The Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy – Milano Film Festival 2014 al Piccolo Teatro Strehler

Milano Film Festival 2014 - The Tribe

Milano Film Festival 2014 – The Tribe

The Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy – Milano Film Festival 2014. Ultimo weekend di festival: per il Concorso lungometraggi al Piccolo Teatro Strehler alle ore 20:00 di sabato 13 settembre 2014 il film di Myroslav Slaboshpytskiy The Tribe (La Tribù). Il film ucraino, non sottotitolato – ambientato in un istituto per sordomuti – è interamente girato in lingua dei segni. The Tribe è stato presentato al Festival del cinema di Cannes dove ha vinto il Gran Premio della Semaine de la Critique. Qualcosa di assolutamente nuovo e sconvolgenti per molti aspetti. Caldamente consigliato da Milano Arte Expo. >

The Tribe (titolo originale Plemya) di Myroslav Slaboshpytskiy – cast: Grigoriy Fesenko, Yana Novikova, Rosa Babiy, Alexander Dsiadevich, Yaroslav Biletskiy. Ucraina, Paesi Bassi 2014.

Dalle note di regia di Myroslav Slaboshpytskiy: È sempre stato un mio sogno quello di rendere omaggio al cinema muto. Realizzare un film che potesse essere capito senza l’uso di alcuna voce. Mentre stavo lavorando sul cortometraggio Deafness, che considero una sorta di pilota del lungometraggio, sono entrato in contatto con molte comunità di sordomuti e con i capi delle Associazioni Ucraine per persone sordomute. Sono anche entrato in contatto con i leader delle comunità che agiscono nell’ombra, i quali mi hanno mostrato dall’interno il loro mondo isolato, i meccanismi e i loro rituali. Questo film è basato sui miei ricordi scolastici e su quello che mi era stato detto dagli specialisti sul mondo dei sordomuti. Non servono parole per esprimere queste emozioni.

Il regista Myroslav Slaboshpytskiy
Nato nel 1974 a Kiev si è laureato presso il dipartimento di cinema del Kiev State Institute of Theatre and Arts Karpenko-Kariy e ha lavorato al Dovzhenko Film Studiodi Kiev e al Lenfilm Studio di San Pietroburgo. Il suo secondo film Diagnosis è stato nominato per l’Orso d’oro alla Berlinale, festival a cui ha partecipato anche con il successivo Deafness. Nell’autunno del 2010 ha ottenuto un finanziamento per realizzare il suo primo lungometraggio The Tribe dall’Hubert Bass Fund del Rotterdam Film Festival. Nel 2012 ha vinto il Pardo d’argento nella sezione Pardi di domani di Locarno Film Festival con Nuclear Waste, nominato anche per il premio EFA.

Milano Film Festival 2014

Milano Film Festival 2014

Il Concorso lungometraggi di Milano Film Festival 2014 prevede inoltre un weekend finale ricco di appuntamenti. Age of Cannibals di Johannes Naber, un dramma critico sulla finanza d’oggi, grottesco e dal ritmo serrato (sabato 13 settembre, ore 17, Spazio Oberdan); a seguire l’italiano Enrico Maisto al suo esordio con Comandante, film delicato e intimo sugli anni di piombo a Milano visti attraverso gli occhi di suo padre (sabato 13 settembre ore 18.30, Auditorium San Fedele e in replica domenica 14 settembre ore 15, Spazio Oberdan). Si conclude il Concorso lungometraggi con Come to My Voice di Hüseyin Karabey, un viaggio che mostra il complicato rapporto tra cultura turca e minoranza curda (domenica 14 settembre ore 11, Spazio Oberdan).

CONCORSO CORTOMETRAGGI

Ultimi giorni anche per il Concorso cortometraggi: sabato 13 settembre alle 21 in programma il Gruppo C, preceduto da Status, episodio 2 della web serie vincitrice del concorso Are You Series?. A seguire alle ore 22.45 in programma il Gruppo G.

Domenica 14 settembre alle 16 Gruppo J al Teatro Studio Melato.

 

THE OUTSIDERS

Milano Film Festival 2014 - IO STO CON LA SPOSA

Milano Film Festival 2014 – IO STO CON LA SPOSA

Per i “fuori categoria” del festival, si inizia con la replica di Aimer, boire et chanter, l’ultimo capolavoro di Alain Resnais, dove la vita dei componenti di una compagnia teatrale è sconvolta dalla notizia che il loro amico George Riley sta per morire. Alain Resnais, affascinato da sempre da quel gran teatro che è la vita, mette in scena l’amore, le nostre memorie, la difficoltà di separarsi dalla giovinezza e alfine dalla vita (domenica 14 settembre ore 14, Teatro Studio Melato). Si va avanti, direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia, con Io sto con la Sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman e Al Nassiry. Tremila chilometri in quattro giorni, da Milano a Stoccolma nel novembre 2013, per trovare accoglienza; un documentario prodotto dal basso che è un esperimento politico, critico e gioioso, attraverso l’Europa e l’immigrazione in cui cinque profughi e chi li aiuta cercano la libertà, travestiti da corteo nuziale (sabato 13 settembre ore 16, Teatro Strehler). A seguire Amour fou di Jessica Hausner, che narra le conseguenze estreme del pensiero romantico, presentato in Un certain regard a Cannes 2014 (sabato 13 settembre ore 20.15, Auditorium San Fedele). Alle 21.30 Corpo a Corpo di Mario Brenta e Karine De Villers, girato nel corso dell’allestimento di Orchidee di Pippo Delbono, resoconto flagrante di un metodo di lavoro nel quale l’attore diventa autore e l’autore attore (sabato 13 settembre ore 21.30, Scatola Magica). Si continua nell’ultima domenica del Milano Film Festival con Arrête ou je Continue di Sophie Fillières, delicato racconto sulla fine di un amore e splendido ritratto di donna (domenica 14 settembre ore 18.30, Auditorium San Fedele), a seguire Tabarin di Lusso, commedia romantica con tocchi inimitabili del grande Alfred Hitchcock (domenica 14 settembre ore 21, Spazio Oberdan). Si finisce in musica e bellezza al Parco Sempione con Hai Paura del buio? di Giorgio Testi, il film-concerto che prende il nome dall’album storico del gruppo che ha ridefinito la scena rock italiana, gli Afterhours, presenti per festeggiare la fine del tour (domenica 14 settembre ore 21.30, Parco Sempione). Il film sarà distribuito da Feltrinelli Real Cinema e uscirà a novembre in cofanetto dvd+libro.

 

COLPE DI STATO

Red Army, coprodotto da Werner Herzog

Red Army, coprodotto da Werner Herzog

Tra le rassegne più attese del Milano Film Festival, Colpe di Stato, si parte dalle 11 con Life in Paradise – Illegals in the Neighbourhood di Roman Vital, ambientato a Valzeina, luogo idilliaco dove il governo svizzero ha installato un centro di deportazione per richiedenti asilo. Un paradiso dai delicati equilibri, compromessi dall’arrivo degli ospiti, una cesura tra le comunità gestita con la precisione chirurgica che viene dalla fede cieca nell’istituzione (sabato 13 settembre ore 11, Spazio Oberdan). Si prosegue con Children 404 di Askold Kurov e Pavel Lopar, un vero, terrificante, ritratto della Russia contemporanea: violenza e omofobia, dalle istituzioni, sono filtrate nelle relazioni e nel quotidiano (sabato 13 settembre ore 15, Spazio Oberdan). Alle 21.30 Life Sentences di Nurit Kedar e Yaron Shani, la storia di Nimer Ahmed, figlio del terrorista Fauzi al Nimer e di una donna ebrea, con la sua sofferta ribellione che culmina con la partecipazione al film e con un ultimo estremo incontro col padre (sabato 13 settembre ore 21.30, Spazio Oberdan). Domenica si inizia con Fino in Fondo di Alberto Badas e Tomaso Mannoni, che racconta la rabbia delle generazioni del Sulcis. Lì dove i giovani “si sentono ripetere ogni giorno che la nostra provincia è la più povera d’Italia”. Il lavoro che non c’è assume un valore assoluto, quello di un mondo che si sfalda (domenica 14 settembre ore 17, Spazio Oberdan). Infine, in programma la replica di Red Army, coprodotto da Werner Herzog, sulla squadra di hockey più forte di sempre, orgoglio dell’Urss, che fu anche straordinaria macchina di propaganda (domenica 14 settembre ore 20.30, Auditorium San Fedele).

 

FOCUS HECHO EN MÉXICO

Spazio al focus sul cinema messicano con Los Ángeles di Damian John Harper, la storia di Mateo, un giovane di una comunità Zapoteca, il cui sogno è raggiungere il padre oltre il confine a Los Angeles; per riuscirvi dovrà affiliarsi a una gang locale, che lo obbligherà a fare i conti con la propria coscienza e la propria famiglia (sabato 13 settembre ore 22.15, Auditorium San Fedele).

 

ESPERIMENTO: EUROPA. 1914-1989-2014

A 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, del sistema ideologico che lo aveva eretto e delle sovrastrutture che erano state prodotte, si registra l’emergere di un interesse a riprendere un discorso su quel periodo storico tra i cineasti delle due generazioni precedenti. Il focus presenta Happily Ever After di Tatjana Božić, ritratto di una generazione cresciuta nella disgregazione della Yugoslavia e della Guerra dei Balcani (sabato 13 settembre, ore 19 Spazio Oberdan).

 

VIDEO ESPANSO

Milano Film Festival compie un giro panoramico attraverso le più recenti evoluzioni del video musicale degli ultimi due–tre anni; dalla web art, al cortometraggio narrativo, dall’interactive video, alla performing art. Ci sono registi che sono partiti dal videoclip per passare al cinema come Spike Jonze e Michel Gondry, alcuni che fanno il loro saltuario ed eterno ritorno al piccolo schermo come Sofia Coppola, Romain Gavras e Gaspar Noè. In collaborazione con Wired.

Oggi programma speciale con THIS IS NOW: FILM AND VIDEO AFTER PUNK – Video Killed the Radio Star, serie di successo curata da LUX Artist’ Moving Image, la prestigiosa casa di distribuzione e promozione (quest’anno scelta per la Giuria del Concorso cortometraggi del festival) che inquadra il momento di transizione più importante nella relazione tra cinema e musica, stimolata dalle nuove forme di media accessibili come VHS e Super8. Si va da Derek Jarman a Echo and the Bunnymen, dai New Order agli Art of Noise. (sabato 13 settembre ore 22.45, Spazio Oberdan). Ingresso libero.

 

I 400 SORSI

Un concorso per cortometraggi dove l’acqua è protagonista in collaborazione con Gruppo CAP e Metropolitana Milanese. L’acqua come risorsa essenziale per la vita del pianeta e come elemento di socialità: dai lavatoi alle fontane, sono tanti i luoghi legati all’acqua che creano comunità, attorno a cui si creano delle storie, si fanno incontri, nascono o finiscono amori. I film selezionati raccontano queste storie, e ci aiutano a riscoprire come ogni giorno, in ogni momento, l’acqua è un bene di cui non potremmo mai fare a meno.

Da ottobre 2014 i film saranno disponibili su una piattaforma online, e a dicembre 2014, una giuria composta da Milano Film Festival, un rappresentante di Gruppo CAP e Metropolitana Milanese decreterà il film vincitore, a cui verrà assegnato un premio di 2.000 euro e che verrà presentato durante EXPO 2015 nello spazio di Gruppo CAP e Metropolitana Milanese.

La Parte 1 e 2 dei Cortometraggi è in programma sabato 13 settembre alle ore 11 al Teatro Strehler. Ingresso libero.

 

MYMOVIES – Sei lungometraggi del Concorso formano il ricco programma della Sala Web della 19a edizione del Milano Film Festival, che torna per il terzo anno consecutivo, ogni sera su MYMOVIESLIVE!. Sabato 13 settembre alle 21.30 in programma Forma di Ayumi Sakamoto.

 

VERNIXAGE

Per il quarto anno consecutivo verniXage prova a indagare le aree interstiziali tra il sistema dell’arte contemporanea e quello del cinema. In programma Panel – Art Cinema: Prove di sistema (sabato 13 settembre ore 17, Scatola Magica. Ingresso libero), che si propone di indagare i possibili sviluppi e di tracciare il perimetro di una scena liminale come l’Art Cinema, una realtà in continua espansione ma ancora tesa tra due sistemi conclamati come quello dell’arte contemporanea e il cinema.

Partecipano Benjamin Cook (Lux – Artists’ Moving Image), William Fowler (Curatore di Moving Image al BFI), l’artista Loretta Fahrenholz e Leonardo Bigazzi (Curatore allo schermo dell’arte Film Festival).

 

EVENTI SPECIALI

Meet Miloš Tomić – Discussione con Miloš Tomić e proiezione di una selezione dei suoi lavori, scelti dal regista e dal Milano Film Festival: tra gli altri, Clay Pigeon, cortometraggio del 2005 su un addio infinito fatto di giochi amorosi, Spitted by Kiss, che racconta di un giovane uomo che ha deciso di vivere letteralmente “sulla strada”, Skitter è invece quello che si chiama un ‘onesto thriller erotico’ e infine Milos Tomic sold…dove in un attimo ci si trasforma in un vero soldato (sabato 13 settembre ore 20, Scatola Magica). In lingua inglese.

 

SEVEN – i film del Milano Film Network

Il Milano Film Network (MFN) è la rete che unisce l’esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi per offrire una proposta culturale lungo tutto l’anno e una serie di servizi per chi si occupa di cinema e audiovisivo a Milano e in Italia (www.milanofilmnetwork.it). MFN distribuisce le opere che hanno riscontrato maggior successo di critica e pubblico durante i sette Festival del Network, rilanciandole nel circuito nazionale. Al Milano Film Festival speciale proiezione dei primi 7 film del catalogo. In programma 7 Cajas di Juan Carlos Maneglia e Tana Schembori, ambientato ad Asuncion dove il diciassettenne Victor, che esegue piccoli lavori nell’immenso mercato municipale è attratto dai film polizieschi hollywoodiani e sogna di acquistare un cellulare. La svolta arriva quando un uomo gli promette 100 dollari per trasportare sette casse in un luogo segreto … Premio del Pubblico 23° Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina 2013 (sabato 13 settembre ore 15, Scatola Magica).

 

milano film festivalino

Sabato 13 settembre alle ore 15 alla Cascina Cuccagna proiezione di cortometraggi di animazione; dalle 16 alle 18 laboratorio con Bruna Ferrazzini e Ilaria Turba: AnimaBiriki vola al Milano Film Festival.

Domenica 14 settembre dalle 15 alle17 proiezione di cortometraggi di animazione e area di gioco libero con i personaggi di AnimaBIRIK.

 

Flying trees – Un laboratorio per realizzare i Kokedama, antica tecnica giapponese ispirata ai bonsai. Il muschio che racchiude la pianta la rende completamente naturale, ecologica e sostenibile per l’ambiente.

Il kokedama può essere anche appeso, creando dei suggestivi micromondi volanti. In collaborazione con Fiskars.

Sabato 13 settembre alle 12:00, alle 15:00 e alle 17:30 al Parco Sempione. Ingresso libero.

 

INCONTRO – La leggenda di Robin Hood, lettura per bambini a cura di Libreria Don Durito – Cantiere, Araxè e Ass. La Banda dei Pirati. Ingresso libero.

 

CERIMONIA DI PREMIAZIONE E FILM VINCITORI

Domenica 14 settembre alle 19 al Teatro Studio Melato si terrà la Cerimonia di Premiazione con proiezione dei cortometraggi vincitori, che saranno replicati al Teatro Studio Melato alle 21.30. Ingresso libero.

La serata prevede anche la consueta proiezione del lungometraggio vincitore (domenica 14 settembre ore 22.30, Auditorium San Fedele).

 

LIVE FROM MFF

Ultimi e imperdibili appuntamenti di PARKLIVE 2014.

Sabato 13 settembre dalle 18.30 Barbara Cavalieri; dalle 19.30 manupuma. Ingresso libero. A seguire alle 23 djset di Tommaso Toma e ballo al Parco fino alle 3.

Domenica 14 settembre alle 17, Le Gros Ballon + Nausica + C+C=Maxigross; a seguire Giobia. Dalle 23 si chiude in bellezza con djset ALL STAR DJs.

 

JAZZ SET

Ogni sera sul Sagrato del Teatro Strehler a partire dalle 19 si alzeranno note jazz: a suonarle saranno alcuni allievi dei Civici Corsi di Jazz – Fondazione Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

L’appuntamento è dal 4 al 14 settembre 2014; per tutti gli aggiornamenti è sempre consultabile il sito www.milanofilmfestival.it

 

Milano Film Festival è una produzione esterni

*esterni è un’impresa culturale che dal 1995 progetta spazi pubblici, disegna servizi per piccole e grandi comunità, promuove e realizza eventi di aggregazione, sviluppa campagne di comunicazione necessaria e partecipata. Lavora con enti pubblici e privati in Italia e all’estero, condividendo competenze, progetti e risorse.

www.esterni.org

 

Milano Film Festival è socio fondatore di Milano Film Network

(MFN), un progetto realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo che mette in rete 7 festival milanesi, per offrire una proposta culturale lungo tutto l’anno e alcuni servizi per chi si occupa di cinema.

Ne fanno parte il Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival, Sguardi Altrove Film Festival, Sport Movies & Tv Fest.

www.milanofilmnetwork.it

 

 

Ufficio stampa di Milano Film Festival

Francesca Gerosa_+39.340.2350215_francesca@milanofilmfestival.it

Valentina Calabrese_+39.338.3905642_valentina.calabrese87@gmail.com

MAE Milano Arte Expo –mail:milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Valentina Calabrese – l’ufficio stampa – per le informazioni sul programma del Milano Film Festival 2014.

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *