Regalo di Natale con arte | asta BASEZERO on line e in diretta il 13 dicembre a Milano

Milano arte

EMILIO ISGRO’ in asta con Basezero

Regalo di Natale con arte | asta BASEZERO già on line e in diretta a Milano il 13 dicembre 2014. Nella città di Expo 2015 qualcosa si sta risvegliando dalla paura e dal torpore della crisi economica. Tra gli artisti in asta con Basezero – vedi LINK – vediamo, tra gli altri, Emilio Isgrò, inventore in arte delle parole cancellate, un ottimo Giorgio Melzi, cresciuto al bar Giamaica con Bruno Cassinari, Roberto Crippa, Franco Rognoni, Piero Manzoni, Kodra, Ernesto Treccani, un Mario De Leo già pioniere nell’utilizzo dei circuiti elettronici nei suoi quadri “estatici”, fino a una geniale new entry – in arte La Pupazza – che si accinge a terremotare – credete sulla parola a questa metafora tellurica – l’art world milanese dopo 15.000 (leggesi quindicimila) video nei quali ha coinvolto – a partire da Vittorio Sgarbi – un popolo che va dagli estimatori d’arte (non solo della street art) agli assoluti profani. >

La casa d’aste Basezero è il colpo di fioretto di un terzetto di imprenditori – Stefano Baldo, Francesco Palermo e Alessandro Prada – che si prefigge di allargare di qualche chilometro il perimetro del collezionismo d’arte. Davide contro Golia, Basezero è l’enfant prodige del mercato dell’arte? In concorrenza alle blasonate e super ricche aste di Christie’s e Sotheby’s (che però, nonostante i risultati d’asta record dell’ultimo mese, hanno appena annunciato la “partenza” dei rispettivi amministratori delegati) può una nuova asta – senza prezzo di riserva, letteralmente “a base zero” – accaparrarsi un pubblico sonnecchiante e infastidito dalle tasse, terrorizzato dalla deflazione, con un colpo di reni?

La scommessa di Basezero non è da poco: avvicinare all’arte contemporanea e al collezionismo un pubblico (potenzialmente milioni di persone) che, al massimo, ha contribuito alle casse dei grandi Musei internazionali e delle mostre più gettonate. Una “massa” che guarda, forse studia, ma che non ha mai osato pensare di poter vivere il “racconto dell’arte” attaccando anche un quadro originale a casa propria.

Milano arte - La Pupazza, in asta a Basezero

Milano arte – La Pupazza, in asta a Basezero

Non vorremmo scommettere, ma, a giudicare dalla prima settimana di asta on line (si farà davvero sul serio sabato 13 dicembre dalle 10 del mattino a sera con l’asta di chiusura in diretta in via Jommelli 24 a Milano) alcune migliaia di persone hanno visitato con curiosità il sito di Basezero e “esplorato” con cura il catalogo dei 251 lotti d’asta.

A colpo d’occhio le offerte sono già partite – si accede dal sito di Basezero o da quello, parallelo, di ARSVALUE – i rilanci sono già decine (partendo da zero Euro e a rialzi di 50) e gli artisti, tra i quali una notevole quantità di giovani (giovani veri, non “emergenti” settantenni) stanno per realizzare un prezzo pubblico che, finalmente, potrebbe dare corpo a “listini” non ipotetici (e sussurrati da un mercante all’orecchio di un cliente) bensì basati sulla realtà cruda ma solida della domanda e dell’offerta.

Stiamo a guardare. Intanto la casa d’aste Basezero comunica che la seconda asta si terrà – a gentile e appassionata richiesta – alla fiera Affordable Art Fair 2015 di Milano a Superstudio. Come dire: novità (già provvista di numerose adesioni di gallerie internazionali) chiama altra novità. E questa notizia, non da poco, ci piace.

Intanto, forse a soli 50 euro, potremmo regalare qualcosa di insolito a Natale ….

MAE Milano Arte Expo – milanoartexpo@gmail.com – ringrazia la casa d’aste Basezero per le immagini delle opere in vendita.

milano arte expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *