Progetto RECUP Milano: mercati rionali settimanali e recupero cibo invenduto – si parte dal Mercato Viale Papiniano

mercati settimanali Milano

Progetto RECUP: contro lo spreco alimentare – dai mercati settimanali di Milano: si comincia dal Mercato di Viale Papiniano

Mercati settimanali MilanoProgetto RECUP: il recupero cibo invenduto parte dal Mercato rionale di Viale Papiniano contro gli sprechi alimentari – di Samanta Airoldi.  Sono passati ormai quasi 6 mesi dalla fine di Expo, esposizione mondiale che ha visto come protagonista il “cibo”.

Perché il cibo?

Recup Milano

Recup Milano – recupero cibo nei mercati rionali

Beh di primo acchito quasi tutti avranno pensato: perché la “gola” è il peccato capitale di cui tutti ci macchiamo…A chi non piace mangiare?

Non solo! Il cibo è ciò che unisce bisogno e desiderio, natura e cultura, necessità e libero arbitrio.

Il cibo rappresenta, nel mondo, la conciliazione dei paradossi!

Se è vero, come è vero, che nutrirsi è un’esigenza universale, è ancor più vero che ogni popolo e paese ha elaborato un suo modo distintivo per rispondere a questa necessità, sviluppando una cultura alimentare attorno a cui si sono costruite tradizioni, usi e costumi locali.

Se è vero come è vero che mangiare è un bisogno è ancor più vero che nelle società occidentali nessuno, o quasi nessuno, mangia solo perché spinto dal bisogno ma indugiamo più o meno tutti ai piaceri della tavola scegliendo alimenti che stuzzichino i nostri 5 sensi…per desiderio e per golosità più che per fame vera e propria!

Progetto Recup Milano - mercati settimanali

Progetto Recup Milano – mercati settimanali

La nostra città negli ultimi anni si è reinventata quale “metropoli della sperimentazione” in ambito culinario soprattutto: non avendo una cucina tipica radicata e consolidata si mostra aperta verso nuove forme di sapori provenienti da ogni dove.

Quasi ogni settimana assistiamo ad inaugurazioni di nuovi locali a Milano e ristoranti che propongono prelibatezze esotiche, fusion o tradizionali ma rielaborate in chiave contemporanea.

Il cibo oggi, soprattutto nelle moderne metropoli cosmopolite e multiculturali, rappresenta quello che fino ad un decennio fa rappresentava la moda: campo di sperimentazione dove razionalità e istinto s’incontrano…tecnica e passione si uniscono…fantasia e bravura si abbracciano!

Campo di battaglia ma, pur sempre, collante universale tra tutti gli esseri umani perché per tutti, a prescindere da colore, sesso, religione o provenienza piace mangiare!

Pertanto discutere di cibo e alimentazione a Milano, come è accaduto durante Expo, è stata una scelta logica e vincente!

mercati rionali MilanoMa finito Expo ci ritroviamo a fare i conti con una piaga sociale che, come tutte le grandi città, ci attanaglia da sempre: lo spreco alimentare.

Milano, piccola metropoli dalla mente grande e dal cuore immenso, sta cercando di fronteggiare, con inventiva e prontezza, anche questo enorme e gravissimo problema.

Da qualche mese, infatti, ha preso avvio il progetto Recup, frutto della collaborazione tra un gruppo di cittadini volontari (riuniti nell’associazione WhyZ) con la testata web Eco delle Città e la Fondazione Cariplo.

I volontari che partecipano al progetto Recup operano, principalmente, nell’ambito dei mercati rionali dove la sera viene gettato via moltissimo cibo rimasto invenduto ma ancora fresco e commestibile.

I volontari la sera vanno a recuperare il cibo invenduto che altrimenti verrebbe gettato nei rifiuti e lo distribuiscono ad un foltissimo gruppo di anziani e senza tetto che, per una ragione o per un’altra, faticano non poco a sopravvivere e ad arrivare a fine mese dignitosamente.

elenco mercati MilanoPer il momento la rete dei volontari di Recup è attiva 2 sere a settimana nel mercato rionale di viale Papiniano ma il progetto si espanderà presto anche all’interno del mercato di via Padova, del mercato di via Paolo Sarpi e del mercato di Via Rogoredo.

Oltre a soddisfare l’esigenza primaria di nutrimento, Recup, attraverso i suoi volontari che fungono da intermediari tra i commercianti e chi è in cerca di cibo, evita anche scontri fisici tra coloro che solitamente vanno a rovistare tra i rifiuti in cerca di qualcosa da mangiare e, pur di accaparrarsi qualche avanzo, arrivano spesso a liti e botte.

Un progetto che vede gli individui al servizio del sociale in vista di una rinascita del senso di comunità e solidarietà dove il cibo funge da colonna portante ed elemento unificatore.

Come sosteneva il mio caro Feuerbach “noi siamo ciò che mangiamo”…e nessuno di noi potrà mai essere cibo da “gettare nei rifiuti”!

Samanta Airoldi

…. > leggi anche gli altri articoli di di Samanta Airoldi, per la rubrica “Perle di Follia” del magazine / blog Milano Arte Expo.

 

Samanta Airoldi

MAE Milano Arte Expo, diretto dal Melina Scalise (giornalista professionista, ufficio stampa e co – ideatrice con Francesco Tadini e presidente della Casa Museo Spazio Tadini HUB) – mail: milano.arte.expo@gmail.com –  ms@spaziotadini.it – ringrazia la fashion blogger e filosofa Samanta Airoldi, per il testo e la selezione delle immagini dedicati al progetto RECUP contro lo spreco alimentare partito dal Mercato di Viale Papiniano e che corprirà tra non molto anche il mercato di Via Rogoredo, il mercato di via Padova e  il mercato di via Paolo Sarpi, tra i mercati settimanali di Milano.

Melina Scalise

Melina Scalise, direttore del magazine d’Arte Design Fashion Fotografia e Lifestyle fondato insieme a Francesco Tadini

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *