ènostra, energia elettrica rinnovabile e sostenibile: i consumatori diventano soci

ènostra

ènostra – i consumatori diventano soci – articolo e intervista di Samanta Airoldi

ènostra, energia elettrica rinnovabile e sostenibile: i consumatori diventano soci – di Samanta Airoldi, Milano Arte Expo. Albert Einstein, che di certo non era uno sprovveduto, sosteneva che l’essere umano è fatto di energia. Tutto è energia, dentro e fuori di noi, e questo crea un legame inscindibile tra esseri umani e ambiente…Ma noi, troppo spesso, tendiamo a dimenticarcene!

Per fortuna c’è una Milano che se ne ricorda, una Milano fatta di giovani imprenditori “agenti del cambiamento”, che non temono di osare di essere differenti e portare sul mercato con orgoglio questa differenza!

ènostra

ènostra

In questa unione sinergica e virtuosa tra uomo e ambiente e in questa forza innovatrice e rinnovatrice credono profondamente Francesca Guerci e Costanza Boggiano Pico, due giovani collaboratrici di èNostra, la prima cooperativa italiana che vende SOLO energia elettrica al 100% Rinnovabile e Sostenibile.

ènostra è una cooperativa per la vendita di energia elettrica nata il 18 Luglio 2014 grazie anche all’iniziativa di Avanzi, una società di consulenza per la sostenibilità, all’interno del progetto europeo REScoop 20-20-20 (www.rescoop.eu). Il progetto aveva l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nell’accettazione e diffusione delle energie rinnovabili attraverso la promozione di cooperative che vendessero solo ed esclusivamente energia rinnovabile e sostenibile.

Così mi spiega una giovane e preparatissima Costanza. E poi prosegue specificando un concetto importante:

“La nostra energia non è solo al 100% rinnovabile ma anche sostenibile. Spesso i due concetti vengono confusi e sovrapposti mentre sono distinti l’uno dall’altro. Noi privilegiamo le fonti di energia e le tecnologie di trasformazione che impattano il meno possibile sull’ambiente. Alla sostenibilità ambientale degli impianti di produzione, affianchiamo anche la responsabilità sociale dell’impresa titolare, valutandone parametri quali legalità, trasparenza, governance, rapporti di rete e di comunità.

Per esempio: se un impianto fotovoltaico si trova su un terreno agricolo o ha incontrato una forte opposizione da parte dei comitati locali allora non fa per noi in quanto non sostenibile in termini ambientali né in termini etico- sociali.”

La Cooperativa éNostra ha criteri di selezione molto rigidi al fine di mantenere una solida etica ambientale e sociale e per questo, come mi chiarisce Francesca, “ad oggi, i soci produttori coprono solo il 30% del fabbisogno dei soci consumatori, il restante 70% viene acquistato sul mercato di energia verde da un grossista di nostra fiducia. L’obiettivo è di arrivare a coprire il 100% del fabbisogno dei soci consumatori con elettricità rinnovabile che sia compatibile con i nostri criteri di sostenibilità ambientale e sociale .”

Soci? In che senso soci? Incalzo io

“La seconda peculiarità che distingue èNostra dagli altri fornitori di energia è che i nostri consumatori sono anche nostri soci: chi sottoscrive il contratto per la fornitura di energia elettrica, contemporaneamente, acquista anche una parte di quote della Cooperativa e, quindi, diventa socio consumatore.

Poi ci sono, distinti, i soci produttori: ovvero società, preferibilmente cooperative, titolari di impianti che producono energia elettrica e li rivendono a noi di è nostra.

Infine ci sono i Prosumer (producer + consumer), come Costanza – mi svela Francesca – cioè coloro che, al tempo stesso sono sia soci produttori sia soci consumatori: hanno acquistato quote di impianti di produzione, rivendono l’energia a èNostra e, contemporaneamente, sono anche clienti di èNostra!

ènostra

ènostra energia rinnovabile e sostenibile

Una scelta coraggiosa e sicuramente innovativa quella di non limitarsi a vendere energia al 100% “green” e sostenibile ma anche coinvolgere i clienti. Una scelta virtuosa in quanto va nella direzione di una sempre maggiore consapevolezza del nostro rapporto con l’ambiente, una sempre maggiore presa di coscienza sull’impatto che le nostre azioni e scelte di vita hanno sull’ecosistema e sulla società nel suo complesso e, dunque, una sempre maggiore responsabilizzazione.

Infatti– continua Costanza- il nostro scopo è anche promuovere un modello partecipato dove il cliente, a differenza di quanto è sempre accaduto finora, non è un semplice utente passivo ma è consapevole dei suoi consumi energetici e può scegliere di essere protagonista attivo del cambiamento.

Dopo un pomeriggio in compagnia di Costanza Boggiano Pico e Francesca Guerci non posso che essere entusiasta e ottimista nei confronti di un futuro che promette di essere fatto di tante piccole e grandi scelte fatte con la consapevolezza che “noi siamo ciò che scegliamo” e che ciò che scegliamo può davvero fare la differenza per l’ambiente, il mondo, gli altri… anche quando si tratta semplicemente di accendere la luce 😉

Per info:

Http://www.enostra.it

info@enostra.it

Samanta Airoldi

ènostra

di Francesca Guerci e Costanza Boggiano Pico

leggi anche gli altri articoli di Samanta Airoldi nel magazine Fine Art & Lifestyle Milano Arte Expo

Samanta Airoldi

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +393662632523

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *