Adele Ceraudo – di Annalisa D’Amelio – The Art Runner, Milano

Adele Ceraudo

Adele Ceraudo – l’evoluzione di un orgasmo, disegno a Bic su carta Fabriano, 48×33 cm

Adele Ceraudo – di Annalisa D’Amelio The Art Runner – (nuova rubrica di Milano Arte Expo, magazine della Casa Museo Spazio Tadini). 15 Ottobre 2015. Ore 15:30 appuntamento con l’artista Adele Ceraudo nel suo studio sul Naviglio Grande.  Adele, in arte Lady Bic è appena rientrata a Milano dopo un lungo peregrinare per lo stivale e per il mondo. Mi accoglie con un grande sorriso pieno di vita e occhi pieni di entusiasmo e curiosità. 

Adele Ceraudo

Adele Ceraudo – la pietà disegno a Bic su carta Fabriano, 33×48 cm, Roma 2012

Le avevo anticipato il mio desiderio d’incontrarla, telefonicamente, solo qualche giorno prima. Era a Roma, dal parrucchiere! La sua capigliatura verde non deve essere di facile gestione. Si è resa subito disponibile nei miei riguardi, gentile e affabile già telefonicamente.

Come tutte le brave padrone di casa mi offre un ottimo caffè, amaro per entrambe, siamo donne e attente alla linea. Il grande open space nel quale mi accoglie è molto dark, forse un po’ le rispecchia, con qualche sprazzo di colore in qua e in la, quel poco che basta per non renderlo totalmente lugubre. Mi inonda di parole e gesticola nervosamente; le avrò messo ansia. Partendo dal presupposto che per me l’ansia è gestibile, cerco di farla distendere e predisporla per una chiacchierata amichevole. Ci sta!

Adele Ceraudo

Adele Ceraudo – crocifissione disegno a Bic su carta Fabriano, 48x33cm, Roma 2012


Finalmente mi inizia a parlare di sé e del suo lavoro che tanto le piace. I suoi lavori visti dal vivo sono belli ed emozionanti. Una vera professionista della penna Bic. Talentuosa, precisa, tecnica ed emotiva allo stesso tempo. Si è rilassata talmente tanto da farmi assistere “live” alla lavorazione di una delle sue opere, da lei chiamate: “le mie creature”, ma in realtà sta lavorando su se stessa. Mentre disegna mi parla ininterrottamente di sè e dei suoi progetti futuri, di lavoro e di vita. Che dire: ne ha davvero tanti! Ma ciò che le preme in assoluto è il suo lavoro e la realizzazione delle sue ambizioni e dei suoi desideri, è Buddista.

Adele Ceraudo

Adele Ceraudo – L’altra croce -foto di Dario Scaramuzzino

Mentre lei parla e disegna contemporaneamente; che a suo dire non fa mai con gli “estranei” e della qual cosa mi sento enormemente lusingata, io osservo con attenzione opera per opera. Sì, mi emozionano.

Vedo la donna che è e quella che vorrebbe essere. La parte di lei nascosta, quella incompresa, quella temuta e quella manifesta. Non è neanche particolarmente difficile da capire, disegna se stessa nuda o beatificata. Sacra e profana allo stesso tempo.

Adele Ceraudo

Adele Ceraudo – L’altra croce – disegno a Bic su carta Fabriano 33×48 cm, Milano 2015

In uno degli ultimi articoli che ho letto su di lei l’avevano addirittura definita: “l’orgasmo dell’arte”, accipicchia! In realtà, devo ammetterlo, è molto erotica e fisica. Sta lavorando su un disegno molto bello a mio parere, titolo: l’altra Croce, nel quale è se stessa in questo particolare momento di vita, pronta per affrontare un nuovo percorso, una nuova evoluzione e nuovi obiettivi.

Continuerebbe a parlare all’infinito, io anche a dire il vero. Sono trascorse ore senza neanche accorgercene. Bello! Grazie Adele! Al prossimo incontro di vita e di lavoro.

Annalisa D’Amelio, The Art Runner

Annalisa D'Amelio

MAE Milano Arte Expo, diretto dalla giornalista (e presidente della Casa Museo Spazio Tadini di Milano fondata con Francesco Tadini) Melina Scalise  – mail: milanoartexpo@gmail.com –  ms@spaziotadini.it – ringrazia Annalisa D’Amelio per il testo sull’artista Adele Ceraudo che apre oggi la rubrica The Art Runner del magazine.

Melina Scalise

Partecipa al concorso fotografico  organizzato dal magazine Milano Arte Expo Photo Prize “Instaworld Milano 2015″ attraverso il social dedicato alla fotografia Instagram. Seguirà una grande mostra fotografica a Milano nel 2016.

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *