BRERART Art Week MILANO: Fondazione Pini con Emilio Tadini, Alik Cavaliere, Mario Negri e Bongiovanni Radice

Brerart Milano

Brerart Milano – mostra a Fondazione Pini, opera di Emilio Tadini, Il collezionista, 1988 – courtesy Spazio Tadini

BRERART Art Week MILANO: mostra a Fondazione Pini con Emilio Tadini, Alik Cavaliere, Mario Negri e Bongiovanni Radice. Dal  23 ottobre 2013 fino al 27 Fondazione Pini di corso Garibaldi 2 (MAPPA), nel cuore del quartiere storicamente d’arte di Brera, partecipa alla settimana di BRERART 2013 che lega a network gallerie d’arte, showroom, associazioni culturali, fondazioni e palazzi storici di Milano. Le realtà che quest’anno fanno rete nell’expo a Fondazione Pini in occasione della Contemporary Art Week di Brerart sono il Centro Alik Cavaliere, Spazio Tadini e lo studio Mario Negri. La sede della Fondazione Adolfo Pini – fu dimora e studio del pittore Renzo Bongiovanni Radice – propone per questa occasione d’arte, oltre alla collezione permanente dei dipinti di Bongiovanni Radice, al primo piano dell’edificio, un “quartetto” di opere, rispettivamente dello scultore Alik Cavaliere, di Mario Negri, di Emilio Tadini – che è stato presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera – e dello stesso Bongiovanni Radice, nella piccola galleria della corte. > 

Questa mostra per BrerArt 2013 costituisce l’avvio di un progetto di Fondazione Pini.
Il progetto consiste nella creazione di una rete che coinvolge diverse realtà culturali presenti nel territorio della città, dunque oltre i confini del quartiere di Brera: in particolare le case / museo di Milano, già istituzioni museali di consolidata tradizione, e i meno noti musei / studio di artisti, designer, scrittori, poeti, architetti che a Milano hanno lavorato e vissuto lasciando opere, progetti, prototipi e documenti che costituiscono un patrimonio prezioso da conoscere, studiare e valorizzare.

Brerart Milano art week 2013

Brerart Milano art week 2013


Degli artisti Cavaliere, Negri, Tadini, Bongiovanni Radice proposti per BrerArt nel cuore del quartiere che li vide incisivi protagonisti e indimenticabili maestri, rimangono oggi importanti nuclei di opere e documenti presso quelli che furono i loro atelier: luoghi preservati e mantenuti attivi, dove resta forte ed emozionante la percezione del loro lavoro e del loro pensiero.
Questi luoghi di Milano, privati e non, tutti visitabili, sono dunque parte della rete in progetto di cui le opere qui esposte costituiscono un segnale.

 

Brerart - sede di Fondazione Pini Milano

Brerart – la sede di Fondazione Pini a Milano

La rete promossa dalla Fondazione Adolfo Pini ha coinvolto ad oggi tredici diverse realtà: la Fondazione Vico Magistretti, la Fondazione Achille Castiglioni, la Fondazione Franco Albini, lo Spazio Tadini, il Centro Alik Cavaliere, lo studio Mario Negri, il Museo Studio Francesco Messina, la Casa del Manzoni, la Casa di Alda Merini, il Museo Poldi Pezzoli, il Museo Bagatti Valsecchi, Villa Necchi Campiglio, la Casa Museo Boschi-Di Stefano.
Attraverso iniziative comuni e una comunicazione strutturata rivolta al grande pubblico, con un’attenzione particolare ai bambini, la rete intende favorire la scoperta di luoghi molto speciali e costruire una narrazione corale che, attraverso le “voci” di personalità che in città hanno vissuto, lavorato, prodotto, collezionato, restituisca una storia culturale legata al tessuto urbano di Milano.

Fondazione Adolfo Pini Corso Garibaldi 2 – 20121 Milano – Tel. 02.87.45.02 – 02.80.52.211 Fax 02.80.95.09
Sito internet www.fondazionepini.it – e-mail: eventi@fondazionepini.it – Twitter e Facebook

Fondazione Pini Milano

Fondazione Pini Milano

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Silvia Bolamperti e l’Ufficio Stampa di Fondazione Pini per le notizie relative alla mostra per la settimana dedicata all’arte contemporanea di BrerArt 2013 con l’esposizione delle opere di Emilio Tadini, Alik Cavaliere, Mario Negri e Bongiovanni Radice e al progetto inerente alla rete delle Case Museo di Milano.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. ottobre 21, 2013

    […] Degli artisti Cavaliere, Negri, Tadini, Bongiovanni Radice proposti per BrerArt nel cuore del quartiere che li vide incisivi protagonisti e indimenticabili maestri, rimangono oggi importanti nuclei di opere e documenti presso quelli che furono i loro atelier: luoghi preservati e mantenuti attivi, dove resta forte ed emozionante la percezione del loro lavoro e del loro pensiero. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *