Fuorisalone 2014 KENGO KUMA Stone Forest alla Università Statale

Fuorisalone 2014 KENGO KUMA Stone Forest alla Università Statale

Fuorisalone 2014 KENGO KUMA Stone Forest alla Università Statale

Fuorisalone 2014 Università degli studi di Milano via Festa del Perdono 7 (vedi MAPPA) cortile legnaia: KENGO KUMA Stone Forest. Alla Università Statale, nella cornice della mostra Feeding new ideas for the city verso EXPO MILANO 2015 della rivista Interni – recensione di Elisa Lucrezia Marra per Milano Arte Expo. KENGO KUMA nasce nel 1954 a Yokohama (Giappone). Master in architettura all’Università di Tokio nel 1979. Dal 1985 al 1986 studia alla Columbia University come Visiting Scholar. Nel 1990 fonda Kengo Kuma & Associates. Stone Forest è una composizione di moduli in marmo di Carrara che richiama le tradizionali tecniche giapponesi di costruzione delle case in legno, con l’intento di replicarne il senso di leggerezza e l’effetto dell’artigianalità, La sapiente disposizione dei moduli lapidei genera una maglia strutturale differenziata in grado di sorreggere l’intera costruzione. La forma tridimensionale multipla della composizione consente di scoprire prospettive sempre differenti e visioni inattese. La leggerezza della forma e la durezza della sostanza creano contrasto anche nella fruizione dell’opera, inattesi punti di vista danno fluidità e impressione di mobilità all’opera marmorea. >

KENGO KUMA ha insegnato presso la Keio University dal 2001 al 2008, all’Università dell’Illinois di Urbana-Champaign nel 2008 e nel 2009 è diventato Professore presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Tokyo. Tra le opere principali di Kuma vale la pena menzionare l’Osservatorio Kiro-san (1994), la guesthouse Water/Glass (1995, premiata con l’AIA Benedictus Award), il Noh Stage in Forest del Toyoma Center for Performance Arts (premiato nel 1997 con l’Architectural Institute of Japan Annual Award), il Museo Nakagawamachi Bato Hiroshige (2000, premiato con The Murano Prize). Tra le opere più recenti vi sono il Museo Suntory (2007, Tokio), il Museo Nezu (2009, Tokio), il Museo Yusuhara Wooden Bridge (2010, Yusuhara), il Centro Informazioni Turistiche e Culturali Asakusa (2012, Tokio), il Nagaoka City Hall Aore (2012, Nagaoka) e il teatro Kabukiza (2013, Tokio). In Francia ha realizzato il Centro Artistico e Cité de la Musique di Besançon (2012) e il Frac (Fond Regional d’Art Contemporaine) di Marsiglia (2013). Numerosi i grandi progetti in corso all’estero, tra cui l’edificio del nuovo Victoria & Albert Museum di Dundee (Scozia) e il Centro Multifunzionale Universitario dell’Epfl di Losanna (Svizzera). È International Fellow del Riba nel Regno Unito e Honorary Fellow dell’Aia – USA.

Salvatori
L’azienda da oltre sessant’anni affianca architetti, designer e costruttori attraverso una innovativa ricerca che l’ha resa famosa in ambito internazionale e nel mercato per la produzione di marmi e materiali lapidei. Il brand è stato fondato nel secondo dopoguerra in un’area della Toscana – tra Pietrasanta e Forte dei Marmi – famosa sia per le sue splendide cave, sia per i tradizionali processi di lavorazione della pietra. Gabriele Salvatori, art director del marchio, è la terza generazione di questa importante realtà. Al fine di valorizzare il materiale lapideo, grazie a trattamenti esclusivi che negli anni ha saputo sperimentare e ottimizzare, Salvatori ha fatto della ricerca uno dei suoi pilastri: l’azienda ha infatti raccolto la sfida del terzo millennio verso la sostenibilità e lo scarso impatto ambientale con la creazione di Lithoverde.

Fuorisalone 2014 per la Milano Design Week alla Statale:

Stone Forest Kengo Kuma & Associates

installazione Stone Forest (misure 4,5 x 7,5 x h 3,55 m)
progetto KENGO KUMA & ASSOCIATES
realizzazione SALVATORI

fragranza Bianco di Carrara di Salvatore Ferragamo
con Asahi Building-Wall Corporation, Kajima Corporation, Obayashi Corporation, Shimizu Corporation, Taisei Corporation, Takenaka Corporation
luci Viabizzuno

MAE Milano Arte Expo  – mail: milanoartexpo@gmail.com – ringrazia Elisa Lucrezia Marra per il testo sul Fuorisalone 2014 alla Statale con la installazione Stone Forest di Kengo Kuma, nel contesto della mostra Feeding new ideas for the city della rivista INTERNI.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *