Spazio Tadini: sharing culture – di Francesco Tadini

Spazio Tadini

Spazio Tadini – No particular place to go, Emilio Tadini, trittico

Spazio Tadini: sharing culture – di Francesco Tadini. Casa, museo. In via Jommelli 24 (vedi MAPPA), a Spazio Tadini ferve quasi senza sosta un’attività che prosegue, idealmente, il lavoro di Emilio Tadini nelle stanze dove regnava quel disordine fantastico – perenne negli studi di molti artisti – che mescola passato, presente e futuro: annotazioni, bozzetti, fotografie, libri, dischi, dediche, inviti, quadri …

… Che, a loro volta, contenevano mondi da trasfigurare nei molti racconti di un artista capace di dipingere quanto di scrivere. Di Pittura, di Letteratura, di Musica, di Teatro … e anche per il teatro, come nel caso del romanzo La Tempesta (Einaudi) che fu adattato con Andrée Ruth Shammah e messo in scena al Parenti con il grande Piero Mazzarella.

Francesco TadiniE’ così che Melina Scalise e Francesco Tadini costruiscono il programma di una casa della cultura che mette in scena – e alle pareti – protagonisti affermati e “nuovissimi” delle Arti tutte. In un quadrilatero di Milano – Lambrate / Città Studi / Via Padova / Loreto – che negli ultimi anni veloci si trasforma sempre più in zona da vivere con occhi aperti al nuovo – multiculturale – assetto di una città qualunque “più bella del mondo”.

Dario Fo, Beppe Grillo con la prima presentazione del Movimento, Sgarbi con una Biennale Milano, grandi concerti proposti da Luigi Pestalozza, Festival e coreografie di teatrodanza di Federicapaola Capecchi, serate Jazz, mostre “storiche” dedicate a nomi quali Fontana, Baj, Pignatelli, Adami, Del Pezzo, Cavaliere ma anche ai Romagnoni, Gio Pomodoro, Pardi, Ceretti e ai molti artisti che hanno fatto la Milano dell’arte dal dopoguerra – e che devono tornare al pubblico più giovane senza etichette e valori solo mercantili – sono passati nei due piani di Spazio Tadini.

L’attività del centro culturale è parte anche del circuito Storie Milanesi delle Case Museo di Milano, istituito e organizzato da Fondazione Pini. Il portale di riferimento è http://www.storiemilanesi.org/

Francesco Tadini

Francesco Tadini

Luogo di tendenza? Sicuramente per i designer del carbonio che hanno gremito, qui, la settimana Fuorisalone 2015. E Melina Scalise annuncia l’idea per la Design Week 2016: “I Home Italy: green e sostenibilità” con la quale si tematizzerà la presenza di aziende e progettisti ad aprile. “Fare Spazio Tadini è un lavoro a sé: le gallerie d’arte devono vivere come luoghi d’incontro a 360 gradi, come negli anni ’60 e ’70!”. Come una casa condivisa: “sharing culture” prima ancora che economy.

Cosa bolle in pentola per i prossimi mesi? Lo sviluppo di un magazine online condiviso con un manipolo di superblogger – Milano Arte Expo – e, a breve, giovedì 14 gennaio 2016 dalle ore 18:30 a sera, l’apertura di tre mostre: Welcome to The Jungle, a cura di Annalisa D’Amelio, la personale di Gianfranco Testagrossa (>vedi articolo), e la collettiva con il Centro Leonardo da Vinci di Davide Foschi e Rosella Maspero, dove è in corso la mostra METABORG (>vedi articolo).

website di Spazio Tadini: http://spaziotadini.com/

Welcome To The Jungle

Mostra collettiva d’arte contemporanea alla Casa Museo Spazio Tadini HUB, via Jommelli, 24 ideata e curata da Annalisa D’Amelio. Artisti Fabio Giampietro, Enzo Fiore, Lorenzo Nardelli, Aqua Aura, Andrea Cereda, Shuhei Matsuyama, Lazzaro Fornoni. Periodo: 14 – 29 gennaio 2016. Inaugurazione giovedì 14 gennaio dalle ore 18:30 a sera con performance di Xena Zupanic.

website della mostra: https://welcome2thejungledotorg.wordpress.com/

 

Sempre Il 14 gennaio 2016  dalle 18.30 alla Casa Museo Spazio Tadini inaugurazione de

DAVIDE FOSCHI – METATEISMO: l’avanguardia del Movimento

Opere di: Davide Foschi, Elvino Motti, Alexander Kanevsky, Giuliano Grittini, Joe Russo, Michele Cea, Enzo Cosi, Fulvio Vanacore, Rosella Maspero, Cristiana Zamboni, Teresa Claudia Pallotta, Mirko Lucchini, Giancarlo Rampazzo, Marco Perin, Maria Maddalena Cicciù, Nicolò Accaria, Giancarlo Garbin

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *