La Salumeria del Vino via Cadore 30- Enoteche Milano- di Samanta Airoldi

 

La Salumeria del Vino via Cadore 30 Milano

 

La Salumeria del Vino via Cadore 30 – Enoteche Milano – di Samanta Airoldi. Ci credereste che, questa volta, ho incontrato quel burlone di Bacco persino in salumeria?! Io ero entrata per 2 etti di prosciutto e mi sono trovata nel regno dei vini…in una “salumeria enologica”.
La Salumeria del Vino (Via Cadore 30 vedi MAPPA), è un Bistrot dall’aspetto rustico e raffinato al tempo stesso con una selezione di vini davvero invidiabile!

La Salumeria del Vino, via Cadore 30

La Salumeria del Vino, via Cadore 30

 

 

La salumeria del Vino- via cadore 30- degustazione e vendita vini pregiati

La salumeria del Vino- via cadore 30- degustazione e vendita vini pregiati

Due piccole sale più un dehor esterno, tavolini e sedie in legno, salumi appesi alle pareti e scaffali colmi di etichette accuratamente selezionate provenienti da tutta Italia.

Alla guida di questo piccolo scrigno Angelo Costantini, titolare dal 2007 e amante della musica oltre che del nettare dionisiaco:

“Quando ho aperto volevo ricreare, a livello enologico, lo stesso concept proposto dalla Salumeria della Musica: una salumeria deve dare al cliente l’idea di avere ampia scelta di prodotti freschi, genuini e di alta qualità.
Come là propongono ottima musica, qui propongo eccellenti vini in un ambiente senza tempo!”
Ecco scoperto l’arcano del curioso nome del bistrot!
Con un corso di sommelier di primo livello e un’innata attenzione ai dettagli e alla cura verso il cliente, Angelo Costantini si è rivelato un vero “pozzo di sapienza dionisiaca” e mi ha condotta in un percorso multisensoriale alla scoperta delle etichette più pregiate presenti nella sua “salumeria”.

poggio-brigante- arsura-morellino di scansano- DOCG 2013

poggio-brigante- arsura-morellino di scansano- DOCG 2013

1) Ci da il “là” un bel Morellino di Scansano, Arsura, DOCG del 2013 della cantina Poggio Brigante: cattura con il suo color rosso rubino e conquista con il suo sapore asciutto, di ottima struttura, pieno, equilibrato e persistente.
2) Proseguiamo con un altro DOCG del 2011, Luteraia, un nobile di Montepulciano dell’omonima azienda Luteraia di Sergio Paolini: vino fine e diretto di sorprendente intensità e persistenza con sentori di frutti di bosco e di viola mammola che si uniscono a sentori di susine; chiude un ampio bouquet di muschio e di macchia , di spezie tra cui prevalgono chiodo di garofano, pepe nero e china , delicata vaniglia.
Al gusto si percepisce genuino e naturale, elegante, persistente ed intenso.

Luteraia- nobile di montepulciano- DOCG 2011

Luteraia- nobile di montepulciano- DOCG 2011

3) Scendiamo in una caliente e baccheggiante Lucania che ci regala un pregiato Aglianico delle Vulture, Nocte, DOC del 2008 proveniente dalla cantina Terra di Re.

Nocte-Aglianico-del-Vulture-D-O-C- terra di re

Nocte-Aglianico-del-Vulture-D-O-C- terra di re

Vino imperioso e prezioso, ottenuto da vendemmia notturna. Nocte è un abbraccio esuberante di morbidezza e intensità in cui tannini di raffinata eleganza, si fondono con spezie intriganti.
4) Risaliamo lo stivale per giungere in una briosa Emilia Romagna che ci rallegra con Donna Luigia, Malvasia DOC del 2013 della cantina Torre Fornello.

malvasia_donna_luigia_ torre fornello_DOC 2013

malvasia_donna_luigia_ torre fornello_DOC 2013

Il “Donna Luigia” è dedicato a Scotti Douglas, vissuta tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800 e proprietaria dell’azienda. Si presenta giallo paglierino e si fa ricordare per il suo bouquet complesso che coniuga menta, frutto della passione e litchi. Un vino bianco elegante, morbido, rotondo, lungo e persistente.

canto delle fate- filò delle vigne- IGT 2009

canto delle fate- filò delle vigne- IGT 2009

5) E chiudiamo la Top Five dei vini consigliati dalla Salumeria del Vino con un bel bianco veneto che già dal nome promette bene: Canto delle Fate, un IGT del 2009 della cantina Il Filò delle Vigne: una magica “pozione” delicatamente aromatica, ricca ed elegante con note di frutta esotica, di agrumi, banana, pesca, pera, nocciola e burro.
Chissà se Ulisse avrebbe saputo resistere a questo canto?! 😉
Passiamo ora ai 5 vini più richiesti dalla clientela che, abitualmente, frequenta il bistrot, una clientela eterogenea che predilige la qualità e l’autenticità dei sapori.
La Salumeria del Vino è molto frequentata sia a pranzo e cena sia durante l’ora dell’aperitivo offrendo assaggi di salumi italiani e iberici in accompagnamento agli ottimi calici.

valpolicella- ca bussin- boscaini carlo- DOC 2013

valpolicella- ca bussin- boscaini carlo- DOC 2013

Tra i vini più richiesti troviamo un Valpolicella, Cà Bussin, un DOC del 2013 prodotto dalla cantina veneta Boscaini Carlo.
Vino dal colore rosso rubino e dagli spiccati sentori di frutta fresca all’olfatto e morbidi toni e rotondità al palato, con ritorni di sensazioni fruttate.
Al secondo posto della classifica dei più richiesti non possono mancare le bollicine: tra i più gettonati dai giovani, arriva Miraval, un Prosecco della Valdobbiadene, DOCG della cantina Bellenda.

Miraval- prosecco- bellenda

Miraval- prosecco- bellenda

Qui ci troviamo di fronte ad una bollicina fruttata con netti sentori di frutta (mela golden, pesca, glicine). Presenta grande equilibrio tra note aromatiche e freschezza e una corrispondenza quasi totale tra percezioni olfattive e di gusto. Bollicine folli ma di classe 😉
Bacco continua ad infonderci la sua spumeggiante follia con un verace Primitivo, Piluna, della cantina Castello Monaci, un bell’ IGT del 2014.

 

Piluna_Primitivo_Castello Monaci_ IGT 2014

Piluna_Primitivo_Castello Monaci_ IGT 2014

Affinato in parte in legno e in parte in acciaio per un gusto morbido e robusto allo stesso tempo, si rivela caldo, intenso, avvolgente e coinvolgente come la terra pugliese!
Facciamo una capatina in Sicilia per deliziarci con Rahana, vitigno Inzolia, IGP del 2013 della cantina De Gregorio.

rahana_ansonica_inzolia- de gregorio- IGP 2013

rahana_ansonica_inzolia- de gregorio- IGP 2013

Un bianco minerale e sapido, dove rivive l’anima del territorio. Vinificato in acciaio e affinato per 6 mesi in acciaio. Dal colore molto tenue con chiari riflessi verdolini. Al naso si presenta fruttato, con sentori di pesca e melone. Esprime una buona eleganza e freschezza, integrata alla sapidità e alla mineralità.
E concludiamo sulle splendide spiagge della Sardegna con un vino molto amato da noi donne, un Vermentino, Iocalia, DOC del 2014 della cantina Melis: un bianco fresco, piacevole nei profumi e delicato al palato, ottenuto da vendemmia precoce.
In lingua sarda “Iocaliasignifica gioiello…e i gioielli sono i migliori amici di noi donne!

melis- iocalia-vermentino-di-sardegna-doc 2014

melis- iocalia-vermentino-di-sardegna-doc 2014

Tutti i vini presenti nel locale possono essere anche acquistati oltre che degustati in loco.
Oltre alle eccellenze enologiche, la Salumeria del Vino offre anche un ricco menù di piatti per pranzi e cene di gusto: ampia scelta di zuppe, tra cui la deliziosa Ribollita toscana; tartare di scamone di manzo di prima scelta ( carne fornita dalla macelleria Pregiate Carni Piemontesi), polpette casalinghe e salumi di altissima qualità (assolutamente da provare la Patanegra!).
E anche dalla Salumeria del Vino …Cin Cin a tutti 😉

Http://www.lasalumeriadelvino.it
Http://www.facebook.com/lasalumeriadelvino

Samanta Airoldi

…. > leggi anche gli altri articoli di Samanta Airoldi, per la rubrica “Perle di Follia” del magazine Fine Art & Lifestyle Milano Arte Expo.

 

Samanta Airoldi

Il magazine Fine Art & Lifestyle Milano Arte Expo, diretto da Melina Scalise (giornalista professionista, ufficio stampa e co – ideatrice con Francesco Tadini e presidente della Casa Museo Spazio Tadini) – mail: milano.arte.expo@gmail.com –  ms@spaziotadini.it – ringrazia la fashion blogger e filosofa Samanta Airoldi per il testo e la selezione delle immagini sull’enoteca La Salumeria del Vino in via Cadore 30.

Melina Scalise

Melina Scalise, direttore del magazine d’Arte Design Fashion Fotografia e Lifestyle fondato insieme a Francesco Tadini

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *