Mostre a Milano gennaio 2016: GIANFRANCO TESTAGROSSA alla Casa Museo Spazio Tadini

mostre Milano gennaio 2016

Gianfranco Testagrossa mostra a Spazio Tadini 14 gennaio 2016

Mostre a Milano gennaio 2016: GIANFRANCO TESTAGROSSA a Spazio Tadini HUB di via Jommelli 24 (vedi MAPPA) a cura di Francesco Tadini e Melina Scalise. In uno dei luoghi ormai istituzionali per l’arte contemporanea nella citta di Expo (> vedi LINK al portale delle Case Museo Storie Milanesi) inaugurazione giovedì 14 gennaio 2016 dalle ore 18:30 alle 22:00 per Sintesi di Gianfranco Testagrossa: mostra personale dedicata ad un artista la cui ricerca – di indubbia personalità e originalità – supera il mezzo secolo di attività ed è accompagnata da testi di critici e storici dell’arte, tra gli altri, del calibro di RobertoSanesi, Pedro Fiori, Danilo Eccher, Giorgio Rota, Lucio Zaniboni.

La nuova mostra di Gianfranco Testagrossa presso la casa museo Spazio Tadini rappresenta una sintesi dei suoi oltre 50 anni di lavoro. Fondatore del movimento Neo Primitivismo e scrittore dello stesso manifesto, muove le sue prime pennellate ispirandosi all’arte primitiva, ai graffiti, in particolare, costruendo un nuovo archetipo che sintetizza il percorso dell’arte dalla preistoria fino al segno contemporaneo. Un segno inconfondibile, quello di Gianfranco Testagrossa, che ripropone i temi della classicità riconoscendoli come essenziali del racconto esistenziale, come il rapporto maschile/ femminile, la maternità, l’origine del mondo, i cavalieri e i guerrieri, gli animali simbolici e mitologici e si muove nell’esplorazione di queste dinamiche ancestrali fino alla ricerca di una comunione con l’universo e la materia di cui è composto.

> clicca una delle seguenti  immagini per vedere la galleria a pieno schermo >>

Il lavoro di Testagrossa spazia così dalla pittura alla scultura, dagli affreschi ai disegni. Il titolo della mostra Sintesi ripercorre, attraverso alcune opere più rappresentative, le tappe più significative di questa ricerca.

Testagrossa ha alle spalle un lungo percorso d’arte ed è uno degli artisti storici della Martesana. Il suo studio, da 42 anni, occupa la mansarda di una vecchia casa a ridosso del Naviglio dall’essenza molto bohemien. “Dipingo e disegno tutti i giorni dell’anno – dice Gianfranco Testagrossa – non potrei vivere senza l’arte che per me è tutto”.

Scrisse di lui uno dei maggiori storici e critici d’arte Roberto Sanesi: “…..ciò che caratterizza questa pittura non è, come invece sembrerebbe, più un’insistenza plastica apparentemente più consona ad un’evoluzione di tipo mistico pastoriale, ma piuttosto il segno, la graffiatura, l’incisione, con un immediato rimando dall’affresco all’arte rupestre. Da cui, ancora una volta, la diffusa sensazione di un intenso desiderio di recupero: del tempo, o forse, meglio, di un modo di essere nel tempo, secondo gesti solenni, silenziosi. E tuttavia non per questo sereni. Questo “ritorno”, per il quale il pittore si avvale (facendoli suoi) di modi stilistici di lontana provenienza e che comunque non mi stupirei si fossero stati filtrati da artisti che a loro volta li fecero propri, e per il clima austero e, sacrale magico, si potrebbero avanzare con cautela i nomi, fra loro, non poi così contraddittori, di Marino Marini, o del Licini delle Amalasunte. Questo “ritorno” non è privo di perplessità. E non a caso le figure assumono in genere atteggiamenti d’attesa e di stupore, e ci appaiono infatti, in qualche luogo, quasi riassorbite nella materia, o frammentarie, così come a tratti e non meno significativamente se questo “ritorno” lo intendiamo un momento emblematico del “continuum” del ciclo naturale, ci appaiono sovrapposte, incrociate, fatte fra loro simili per incessanti metamorfosi, restituite all’energia che le genera, e che il pittore si sforza di trattenere. Così che quanto resta da contemplare non è tanto la traccia incerta di un tempo irrecuperabile, quanto la riaffermazione di una presenza”.

mostre Milano 2016

Gianfranco Testagrossa

SintesiSpazio Tadini

curata da Francesco Tadini e Melina Scalise

Periodo di apertura della mostra: dal 14 al 29 gennaio 2016

Ingresso gratuito

inaugurazione giovedì 14 gennaio 2016 dalle ore 18:30 alle 22:00

Per informazioni stampa

Melina Scalise – mail: ms@spaziotadini.it – cell.3664584532

Francesco Tadini – mail: francescotadini61@gmail.com

MAE Milano Arte Expo, è diretto da Melina Scalise (giornalista e ufficio stampa nonché ideatrice presidente della Casa Museo e location eventi per il Fuorisalone 2016 in zona Porta Venezia / Loreto / Lambrate Spazio Tadini HUB con il regista ed esperto di comunicazione Francesco Tadini) – mail: milanoartexpo@gmail.com –  ms@spaziotadini.it .

Melina Scalise

Melina Scalise, direttore del magazine d’Arte Design Fashion Fotografia e Lifestyle fondato insieme a Francesco Tadini

Partecipa a Instaworld Milano 2015/2016  concorso fotografico  organizzato dal magazine Milano Arte Expo Photo Prize attraverso il social dedicato alla fotografia Instagram. Seguirà una grande mostra fotografica a Milano nel 2016.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *