inaspettato, Matera Design Weekend è una piattaforma social dove incontrarsi, divertirsi, sorprendersi.

Perché partecipare a Matera Design Weekend 2016?

Per incontrare bella gente, provare in prima persona nuove esperienze, divertirsi in una città unica. Non dobbiamo proporci di cambiare il senso della vita alle persone, nè di fare cultura somma e complicata, bensì creare delle cose, anche piccole, che siano belle, interessanti tali da attirare le persone a partecipare e che sappiano lasciare quella sensazione positiva di averne fatto parte, e aver conosciuto una cosa nuova.

Super ospiti, super designer e super eventi animeranno questa seconda edizione. Ad aprire il Festival sarà Mini Makers Jam, un laboratorio in cui i bambini impareranno a dare forma alle proprie idee in modo collaborativo, dal progetto alla realizzazione concreta. Nel pomeriggio ci sarà l’apertura di Matera Design Exhibit con Mystery things Museum. Una collezione di oggetti misteriosi, oggetti che a vederli sembrano belli e interessanti ma di cui non riusciamo a capirne il funzionamento. Un museo generato dalla community. Un museo temporaneo.

Una caccia ai numeri fotografica, ambientata nei suggestivi Rioni Sassi di Matera animerà la mattinata. Ogni partecipante dovrà munirsi di fotocamera e muoversi a piedi lungo il percorso che sceglierà di seguire per l’esplorazione. A pranzo si dialogherà attorno alla tavola sorseggiando ottimo vino in compagni di Filippo Spiezia. Il pomeriggio si parlerà di “design del futuro” con John Thackara. Tutto a suon di musica, food & design!

Nell’ultimo giorno si spazia nelle varie forme del design, “experience co-design”, chatbot, domotica ed IoT a “portata di mano”. Da non perdere, il social coktail in compagnia di ADI.

A chi si rivolge?


A tutti: designer, progettisti, artigiani, commercianti, aziende, addetti ai lavori e non, adulti e piccini.


Riassumi il festival in due parole.


Festa. Esperienza

Chi sarà lo special guest di questa nuova edizione?


John Thackara, giornalista, scrittore e teorico del design e “guru” della sostenibilità. Per 30 anni ha viaggiato per il mondo in cerca di comunità che hanno attivato progetti di futuro sostenibile.
Direttore di “Doors of Perception”, una comunità di innovatori e designer che progettano nuovi approcci sostenibili per bisogni di base. Curatore di “Designs of the Time”, la biennale inglese dedicata all’innovazione sociale. Autore di dodici libri fra cui il best seller In the Bubble: Designing In A Complex World (MIT Press).

Scopriremo cosa ha a che fare il design con lo sviluppo sostenibile, immagineremo le città del futuro, come saranno organizzate, come possano le persone cambiare la propria vita grazie al design.

Che risposta ti aspetti dal pubblico a Matera Design Weekend 2016?


Sarà un weekend “caldissimo”, centinaia di persone inonderanno di novità e creatività il territorio materano. 4 location d’eccezione, workshop, talk, exhibition, laboratori per bambini, broadcast, social cocktails… il tutto ambientato in un clima informale e di festa! Ne vedremo delle belle!

Programmi per il futuro?

Matera Design Weekend 2017!

Leda Palermo

Matera Design Weekend 2016

Periodo: 9-11 dicembre

Come raggiungere Matera

In aereo
l’aeroporto più vicino è Bari Palese (1 ora).
Delle navette partono dalla stazione e raggiungono il centro città di Matera (Piazza Matteotti).

In treno
Matera non è collegata dalle Ferrovie dello Stato. Bisogna arrivare a Bari Centrale e poi prendere un treno delle Ferrovie Appulo-Lucana (FAL). Le FAL hanno delle corse regolari ogni ora e mezza (circa 12 al giorno).
Impiegano 90 minuti per arrivare a Matera.

In autobus
Gli autobus sono una buona opzione: Marozzi ha delle corse giornaliere da Roma, Siena, Pisa e Firenze. Bisogna prenotare in anticipo. Sita unisce Matera a Taranto, Metaponto e altre piccole città della provincia. Marino unisce Matera a Milano, Bologna, Napoli e varie città straniere. Flixbus collega Matera a varie città di tutta Italia.
Autobus locali Bari – Matera:
Generalmente questi partono da Bari, Via Turati Mater Dei e arrivano a Matera in Piazza Matteotti.

Sistemazione

Airbnb
A Matera ci sono molte sistemazioni Airbnb. Alcune offrono la possibilità di vivere nei famosi e unici quartieri Sassi (centro storico).

Couchsurfing
Le persone materane sono molto ospitali e c’è una variegata comunità di Couchsurfing.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *