Milano, blog di Francesco Tadini – STUDIO MASIERO mostra di Paola Fonticoli

PAOLA FONTICOLI

PAOLA FONTICOLI, Sole con solicchio, 2005, acrilico su carta su tela, cm 138×130

Milano, blog di Francesco Tadini – STUDIO MASIERO mostra di Paola Fonticoli a cura di Claudio Cerritelli. Inaugurazione giovedì 16 ottobre 2014 ore 18,30 per la mostra Storia della pera cangura – omaggio a Rino Crivelli di Paola Fonticoli (Torino 1961) con la quale Monica Masiero inaugura la stagione espositiva  2014/15 dello STUDIO MASIERO in via Eugenio Villoresi 28 (vedi MAPPA). E’ lo stesso curatore Claudio Cerritelli a raccontare: Dedicato allo spirito favolistico di Rino Crivelli, questo inedito ciclo di opere ci fa scoprire una zona segreta della ricerca di Paola Fonticoli, non solo concentrata sulle astrazioni simboliche del disegno e della pittura, ma profondamente disposta a interpretare con pure immagini evocative i flussi espansivi e divertenti della Storia della pera cangura. >

Come sempre – continua Cerritelli – Fonticoli ama trasformare ogni tramite figurale con l’uso essenziale del segno e del colore, si affida ai valori della trasparenza e della leggerezza, esplora il profilo misterioso del visibile attraverso le soglie velate d’ombra e di luce che seguono il processo mentale del fare.
Sulla superficie della carta prende corpo il ritmo delle forme che oscillano sullo schermo della memoria, sono icone che alitano nel divenire delle atmosfere ventose che Fonticoli inventa con quella “abilità di soffio e fantasia” che Crivelli ha suggerito come condizione necessaria per far vibrare lo spazio.

Immaginifico e fantasioso artista milanese, Rino Crivelli, scomparso nel 2012, attraverso scritti e opere di pittura e scultura, nel 1978 ha creato una cosmogonia centrata sulla Pera Cangura e sul mondo di Kanguropa.

Studio Masiero

mostra allo Studio Masiero Milano

Paola Fonticoli legata per amicizia e affinità intellettuale a Crivelli ha lavorato nel 2005 per un anno intero, dipingendo e disegnando oltre cento opere fra carte e tele, di varia dimensione e tecnica, avvolta dalle suggestioni della storia della pera cangura, che sospinta dai venti del lago di Como, approda nel regno di Kanguropa.
In questa personale sono esposte tre carte di grandi dimensioni, una serie di tele e diversi piccoli lavori su carta, che ripercorrono tutti, anche nel titolo, il testo del racconto. Nel corso dell’esposizione, aperta fino al 28 novembre, sarà possibile visionare l’intero corpo di lavori il cui allestimento verrà cambiato con cadenza settimanale.
Paola Fonticoli, presente nel panorama artistico italiano dagli anni ’80, con importanti partecipazioni anche all’estero  è conosciuta per il suo lavoro lieve e incantato. Lontana dal clamore della kermesse artistica metropolitana, propone e persegue da sempre con determinazione la sua personale e coerente ricerca artistica.

 

Come ancora scrive il curatore di questa mostra: “La rigorosa disciplina del segno si alterna alle sensibili trasparenze della luce, alla densità della grafite si contrappone l’eterea consistenza dell’acrilico, con richiami espliciti all’azione dei venti e alla loro differente espansione cromatica. Sulla superficie si stagliano forme oblunghe e sinuose, morfologie mutevoli, bagliori e penombre, slittamenti e variazioni, limpide ambivalenze e segrete armonie, effetti contrastanti che pervadono lo spazio suscitando emozioni metafisiche”.

Paola Fonticoli

Paola Fonticoli (Torino 1961) si diploma nel 1984 in Pittura presso l’Accademia di Brera.  L’anno seguente la Nuova Prearo Editore pubblica la sua tesi di storia dell’arte dal titolo Achille Bonito Oliva – La critica d’arte come arte della critica. Inizia anche l’attività espositiva: è del 1985 la prima personale alla Galleria Grazia Terribile a Gravina di Puglia, cui seguono, tra le altre nel ’91 a Kyoto alla Sawai Keiko Gallery e Milano alla Galleria Gariboldi; nel ’92 a Parigi presso la Gallerie Janos e Mantova alla Galleria Corraini.  Nel ’94 è a New York presso la Condeso-Lawler Gallery e nel ’99 a Venezia alla Galleria A+A. Seguono Alessandria nel 2003 presso Il Triangolo Nero, Ascoli Piceno nel 2004 presso L’idioma – Centro d’Arte e nel 2008, la mostra Spazi Paralleli insieme a Luisa Elia alla Galleria Spaziotemporaneo di Milano. Il 2009 la vede impegnata in Germania con una mostra a Köln presso la Galerie Stracke e una in Svizzera a Mendrisio presso Stellanove Spazio d’Arte. Il 2010 e il 2011 iniziano con mostre personali in Germania, rispettivamente a Bonn, Galerie Kunstvilla e a Köln, Galerie der Editionale, per proseguire con un “duetto”, Doppio gioco, insieme a Albano Morandi in Alessandria presso il Triangolo Nero.

Nel 2012 inaugura Labirinti di luce, mostra personale allo Spaziotemporaneo di Milano, a cui segue I fili del racconto con Gianni Baretta, Palazzo Rezzonico a Barlassina. Nel 2013 la mostra personale in Svizzera Bianco presso Stellanove Spazio d’Arte a Mendrisio e la partecipazione alla rassegna Meccaniche della meraviglia 9, con una personale a Salò all’Hotel Laurin. Il 2014 inizia con una piccola e curiosa personale alla libreria 121+ di Milano, cui segue la partecipazione alla mostra collettiva Overpanting presso Arena1 a Santa Monica in California, in collaborazione con la Fondazione Leonesia di Puegnago del Garda.
Numerose le collettive in Italia e all’estero curate, fra gli altri, da: Francesca Alfano Miglietti, Achille Bonito Oliva, Claudio Cerritelli, Martina Corgnati, Matteo Galbiati, Flaminio Gualdoni, Lorànd Hegyi, Claudio Nembrini, Angela Madesani, Barbara Tosi.
Vive e lavora a Milano.

Monica Masiero

Monica Masiero inaugura l’attività espositiva della stagione 2014/15 nel piccolo spazio sui Navigli, con la finalità di riallacciare le relazioni fra gli artisti, i collezionisti e gli amici che hanno seguito in questi anni il lavoro di promozione di arte contemporanea presso gli studi professionali della città. Dal 2004 numerosi allestimenti in grandi uffici appartenenti al mondo della finanza e del business e altrettanti eventi hanno stabilito legami e approfondito conoscenze. Lo studio si caratterizza più come hub di incontro fra le varie esperienze artistiche che come una vera e propria galleria e svolgerà un’attività di ricerca e studio nell’ambito della pittura, della scultura, della grafica, della fotografia e delle arti applicate.

Mostre, vernissage, eventi stagione 2014 – 2015 consigliati da Milano Arte Expo:

STUDIO MASIERO

PAOLA FONTICOLI
Storia della pera cangura – omaggio a Rino Crivelli

a cura di Claudio Cerritelli

periodo di apertura della mostra: 16 ottobre – 28 novembre 2014
inaugurazione giovedì 16 ottobre 2014 ore 18.30

STUDIO MASIERO, Via E. Villoresi 28, 20143 Milano – info@monicamasiero.it – telefono +39 335 8455470
orari di apertura della galleria: martedì – venerdì 15.00 – 19.00 – sabato su appuntamento

MAE Milano Arte Expo di Francesco Tadini

Mail: milano.arte.expo@gmail.com– ringrazia l’ufficio stampa di Studio Masiero per le informazioni e le immagini sulla mostra di Paola Fonticoli Storia della pera cangura – omaggio a Rino Crivelli curata da Claudio Cerritelli.

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *