Primavera di Milano mostre d’arte, concerti, spettacoli teatrali, festival ed eventi in programma

Primavera di MilanoPrimavera di Milano è fatta di mostre d’arte, concerti, spettacoli teatrali, festival ed eventi. Un robusto programma / palinsesto culturale per una Milano sempre più al rilancio verso Expo 2015. Nel corso dei prossimi mesi, e fino all’estate, la Primavera di Milano prevede oltre cento iniziative in una moltitudine di spazi e luoghi della città. Si comincia subito con una mostra di fotografia: LA VISTA I DODICI RIFLESSI, dal 5 marzo al 20 maggio nelle biblioteche Sormani, Sant’Ambrogio, Crescenzago, Parco Sempione, Affori, Zara, Quarto Oggiaro. L’expo, a ingresso libero, è una mostra fotografica declinata in 7 tappe, itinerante nelle biblioteche. Le immagini sono l’interpretazione di giovani fotografi emergenti su tre temi: Palazzo Serbelloni; Milano; la cittadinanza. Il percorso espositivo è un anticipo e un invito alla grande mostra finale che si terrà nelle sale del Palazzo Serbelloni il 24 e il 25 maggio. Ricordiamo anche che dall’8 al 13 aprile 2014 in concomitanza con il Salone del Mobile e i numerosissimi Fuorisalone 2014, i musei civici di Milano saranno a ingresso gratuito grazie alla collaborazione con il COSMIT. > 

Filippo Del Corno, assessore alla Cultura spiega: “Dopo il grande successo di ‘Autunno Americano’, presentiamo oggi il secondo palinsesto per la prossima stagione culturale milanese. Un progetto dedicato alla nostra città, alla centralità che ha sempre avuto nella storia, e ai suoi ‘figli’ che l’hanno resa grande in Italia e nel mondo e che, anche se nati altrove, hanno trovato qui terreno fertile per la loro creatività. Una stagione che trova il fulcro della sua programmazione in un nucleo di esposizioni dedicate a grandi personalità della storia dell’arte e della cultura milanesi, come Bernardino Luini, Piero Manzoni, Bruno Munari e Luca Beltrami”.

mostra Piero Manzoni Milano

mostra dedicata a Piero Manzoni a Milano dal 26 marzo – 2 giugno 2014 a Palazzo Reale

Arte moderna e contemporanea con mostre, concerti e spettacoli teatrali, incontri e retrospettive, festival e sagre, iniziative dedicate ai bambini ed eventi “pop”, per un totale di 107 eventi in programma.

“Oltre ad essere stata costruita con molta attenzione alla qualità della proposta complessiva – chiosa Del Corno – la ‘Primavera di Milano’ sarà sostenuta da una comunicazione forte e molto connotata, non solo per dare ampia pubblicità al palinsesto, ma anche per garantire il giusto riconoscimento, in termini di visibilità, a tutti i partner che vi hanno collaborato”.

La sezione Art della ‘Primavera di Milano’ prevede, oltre a un ricco programma di expo d’arte moderna e contemporanea, un inedito itinerario museale alla riscoperta di opere simbolo dei luoghi d’arte e cultura della città. Grazie a ‘Un’opera per Milano’, questo il titolo dell’iniziativa, ogni spazio museale cittadino – non solo i musei civici – ha infatti scelto all’interno della propria collezione un’opera specificamente legata al “carattere” di Milano, proprio per rappresentarla e conoscerla meglio. Le opere, ventotto in totale, sono indicate nei percorsi espositivi con il logo della ‘Primavera di Milano’. Dall’8 al 13 aprile durante il Salone del Mobile, i musei civici potranno essere visitati gratuitamente grazie alla collaborazione con il COSMIT.
Presso la GAM Galleria d’Arte Moderna saranno presentate in un nuovo allestimento le preziose Raccolte Grassi e Vismara, frutto della passione collezionistica di due esponenti di rilievo della Milano degli anni ’50, che vantano opere di artisti come Manet, Van Gogh e Picasso.

mostra Bruno Munari Milano

mostra Bruno Munari al Museo del Novecento di Milano 5 aprile – 7 settembre 2014

La sezione Performance della Primavera di Milano vede, tra le altre, l’omaggio a due artisti che sono stati grandi interpreti del loro tempo, oltre che della loro ‘milanesità’: Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci, ai quali sono dedicati concerti e appuntamenti nei teatri e in altri luoghi della città. Al Teatro Out Off va in scena ‘Affabulazione’, dramma generazionale ambientato da Pier Paolo Pasolini nella Milano degli anni ’60; mentre al Teatro Elfo Puccini, con ‘Viva l’Italia’, si ripercorre la storia degli ‘anni di piombo’ milanesi.

Nella sezione Media viene raccontata la Milano di Carlo Castellaneta, famosa grazie ai suoi libri e da scoprire grazie a itinerari da percorrere a piedi e/o in autobus. Dal 18 giugno sarà on line un nuovo portale, realizzato dalla Fondazione Pini, che raccoglierà 14 tra case, atelier e studi di architettura, diventati oggi musei di protagonisti della cultura, dell’arte e della storia di Milano. Il 21 giugno, nelle librerie indipendenti e nelle biblioteche della città, ‘Letti di notte’ celebrerà la vocazione editoriale di Milano con la ‘notte bianca del libro e della lettura’.

Per la sezione Kids, il programma della Primavera di Milano prevede il concerto della Filarmonica della Scala alla Fabbrica del Vapore il 17 maggio, dove per il progetto di educazione musicale ‘Sounds, Music!’ sarà eseguita ‘La Sagra della Primavera’ di Igor Stravinskij. Ispirandosi ai giocattoli realizzati dal grande grafico e designer milanese Bruno Munari, il 7 giugno i bambini dai cinque ai sette anni potranno realizzare dei divertenti ‘Pupazzi d’artista’ in gommapiuma, nel laboratorio didattico organizzato da Fondazione Pirelli.

Per la sezione Creativity&Style, i cortili e i fossati del Castello Sforzesco saranno invasi, grazie a Cracking Art, da rondini e uova di rondine giganti e multicolor, che lo trasformeranno dal 10 aprile al 30 giugno in un ‘Nido di rondini’. L’installazione sarà l’occasione per promuovere una raccolta di fondi a favore del restauro della statua equestre di Bernabò Visconti, realizzato da Bonino da Campione nel 1363, che apre il percorso del Museo d’Arte Antica al Castello Sforzesco.

Nella sezione Wellbeing, troviamo ‘Orticola’, la mostra mercato di fiori e piante che è ormai appuntamento tradizionale della primavera milanese e che quest’anno sarà dedicata alla rosa italiana e alle sue mille varietà; mentre, con ‘Fan Navigli Acqua festival’ e ‘Stranavigli’, si approfondisce la conoscenza di questa straordinaria risorsa milanese, valorizzandone cultura e tradizione.

“Da oggi – ha annunciato infine l’assessore Del Corno – oltre alla pagina Facebook, è attivo anche l’account Twitter @culturamilano e, in occasione della ‘Primavera di Milano’, abbiamo lanciato l’hashtag #primaveradimilano. Il nostro obiettivo è quello di creare una community attorno alla proposta culturale della città, attraverso un intreccio di voci e storie che abbiano per protagonisti tutti gli attori della Cultura a Milano”.

MAE Milano Arte Expo, blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano – mail: milanoartexpo@gmail.com – ringrazia l’ufficio stampa del Comune di Milano per le informazioni relative al programma della Primavera di Milano.

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *