Fabbrica del Vapore a Milano mostra dei 10 finalisti del Premio Griffin 2014

Fabbrica del Vapore - Premio Griffin

Fabbrica del Vapore – Premio Griffin, i finalisti

Milano Arte: a Fabbrica del Vapore dal 6 al 26 giugno la mostra dei 10 finalisti del Premio Griffin 2014– presidente di giuria Ivan Quaroni – con inaugurazione giovedì 5 giugno, alle ore 18.30, nel corso della quale verranno proclamati i vincitori tra gli Artisti emergenti e Studenti d’arte. Sono più di 1000 gli artisti candidati al Premio Griffin, nato per promuovere il talento di artisti under 35 che lavorano in Italia, nonché studenti delle scuole di alta formazione artistica. Le opere degli artisti finalisti sono visionabili al > sito. I finalisti della categoria Artisti emergenti sono: Paolo Bini (Battipaglia, SA), Giuseppe Costa (Palermo), Annalisa Fulvi (Milano), Claudia Marini (Lodi), Stefania Ruggieri (San Giorgio su Legnano, MI). >

I finalisti della categoria Studenti d’Arte sono: Chiara Campanile (Accademia di Belle Arti di Venezia), Xhimi Hoti (Accademia di Belle Arti Cignaroli di Verona), Hyeok Lee (Accademia di Belle Arti di Brera), Livia Oliveti (RUFA – Roma University of Fine Arts), Florian Zyba (Accademia di Belle Arti di Brera).

Annalisa Fulvi, Non ci resta altro da fare, 2014, 120x145 cm, acrilico su tela

Annalisa Fulvi, Non ci resta altro da fare, 2014, 120×145 cm, acrilico su tela

Il vincitore della categoria Artisti emergenti sarà ricompensato con una residenza d’arte di 3 mesi in Francia presso “Les Ateliers du Plessix Madeuc”; con una mostra collettiva alla Griffin Gallery a Londra e una ricca dotazione di materiale professionale per belle arti (per il valore di 1500 Euro).
Quello della categoria Studenti d’arte, con una personale, da novembre 2014 a gennaio 2015, all’Università Bocconi a Milano, con la realizzazione di un’opera a favore della società organizzatrice del Premio Griffin che entrerà a far parte della collezione dell’azienda Colart Italiana SpA, per essere esposta in mostre collettive e con un catalogo personale e una ricca dotazione di materiale professionale per belle arti (per il valore di 1000 Euro).

La Giuria internazionale, presieduta da Ivan Quaroni – critico d’arte e curatore – e composta da Flavio Arensi – critico d’arte e curatore, Olivier Dupuy – fondatore Les Ateliers du Plessix Madeuc in Francia, Matteo Lorenzelli – titolare della galleria Lorenzelli Arte a Milano, Rebecca Pelly Fry – direttrice della Griffin Gallery a Londra, Severino Salvemini – professore ordinario di Organizzazione aziendale e presidente del Comitato Arte Università Bocconi di Milano, ha vagliato le oltre 1000 candidature giunte alla segreteria organizzativa del Premio.
“La commissione – ha dichiarato il presidente della Giuria, Ivan Quaroni – ha valutato la maturità delle opere dei candidati e la loro coerenza rispetto alle opere di sostegno. Ogni membro della giuria ha espresso liberamente e autonomamente il proprio giudizio e poi si è proceduto alla scrematura delle opere più interessanti su un range di oltre 1000 artisti. I 10 finalisti, 5 per ogni categoria, sono dunque il risultato di un processo di analisi e di selezione che ha trovato i giurati concordi, pur nella diversità di sensibilità e punti di vista, sull’adozione di criteri che tenessero conto delle qualità tecniche, dell’originalità e del livello di consapevolezza dei partecipanti”.

Il Premio Griffin, giunto alla sua seconda edizione, è ideato da Winsor & Newton, Liquitex e Conté à Paris e promosso da Colart Italiana SpA, col patrocinio di GAI – Giovani Artisti Italiani e dell’Università Bocconi di Milano.
Due sono le categorie nelle quali si suddivide: la prima è riservata ad artisti emergenti di ogni nazionalità, residenti in Italia, che si sono laureati, nel 2009 o successivamente, presso un’accademia di belle arti o in un istituto di formazione artistica.
La seconda, a studenti di ogni nazionalità che stanno frequentando un regolare corso di studi nelle accademie di belle arti italiane o in un istituto di formazione artistica post liceale.
I partecipanti dovranno presentare un’opera a tema libero di pittura, grafica e disegno realizzate con qualunque tecnica e su qualsiasi supporto.

Claudia Marini, Grovigli, 2014, dittico, 140x50 cm, collage su carta copy

Claudia Marini, Grovigli, 2014, dittico, 140×50 cm, collage su carta copy

Premi d’arte mostre expo eventi alla Fabbrica del Vapore di Milano:

PREMIO GRIFFIN Mostra dei 10 finalisti

Paolo Bini, Giuseppe Costa, Annalisa Fulvi, Claudia Marini, Stefania Ruggieri

e

Chiara Campanile, Xhimi Hoti, Hyeok Lee, Livia Oliveti, Florian Zyba

Milano, Fabbrica del Vapore (Via Giulio Procaccini, 4)
6-26 giugno 2014
Inaugurazione: 5 giugno ore 18.30

Orari: dal lunedì al sabato, ore 16.30 – 19.30 e su prenotazione a segreteria@premioartegriffin.it

Chiara Campanile, Mangiando salsicce con Giuseppe Abate, Olio e acrilico su tela, 90x85cm, 2014

Chiara Campanile, Mangiando salsicce con Giuseppe Abate, Olio e acrilico su tela, 90x85cm, 2014

PREMIO GRIFFIN 2014
www.premioartegriffin.it
segreteria@premioartegriffin.it

Ufficio stampa
CLP Relazioni Pubbliche
Anna Defrancesco, tel. 02 36 755 700
anna.defrancesco@clponline.it

Giuseppe Costa, Montagna Longa, 2013, serie Heimat, carboncino e grafite su carta, 32,5x20 cm

Giuseppe Costa, Montagna Longa, 2013, serie Heimat, carboncino e grafite su carta, 32,5×20 cm

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com– ringrazia l’ufficio stampa CLP Relazioni Pubbliche per le informazioni e le immagini relative alla mostra dei 10 finalisti del PREMIO GRIFFINI  Paolo Bini, Giuseppe Costa, Annalisa Fulvi, Claudia Marini, Stefania Ruggieri e Chiara Campanile, Xhimi Hoti, Hyeok Lee, Livia Oliveti, Florian Zyba.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *