Davide Foschi VERSO EXPO 2015 in mostra a Milano a Spazio Tadini

Davide Foschi

Davide Foschi -L’Illuminato

Davide Foschi VERSO EXPO 2015 in mostra a Milano a Spazio Tadini. Inaugurazione venerdì 20 marzo dalle ore 18:30 con degustazione d’autore del ristorante vegano Cibò di Marcello Mattucci e Anna Laura Rossini. Apertura fino al 3 aprile. “Riscoprire la linea dell’evoluzione dell’arte prima delle recenti cadute negli ultimi decenni, congelata da una mera e inutile provocazione, e riprenderne il senso intrinseco: il risveglio della coscienza” è la missione di un artista che si è spinto a creare un movimento, con tanto di manifesto: il Metateismo. In contemporanea con Expo 2015 le sue opere saranno esposte a giugno in un’ambiziosa personale presso il Museo d’Arte e Scienza in Piazza Castello: la mostra alla Casa Museo Spazio Tadini (di via Jommelli 24) ne è una selezionata anticipazione. >

Davide Foschi

Davide Foschi -L’omo Metateista

Il critico e storico dell’arte Giammarco Puntelli ne parla così: “Davide Foschi, un nome ormai simbolo di evoluzione nell’arte. La cultura e le letture che ha fatto hanno alimentato il naturale talento di un Foschi che stupisce con la leggerezza pittorica e lo spessore filosofico con il quale affronta figure e soggetti entrati nelle tradizioni di una riflessione internazionale sull’esistenza e la ricerca spirituale dell’uomo di ogni tempo (…)”.

EXPO IN CITTÀ 2015A poche centinaia di metri dall’esposizione del Museo d’Arte e Scienza a giugno 2015, “L’Ultima Cena” e “Madonna con Bambino” sono state scelte per partecipare con alcuni dei più grandi maestri italiani a “L’Arte e il Tempo” – da un’idea di Giulia Sillato, direzione artistica di Giulia Sillato e di Giammarco Puntelli – evento di Expo in Città in Expo 2015.  EXPO IN CITTÀ è la piattaforma culturale che il Comune e la Camera di Commercio di Milano hanno voluto affiancare al Padiglione Italia destinato all’alimentazione. L’Arte e il Tempo è l’official event che accoglierà le opere di Foschi dal 10 al 30 giugno 2015 presso il Palazzo dei Giureconsulti, in via dei Mercanti, angolo Piazza Duomo.

Davide Foschi – artista dotato di un dinamismo che lo spinge ad andare ben oltre la mera promozione del proprio lavoro –  ha aperto quest’anno, con la collaborazione di Rosella Maspero e un nutrito gruppo di artisti il CENTRO LEONARDO DA VINCI Arte, Scienza e Cultura verso un Nuovo Rinascimento in via A. Binda 56, Milano. Gli orari di apertura del centro: lun -sab 17.30 – 20 (altre visite su richiesta, previo appuntamento al telefono +39 3337811504 ).

Melina Scalise, presidente di Spazio Tadini – casa museo inserita in Storie Milanesi (vedi LINK) in compagnia del Museo Bagatti Valsecchi, Museo Poldi Pezzoli, Fondazione Adolfo Pini, Casa del Manzoni, Casa Museo Boschi di Stefano, Studio Museo Francesco Messina, Associazione per Mario Negri – per la scultura, Centro Artistico Alik Cavaliere, FAI – Villa Necchi Campiglio, Fondazione Achille Castiglioni, Fondazione Corrente – Studio Treccani, Fondazione Franco Albini, Fondazione Studio Museo Vico Magistretti – racconta quanto sia stata “quasi una conseguenza naturale del lavoro del nostro centro culturale l’affiancamento alla linea poliedrica del Centro Leonardo da Vinci: per me e Francesco Tadini la stima nelle opere dell’artista Davide Foschi va di pari passo con la sua volontà di aprire un dibattito che comprenda le ragioni intime e pubbliche del lavoro d’arte: stiamo parlando di una collaborazione che andrà senza dubbio oltre questa esposizione“.

Milano Arte Expo ha già dedicato un’intervista sul contenuto del Manifesto del Metateismo:

-[youtube https://www.youtube.com/watch?v=evaExk2gl-g]

Davide Foschi

Davide Foschi – L’Ultima Cena -olio su tela, cm 50×70, 2014

Francesco Tadini, inoltre, ha partecipato all’inaugurazione del Centro Leonardo da Vinci dando lettura di un manifesto, per così dire, derivato dal laicissimo Metateismo: il MANIFESTO DELLA CUCINA METATEISTA: … I confini geografici in cucina sono proiezioni delle barriere della nostra Coscienza: le grandi tradizioni etniche di millenaria esperienza, ci hanno portato in dono fino ad oggi preparazioni e sapori straordinari, simboli dell’essenza delle proprie storie. Che giunga ora l’era delle nuove alchimie e delle contaminazioni culturali


[youtube https://www.youtube.com/watch?v=3k1m-lMbCmk]

Il Manifesto della Cucina Metateista è stato adottato da chef e ristoranti come testo guida alla ricerca di una fusione tra Arte e Cultura Culinaria.

Da quando è stato pubblicato il Manifesto del Metateismo chef, critici culinari e ristoratori hanno tratto ispirazione dai suoi versi e appelli ad un Nuovo Rinascimento per aprire un dibattito intorno al ruolo che la nuova arte culinaria deve assumere nel XXI secolo, circa 80 anni dopo la pubblicazione del Manifesto della Cucina Futurista di Marinetti.

Davide Foschi

Davide Foschi – WHO REALLY KILLED MARILYN MONROE opera completa

Oggi come oggi la chimica e la tecnologia in ambito culinario, esattamente come agognato dai Futuristi, trova grande spazio, spesso a discapito della ricerca delle radici, dei sapori autentici, della memoria e del relativo senso dell’evoluzione. Da queste istanze nel 2015 nasce da Foschi l’idea di un Manifesto della Cucina Metateista, una sorta di nuovo codice deontologico e qualitativo, con principi fondamentali ispirati dal Manifesto  nel campo alimentare. L’idea era anche di farne un documento collettivo, raccogliendo i consigli di più voci, a partire da Laura Caradonna, Tommaso Farina, Cristina Merlino, Renato Turba, Fulvio Vanacore, Livio Casu, Anna Laura Rossni, Marcello Mattucci, Francesco Zanoletti, tanti nutrizionisti, chef e ristoratori. Così è stato. Ora diversi e selezionati chef propongono piatti di cucina Metateista: i primi ristoranti sono nel milanese, specializzati in molteplici ambiti alimentari, senza nessuna preclusione, se non di ispirarsi al Manifesto e alle opere d’arte di Foschi e del Movimento.

A Spazio Tadini, la sera dell’inaugurazione dell’expo di Davide Foschi – venerdì 20 marzo dalle ore 18:30 – uno di questi ristoranti presenterà una degustazione a sorpresa di un piatto Metateista: il ristorante vegano Cibò di Marcello Mattucci e Anna Laura Rossini verrà accolto alla mostra, letteralmente, come parte di essa. Si sottolinea, per altro, il parallelo con l’esposizione dal titolo Mangia con la Testa di Laura Zeni presso il centro culturale: artista già fortemente impegnata sul fronte della sostenibilità e della ricerca di nuove armonie tra uomo e natura, nonché di un nuovo rapporto tra arte e alimentazione.

Le opere di Davide Foschi in mostra a Spazio Tadini saranno:

1) WHO REALLY KILLED MARILYN MONROE (METAPOP). L’opera che ha accompagnato Andy Warhol durante la rassegna Imagine 2014

2) L’EREMITA ( L’opera che ha accompagnato Andy Warhol durante la rassegna Imagine 2014)

3) L’ILLUMINATO ( L’opera che ha accompagnato Andy Warhol durante la rassegna Imagine 2014)

4) L’OMO METATEISTA (inizio del lavoro con Leonardo da Vinci)

5) STUDIO SU L’ULTIMA CENA (l’opera verrà esposta in occasione di “L’Arte e il Tempo”, official event di EXPO IN CITTÀ in EXPO 2015 Milano, Palazzo dei Giureconsulti, 10 – 30 giugno 2015.

DAVIDE FOSCHI VERSO EXPO 2015

SPAZIO TADINI
Dall’arte alla Cucina Metateista

degustazione d’autore del ristorante vegano 

Cibò di Marcello Mattucci e Anna Laura Rossini

Dal 20 marzo al 3 aprile
Inaugurazione venerdì 20 marzo ore 18.30

Centro Culturale e Casa Museo Spazio Tadini, via Jommelli 24 Milano – t. 02 2682 9749
MM Loreto, MM Piola, Bus 62, 81

Ufficio stampa – Melina Scalise, mob. 3664584532 , ms@spaziotadini.it – Francesco Tadini, mob. 3662632523

MAE Milano Arte Expo – mail:milanoartexpo@gmail.com–  ringrazia l’ufficio stampa per le informazioni relative all’esposizione di Davide Foschi a Spazio Tadini e alla degustazione ispirata al Manifesto della Cucina Metateista presentata dal ristorante vegano Cibò di Marcello Mattucci e Anna Laura Rossini.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *