Forma Meravigli War is over! L’Italia della Liberazione: grande fotografia a Milano – di Maria Zizza

Forma Meravigli

Un’ausiliaria americana conversa con alcune contadine in abito tradizionale di un villaggio dell’Appennino, Aiello del Sabato (Avellino), 1944. © National Archives And Records Administration

Mostre fotografiche Milano: Forma Meravigli War is over! L’Italia della Liberazione nelle immagini dei U.S. Signal Corps e dell’Istituto Luce, 1943-1946 – di Maria Zizza / Milano Arte Expo (magazine di Spazio Tadini / HUB). Al Forma Meravigli (vedi MAPPA) va in scena la Storia. Quella con la S maiuscola, quella dell’Italia, della caduta del nazifascismo, degli Alleati e della guerra, ma anche quella dei civili barricati sotto le bombe a Palermo, donne che pregano a Cagliari, milanesi dimenticati e della loro voglia di ricostruire. Dal 10 febbraio al 10 aprile lo spazio dedicato alla fotografia raccoglie circa 140 immagini sotto il nome War is over! che raccoglie i documenti a colori dei Signal Corps americani (il servizio di comunicazioni inviato insieme alle truppe) e quelli in bianco e nero dell’Istituto Luce. Due provenienze, due punti di vista e due fronti diversi, quello americano e quello italiano. La curiosità, il colore e il folklore immortalati dai soldati americani sono contrapposte a quelle raffigurazioni dell’Italia con i ritratti di soldati, civli e della guerra in due tinte contrapposte.

La mostra, curata da Gabriele D’Autilia ed Enrico Menduni, racconta i due faticosi anni che vanno dal luglio 1945 con lo sbarco degli angloamericani in Sicilia fino all’aprile 1945 e alla caduta del nazifascismo.

L’effetto dell’accostamento delle differenti foto e dei differenti punti di vista riesce a stupire, meravigliare il visitatore. L’Italia in bianco e nero appare diversa da quella a colori, non solo per i diversi momenti della raffigurazione. Una contrapposizione aperta che suggerisce tanti piani di analisi differenti. Quella che emerge dalle foto degli americani è una vita che continua oltre la guerra, il desiderio che un po’ di umanità sia comunque partecipe delle vite di ogni giorno, anche di quelle al fronte.

Negli scatti dell’Istituto Luce le immagini scattate durante il conflitto esprimono distruzione, sono quelle degli ospedali di guerra e delle visite pompose di Mussolini. Solo negli scatti del 1945 si vedono una rinascita e un’allegria nuova.

Il percorso espositivo si realizza tramite 10 sezioni tematiche in cui i due tipi di fotografia dialogano tra loro, tra la storia quotidiana e AttleeTruman e Stalin alla conferenza Potsdam, tra la stazione Centrale – Milano ha nella mostra un’attenzione privilegiata – e i campi di sterminio. Le immagini sono poi integrate da tre video con la regia di Roland Sejko

Un allestimento interessante e foto inedite potrebbero già valere il prezzo del biglietto, ma il dialogo tra due stili, due punti di vista quasi due mondi diversi rende questa mostra un punto di partenza critico per discutere di una parte del nostro recente passato che forse stiamo già dimenticando.

War id over! è promossa e organizzata da Istituto Luce-Cinecittà e da Forma Meravigli,  su iniziativa di Fondazione Forma per la Fotografia in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano e Contrasto.

Dal 10 febbraio al 10 aprile 2016 presso Forma Meravigli, Via Meravigli 5 Milano, per tutte le informazioni www.formafoto.it

Catalogo Contrasto

Maria Zizza

…. > leggi anche gli altri articoli della rubrica di Maria Zizza per Milano Arte Expo magazine.

Maria Zizza

MAE Milano Arte Expo, diretto da Melina Scalise (giornalista e guida, assieme a Francesco Tadini, dell’HUB di Loreto / Lambrate – e sede per il Fuorisalone 2016 – Spazio Tadini in via Jommelli 24)  – mail: milano.arte.expo@gmail.com –  ms@spaziotadini.it – ringrazia Maria Zizza per il testo e la selezione delle fotografie sulla mostra fotografica War is over! a Fondazione Forma – Forma Meravigli: L’Italia della Liberazione nelle immagini dei U.S. Signal Corps e dell’Istituto Luce, 1943-1946 curata da Gabriele D’Autilia ed Enrico Menduni.

.

Melina Scalise

Melina Scalise, direttore Milano Arte Expo magazine d’Arte, di Design, Fashion Fotografia e Lifestyle

 

 

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *