Milano asta di arte contemporanea a Palazzo Reale, Nutrire la pace energia della vita in collaborazione con Sotheby's

ASTA A PALAZZO REALE MILANO - In collaborazione con Sotheby's

ASTA A PALAZZO REALE MILANO – In collaborazione con Sotheby’s

ASTA A PALAZZO REALE MILANO – In collaborazione con Sotheby’s giovedì 15 maggio alle 19,30 l‘asta di arte contemporanea Nutrire la pace energia della vita – a cura di Arturo Schwarz – a favore di CIPMO (Comitato Italiano per la Pace in Medio Oriente) e Hope Onlus (una ONG che si occupa dell’infanzia abbandonata in Medio Oriente). L’Asta ha il patrocinio del Comune di Milano. Date le finalità umanitarie dell’iniziativa, le opere saranno battute ad un prezzo di partenza estremamente conveniente. L’intero ricavato dell’asta sarà devoluto al sostegno dei progetti di CIPMO e Hope Onlus. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti: segreteria@hopeonlus.org Per informazioni: Hope 02.36598688 – Cipmo 02.866147. > 
Comitato Italiano per la Pace in Medio Oriente – Grazie alle risorse finanziarie donate da tanti preziosi amici che amano l’arte contemporanea e amano la pace, Cipmo realizzerà il progetto “Mediterranean Peace channels. The Mirror of the Other”. Il progetto si propone di realizzare incontri in Italia tra esponenti della società civile israeliani, palestinesi e arabi, lontano dai riflettori. Le diplomazie da sole non bastano a fare la pace, che va costruita anche dal basso. Donne, insegnanti, giovani leader, policy makers, sindaci, esperti, si incontrano per conoscere l’“Altro”, costruire occasioni di riflessione e sviluppare insieme idee e proposte. Contemporaneamente, questo stesso progetto crea canali di contatto e conoscenza tra la nostra realtà e quella mediterranea, consentendo a insegnanti e studenti di Istituti superiori milanesi di entrare in contatto con classi di Istituti di Egitto, Israele, Marocco, Palestina, Tunisia, Turchia.
Conoscere l’Altro per abbattere le barriere e costruire insieme percorsi di convivenza e di pace.

Emilio Tadini, senza titolo- 1965, matita su carta, 73x56cm, Courtesy Collezione Giorgio Marconi

Emilio Tadini, senza titolo- 1965, matita su carta, 73x56cm, Courtesy Collezione Giorgio Marconi

Hope onlus donerà alla Casa di Accoglienza di Sephoris (Nazareth) la “Fabbrica dei Sogni”, un innovativo laboratorio dove l’arte e la creatività sono messe al servizio del percorso terapeutico. La Casa di Sephoris è un luogo di cura e di pace che ha permesso, fino ad oggi, a migliaia di bambini di differenti etnie e religioni di riconoscersi simili e vicini nel bisogno che segna la loro vita. Situato all’interno di un moshav ebraico, in un’area del paese prevalentemente abitata da arabi musulmani, accoglie più di 200 bambini e adolescenti, fra 0 e 17 anni, orfani, in affido e con gravi problemi familiari. Il loro percorso educativo e terapeutico è ispirato a principi di rispetto dell’appartenenza etnica e religiosa di ciascuno.
Hope dal 2009 ha accolto l’appello di aiuto della comunità e sta sviluppando un programma di riqualificazione globale della struttura e dei percorsi pedagogici, per allontanare un concreto ed imminente pericolo di chiusura e permettere di proseguire al meglio la propria opera nel futuro. E’ grazie all’aiuto e alla generosità di ciascuno che quest’opera potrà essere realizzata.

 

Arturo Schwarz: Dall’aprile del 1968 sino al dicembre del 1972 pubblicai i 15 fascicoli dei Quaderni del Medio Oriente. La nostra linea editoriale aveva fatto sua due precetti della saggezza popolare, l’uno ebraico l’altro arabo. “Quando un forestiero faccia dimora con voi nel vostro paese, non dovete fargli sopruso. Il forestiero dimorante con voi deve essere per voi uguale ad un vostro indigeno, e amerai per lui quello che ami per te; perché anche voi siete stati forestieri nella terra d’Egitto” (Levitico, 19: 33- 34). Quello arabo, un’ingiunzione brevissima – recita, “Se vivi in un’isola, fatti amico del mare”. Cipmo e Hope operano coraggiosamente secondo questi stessi prinicipi, con l’obiettivo di far dialogare i protagonisti di un conflitto eterno, realizzando progetti che aiutano chi la pace tenta quotidianamente di realizzarla in silenzio.

 

Lucio Del Pezzo, 9 elementi- 1972 metacrilato e perpex, multiplo 1115, 70x70cm, Courtesy Fondazione Mudima

Lucio Del Pezzo, 9 elementi- 1972 metacrilato e perpex, multiplo 1115, 70x70cm, Courtesy Fondazione Mudima

Gad Lerner: Le diplomazie non bastano a nutrire la pace in Medio Oriente e nel mondo.
E’ necessario l’intervento della società civile, con azioni dal basso in grado di costruire canali di dialogo e di comunicazione tra le parti.
E’ più che mai essenziale sostenere l’opera di chi costruisce la pace ogni giorno, come da tanti anni fanno CIPMO e HOPE.
76 artisti hanno scelto di contribuire con le loro opere a realizzare un filo di pace: ciascuno di noi dovrebbe seguire il loro esempio e aiutare CIPMO e HOPE a nutrire la pace energia della vita.

All’asta a palazzo Reale in collaborazione con Sotheby’s saranno presenti opere dei seguienti artisti:

Alberto Abate Getulio Alviani Vittorio Amadio Roberto Barni Gabriella Benedini Mirella Bentivoglio Giovanni Bonaldi Lorenzo Quintilio Bonini Eugenio Carmi Gennaro Castellano Vannetta Cavallotti Mario Ceroli Sandro Chia Andrea Chiaravalli Marco Colazzo Pietro Paolo Collini Bruno Conte Sergio Dangelo Fabio De Sanctis Lucio Del Pezzo Enrico Della Torre Gillo Dorfles Pablo Echaurren Nanni Embor Antonio Fiore Antonio Fomez Salvatore Garau Franco Gervasio Gianfranco Goberti Marcello Guasti Sam Havadtoy Maurice Henry Emilio Isgrò Marie Laurencin Stefano Levi Della Torre Liuba Arnaldo Marcolini Teresa Maresca Renzo Margonari Livio Marzot Giuseppe Migneco Renato Missaglia Vincenzo Missanelli Maria Mulas Luigi “Raptuz” Muratore Barbara Nahmad Ugo Nespolo Romano Notari Claudio Olivieri Dana Ondrejovic Mimmo Paladino Antonio Paradiso Paolo Pasotto Luca Maria Patella Guido Peruz Ercole Pignatelli Concetto Pozzati Tiziana Priori Salvatore Provino Bruno Quaggio Gigi Rigamonti Edoardo Romagnoli Margherita Rosenberg Levo Salvo Russo Salvatore Russo Antonio Salvador Remo Salvadori Edoardo Schapira Eugenia Serafini Pietro Spica Fausta Squatriti Mauro Staccioli Emilio Tadini Lolita Timofeeva Grazia Varisco Marilena Vita Toni Zarpellon
CIPMO, Corso Sempione, 32 b 20154 Milano, Tel. +39.02866147, Fax: +39.02866200, cipmo@tin.it, www.cipmo.org

Associazione Hope Onlus, Via Spartaco, 10, 20135 Milano, Tel. +39.0236598688, Fax +39.0236598689
segreteria@hopeonlus.org, www.hopeonlus.org

ringrazia il Centro Artistico Alik Cavaliere per le informazioni sull’Asta di Arte Contemporanea Nutrire la pace energia della vita a cura di Arturo Schwarz a Palazzo Reale in collaborazione con Sotheby’s a favore di CIPMO Comitato Italiano per la Pace in Medio Oriente e Hope Onlus.

Ercole Pignatelli, Masseria d'estate olio su tela, 67x65cm, Courtesy Galleria Tega

Ercole Pignatelli, Masseria d’estate olio su tela, 67x65cm, Courtesy Galleria Tega

MAE Milano Arte Expo, blogzine –mail:milanoartexpo@gmail.com- ringrazia il Centro Artistico Alik Cavaliere per le informazioni sull’Asta di Arte Contemporanea Nutrire la pace energia della vita a cura di Arturo Schwarz a Palazzo Reale in collaborazione con Sotheby’s a favore di CIPMO Comitato Italiano per la Pace in Medio Oriente e Hope Onlus.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *