Concerto Jazz a Spazio Tadini: Andrea Di Biase, Alessandro Lanzoni Top Jazz 2013 miglior nuovo talento dell'anno e Michele Salgarello

Jazz-Spazio-Tadini-Dogma-Tour-2014Serata all’insegna dell’arte e della musica jazz a Spazio Tadini sabato 29 marzo 2014. Il gruppo DOGMA, in tour da oggi, lunedì 24 marzo, per presentare il proprio materiale in occasione della prossima registrazione del omonimo disco, ha scelto Spazio Tadini come data ed evento milanese. Alle ore 21, in concomitanza con le inaugurazioni di Emiliano Scatarzi ed Ernesto Terlizzi (ore 18:30), il collettivo composto dai tre più dinamici jazzisti italiani della nuova generazione – Andrea Di Biase, Alessandro Lanzoni Top Jazz 2013 miglior nuovo talento dell’anno e Michele Salgarello – proporrà un repertorio di brani originali che evidenziano il suono del trio, che volge lo sguardo verso una precisa estetica compositiva, riconducibile a figure quali Vijay Iyer, Django Bates, Craig Taborn, Dave Holland e Drew Gress. 

DOGMA è il nuovo laboratorio creativo di tre dei più dinamici jazzisti italiani della nuova generazione: Alessandro Lanzoni al pianoforte, Andrea Di Biase al contrabbasso e Michele Salgarello alla batteria.

Singolarmente i tre musicisti hanno collezionato collaborazioni con alcuni dei più prestigiosi nomi del jazz nazionale ed internazionale com KENNY WHEELER, LEE KONITZ, ALDO ROMANO, RALPH ALESSI, KURT ROSENWINKEL, NORMA WINSTONE, CHIHIRO YAMANAKA, XAVIER DAVIS, ANTONIO ZAMBRINI, ANTONIO FARAO’, FABRIZIO BOSSO, ROSARIO GIULIANI, giusto per citarne alcuni, ed esibizioni in molti dei più importanti festival e club del mondo, oltre ad una vasta esperienza discografica sia a proprio nome che in qualità di sideman per numerose etichette discografiche.

DOGMA, volutamente un collettivo come direzione ed estetica, combina le ultime influenze del jazz più attuale investendo le proprie energie verso una scrittura dalle forme complesse, dove metriche inusuali cercano un ideale punto d’incontro con una ricerca melodica e armonica fuori dal comune.

Andrea-Di-Biase

Jazz @Spazio Tadini, Dogma Tour 2014, nella foto Andrea Di Biase

Andrea Di Biase

Il contrabbassista e compositore Andrea Di Biase ha studiato contrabbasso classico presso il Conservatorio di Milano. Ha poi frequentato il Master in jazz alla Guildhall School of Music and Drama di Londra, diplomandosi con distinzione di merito sotto la guida di maestri quali John Taylor, Rufus Reid e Chris Laurence. Andrea ha tenuto concerti in Inghilterra con musicisti del calibro di Stan Sultzman, Norma Winstone, Pete Saberton e Asaf Sirkis. Fa parte, insieme al pianista Liam Noble, del nuovo trio del leggendario trombettista Kenny Wheeler . Ha vinto per più anni consecutivi borse di studio della Fondazione Sienajazz, l’ultima delle quali per rappresentarla al Meeting Internaizonale della IASJ (International Association of Schools of Jazz) che si è tenuto nel 2011 a San Paolo in Brasile,  occasione in cui ha suonato con un’altro grande del jazz: Dave Liebman. Si è esibito in vari festivals internazionali come il The Hague Jazz Festival (il Jazz Festival dell’Aia) in Olanda, il London Jazz Festival in Inghilterra e il Festival del Cinema d’autore di Milano alla Cineteca.  Nel 2009 ha registrato il suo primo album da leader e compositore con il quartetto Oltremare con Antonio Zambrini al piano e i musicisti inglesi Jon Scott alla batteria e Mike Chillingworth ai sax.  L’album Uncommon Nonsense è stato pubblicato nel 2011 dalla prestigiosa etichetta inglese Babel. E’ anche co-leader del Dialogues Trio con il pianista inglese Bruno Heinen e con il batterista Jon Scott con i quali ha registrato il disco Twinkle Twinkle con la eccezionale partecipazione del sassofonista Julian Siegel.

Alessandro_Lanzoni

Jazz @ Spazio Tadini, Dogma Tour 2014, nella foto Alessandro Lanzoni “Top Jazz 2013” miglior nuovo talento dell’anno

Alessandro Lanzoni

Alessandro si è affermato molto presto anche in veste di leader, e può già vantare una significativa esperienza internazionale in Europa, America Latina, Israele e Stati Uniti, dove ha ricevuto recensioni lusinghiere e insolite per un musicista straniero (Ira Gitler, dopo averlo ascoltato in Piano Solo nel palazzo dell’ONU, nella sua colonna su Jazzimprov. NY ha  avuto modo di affermare, dall’alto dei suoi settant’anni di pura storia del jazz: “Non dovrebbe essere giudicato come un giovane musicista. E’ già eccezionale, e  rischia di diventarlo ancora di più”). L’assegnazione del “Top Jazz 2013come miglior nuovo talento dell’anno, attribuito dai più qualificati giornalisti italiani per la rivista Musica Jazz , colloca ormai a pieno titolo Alessandro Lanzoni fra gli artisti di maggiore personalità del jazz italiano, forte anche di un curriculum che, potendo già vantare esperienze di assoluto prestigio, da diversi anni lo ha imposto all’attenzione del mondo musicale. Il nuovo album in trio “Dark Flavour”, recentemente pubblicato dalla Cam Jazz, è stato accolto dalla critica come testimonianza di una crescita artistica che rende ormai del tutto fuori luogo quell’etichetta di “enfant prodige” che ha contrassegnato gli esordi di una carriera iniziata a soli 14 anni con l’affermazione al Premio Massimo Urbani (2006) e proseguita col Primo Premio al “Luca Flores” di Firenze (2008), fino all’assegnazione del premio “Best Young Soloist” al prestigioso concorso “Martial Solal” di Parigi (2010). La sua formazione di musicista è frutto di un percorso intenso, sviluppato in due direzioni: gli studi “classici”, culminati col Diploma di Pianoforte conseguito nel 2012 col massimo dei voti, Lode e Menzione d’onore presso il Conservatorio Cherubini di Firenze sotto la guida di Giovanna Prestia, e l’approfondimento del linguaggio jazzistico: dalle prime lezioni con L. Pieri e M. Grossi alla frequenza dei corsi estivi di Siena Jazz e della Berklee di Boston come borsista delle Clinics  di Umbria Jazz, fino al Corso Biennale InJam, nell’ambito di Siena Jazz, grazie al quale ha potuto fruire degli insegnamenti di Maestri del calibro di Danilo Perez, Kenny Werner, Aaron Goldberg, Steve Kuhn, John Taylor, Franco D’Andrea, Stefano Battaglia, Danilo Rea. Inoltre, a testimoniare una non comune versatilità di musicista, lo studio del violoncello e della composizione (prossima la Laurea Specialistica in Composizione e Arrangiamento Jazz al Conservatorio di Firenze)

Michele-Salgarello

Jazz @ Spazio Tadini, Dogma Tour 2014, nella foto Michele Salgarello

Michele Salgarello

http://www.michelesalgarello.com/#!bio2/cigy

per maggiori informazioni su Alessandro Lanzoni  (vincitore del premio Top Jazz della rivista Musica Jazz come migliore talento del 2013)  il suo sito: http://www.alessandrolanzoni.com/

ed anche:
http://www.andreadibiase.com/
http://www.michelesalgarello.com/#!home/c1pn7

Informazioni e prenotazioni: Spazio Tadini, federicapaola@spaziotadini.it, +39 02 26 82 97 49

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *