Pizze gourmet Milano: migliori pizzerie, abbinamenti fuori dal comune

pizze gourmet Milano

pizze e pizzerie gourmet a Milano – piccola guida di Samanta Airoldi

Pizze gourmet Milano, migliori pizzerie e abbinamenti fuori dal comune: come scegliere i ristoranti con la testa dal quadrilatero della moda, a Brera, alla periferia dei buongustai? Di Samanta Airoldi.

Chi ha detto che un cibo semplice e tradizionale non possa trasformarsi in una pietanza elegante e gourmet?
Nata per le strade di una repubblica marinara, Napoli, nata per essere uno street food dal sapore genuinamente partenopeo, vestita solo di prodotti della terra…una volta approdata a Milano, capitale della moda, anche lei si è ammantata di un’allure chic ed esclusiva.
Di chi sto parlando? Ma di lei: la mitica, unica, inimitabile pizza che tutto il mondo ci invidia!
Qui a Milano, terra di scoperte ed invenzioni, dove tradizione e innovazione camminano per mano dalle zone della moda e dei fashionisti sfrenati fino alle periferie passando per la sempreverde Brera, accanto alle pizzerie napoletane, sono sorte parecchie pizzerie dall’audace tocco gourmet che con coraggiosa classe hanno trasformato un piacere nato per essere “mordi e fuggi” in un patto da gustare morso dopo morso lasciandosi stupire e travolgere attraverso tutti e 5 i sensi.
Eccone alcune tra le mie favorite per eclettismo e innovazione:

Gourmet “essenziale”: Dry (via Solferino 33)

Dry è un must per gli amanti dell’essenza di ciò che è Bello.
Sorge nel cuore di Brera, il quartiere chic per eccellenza dove con il termine “chic” non si intende modaiolo e sopra le righe…ma piuttosto: raffinato ed essenziale!
E Dry vuole riflettere questo spirito già nel nome stesso: Dry come “secco”, “asciutto”, ridotto all’osso… come l’eleganza ricondotta alle qualità fondamentali…l’Eleganza pura e consapevole di chi non ha bisogno di fronzoli!
Qui le specialità sono due: ottimi cocktails e ottima pizza, un’accoppiata vincente contornata da un ambiente dove le parole d’ordine sono “bellezza”, “sobrietà” e “buon gusto” .
La pizza è un po’ più piccola rispetto a quella delle pizzerie classiche, abbastanza alta ma croccante.
Accanto alle pizze classiche che possono essere molto personalizzate con aggiunta di ingredienti di primissima scelta, a piacimento, la vera perla è rappresentata dalle creazioni dello chef.
Consiglio vivamente la ricetta che la vede condita con lardo stagionato, basilico, pepe di Sarawak, Grana Padano; oppure, per vegani e vegeteriani, quella con datterino arrosto, melanzane affumicate, zucchine al cartoccio, fior di latte.

Gourmet rétro chic: La Taverna Gourmet (via Maffei 12)

La Taverna Gourmet nasce dal desiderio del proprietario Davide Iannaco di trasformare la pizza napoletana in un piatto gourmet senza dimenticare la tradizione.
Location stilosa, anni ’50. Predominanza di un fashion e rétro color petrolio riscaldato da sprazzi d’oro e marrone che conferiscono all’ambiente un tono meno formale e più accogliente senza, tuttavia, mai perdere lo spirito rétro chic.
La tradizione si avverte “prepotente” nel superbo e perfetto impasto a lenta lievitazione, realizzato con il lievito madre: qui la pizza è stata rielaborata e trasformata in un piatto non convenzionale, abbinata ad ingredienti di alto pregio provenienti dalla cucina di alto livello.
Impasto alto ma croccante sul quale danzano leggiadri gli ingredienti più sorprendenti: Pluma iberica di Pata Negra, la delicata Salsiccia di Bra, il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP, gamberi rossi di Mazara, scorza di limoni di Amalfi, tartare di bufala, nero di seppia. Ingredienti sempre selezionati e di primissima scelta che variano di stagione in stagione per offrire al cliente sempre il meglio.
Il menù è impreziosito da collaborazioni con chef illustri che collaborano alla creazione di pizze esclusive.
E’ possibile scegliere se ordinare una sola pizza o avventurarsi in un percorso di autentica degustazione che prevede l’assaggio di otto fette di differenti gusti a discrezione dello chef.

Gourmet metropolitana: Garage Pizza & Co (Corso Sempione 42)

In una delle zone più modaiole della città è facile trovare locali di apparenza più che di sostanza… Bene: non è questo il caso!
Da Garage Pizza & Co ( dove “Co” sta per Cocktail) di sostanza ce n’è parecchia e tutta di eccellente livello.
In pizzeria l’impasto è realizzato con farine biologiche, macinate a pietra, 100 per 100 italiane; lievitazione lenta, ingredienti iper selezionati e abbinamenti inusuali… Il tutto dà vita ad una pizza non troppo grande ma troppo buona 🙂
Ai palati “fini” consiglio la Fiordilatte – uovo- tartufo; i più “avventurosi”, invece, non potranno esimersi da una fetta di Scampetti e Stracciatella. Superlativa e sorprendente la Vegana con Zucchine, cipolla rossa sbollentata, fiore di zucca e zeste di limone.
I più tradizionalisti non resteranno delusi da un’ottima Crudo di Parma e Burrata o da una verace Salsiccia e Friarielli.
Le pizze si possono accompagnare da fantastici cocktails, anch’essi frutto dell’estro creativo degli “artisti” del locale.
Il locale è molto “metropolitano”, simbolo di una Milano giovane e cosmopolita che strizza l’occhio a chi sa osare.

Gourmet per tutti i gusti: Be Bop (Viale Col di Lana 4)

A metà strada tra Porta Romana e i Navigli si trova il ristorante e pizzeria Be Bop che già dal nome suscita cusiosità 😉
E, infatti, questo localino è decisamente curioso, originale e molto grazioso: due stanze dipinte di verde fanno da sfondo a tavoli e tavolini di legno in cui verrete fatti accomodare da personale gentile e molto accogliente. Ambiente raccolto, non dispersivo e non troppo grande.
Se con il termine gourmet vogliamo indicare solo e rigorosamente pizze realizzate con abbinamenti insoliti, più piccole della media, presentate già tagliate a spicchi sul tagliere di legno…allora Be Bop non è propriamente “gourmet”! Ma a tavola a me il “rigore purista” non piace e, dunque, per eleganza, originalità e selezione degli accostamenti, mi riservo, in questa mia lista personalissima, di inserire anche Be Bop
La particolarità di Be Bop è quella di aver saputo adattare un cibo classico e “universale” come la pizza in base alle nuove esigenze e ai nuovi gusti: pizza senza glutine, senza lievito, senza latticini. Un autentico Paradiso per intolleranti, celiaci e vegani i quali non si sentono penalizzati ma hanno solo l’imbarazzo su cosa scegliere!
Il menù prevede un’ampia scelta tra pizze classiche, pizze leggere senza mozzarella, pizze senza pomodoro, pizze con farine “alternative” come il grano Kamut, pizze senza lievito o gluten free.
Consiglio la verde Verdurosa con crema di carciofi su cui si adagiano amabilmente funghi, zucchine e melanzane; tuttavia, come non lasciarsi sedurre da una profumatissima Tartufata: un matrimonio di amore tra crema di tartufo, mozzarella e crudo di Parma.
Per gli amanti dei sapori orientali sarà una vera tentazione la Curry e Zola: un viaggio India- Lombardia da cui non vorrete più tornare indietro 😉
Impasto estremamente leggero e digeribile per una pizza sottile e croccante.
Ottima scelta anche di primi piatti, secondi e dessert senza glutine e/o vegani.

Hosteria Della Musica (via Fiori Chiari, 24)

In questo ristorante, ad essere gourmet non è tanto la pizza (comunque eccellente!) ma il locale: un ristoro creativo e raffinato che pulsa nel cuore di Brera: a sua volta centro dei centri di Milano per l’arte e il design (vedi Brera Design District e Fuorisalone)!
Le pizze si suddividono in 2 gruppi: tradizionali e musicali. Queste ultime sono dedicate, ciascuna, ad un artista della Musica.
Se siete amanti dell’indimenticabile Whitney Houston non potrete non adorare la pizza che porta il suo nome: Pomodoro- mozzarella- carpaccio di scottona- rucola- grana.
Se siete dei nostalgici degli anni ’80 e il vostro cuore batte al ritmo della batteria dei Queen, per voi è stata pensata – da una delle migliori pizzerie – una grintosa Pomodoro, mozzarella, peperoni, cipolla, salsiccia e zola.
Mentre gli spiriti calienti, fan di Julio Iglesias si delizieranno con una pizza al Pomodoro, mozzarella, julienne di pollo, funghi e olive.
Qui si viene per deliziare mente, palato e orecchie: la cena, infatti, è molto spesso accompagnata da note musicali e da dinner show accuratamente selezionati: jazz, pop, soul, ambient si alternano, a seconda delle serate, per soddisfare il gusto variopinto e multi-sfaccettato di una sempre più colorata e curiosa platea milanese.
A calcare il palcoscenico dell’ Hosteria della Musica, artisti emergenti nazionali ed internazionali con spettacoli dal vivo.
La sala e gli artisti possono essere riservati anche per feste e eventi privati.

Samanta Airoldi

Pizze gourmet Milano: migliori pizzerie con abbinamenti fuori dal comune

leggi anche gli altri articoli di Samanta Airoldi, per la rubrica “Perle di Follia” del magazineFine Art & Lifestyle Milano Arte Expo

Samanta Airoldi

contatti Milano Arte Expo: mail: milano.arte.expo@gmail.com – telefono: +39366/2632523

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *