Festival MilanOltre, Hand Play e L’Uomo Perfetto per Teatri del Tempo Presente, coreografia e arte MILANO DANZA

MilanOltre 2013

MilanOltre 2013

Festival MilanOltre, Hand Play e L’Uomo Perfetto per Teatri del Tempo Presente, coreografia e arte MILANO DANZA ottobre 2013 – MilanOltre mette in scena al Teatro Elfo/Puccini (MAPPA) di Milano sala Fassbinder  martedì 8 ottobre alle ore 21.00 7/8 Chili e Mara Cassiani con gli spettacoli di danza Hand Play e L’uomo perfetto, il 12 ottobre Fibre Parallele con lo spettacolo “Lo splendore dei supplizi”, il 13 ottobre Marco D’Agostin con “Per non svegliare i draghi addormentati”. Il progetto Teatri del Tempo Presente – di cui Danzarte è l’ente attuatore per Regione Lombardia – è un progetto interregionale di promozione dello spettacolo dal vivo, finalizzato alla valorizzazione della giovane scena teatrale italiana (danza e teatro). 

Proposto e sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC), realizzato in accordo con la Commissione Cultura della Conferenza delle Regioni e in collaborazione con dieci Regioni (oltre alla Lombardia, le regioni coinvolte sono Emilia-Romagna, Calabria, Campania, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto), il progetto ha l’obiettivo di sostenere la produzione e la circuitazione interregionale di spettacoli realizzati da formazioni di artisti under 35.
Ogni regione ha individuato un soggetto attuatore (selezionato tra Teatri Stabili, Circuiti, Fondazioni e Enti Teatrali), che attiva azioni territoriali per la diffusione degli spettacoli prodotti, individua una nuova produzione realizzata da giovani artisti under 35 , promuove e organizza la circuitazione dello spettacolo selezionato e di tutti gli spettacoli proposti dalle altre regioni aderenti al progetto in occasioni quali festival, rassegne e programmazioni teatrali regionali.
Regione Lombardia, attraverso un Avviso Pubblico ha individuato come soggetto attuatore Danzarte/Circuito Danza Lombardia, associazione con sede a Brescia che opera da 18 anni nel campo dell’organizzazione, della produzione e della formazione della danza e, come giovane compagnia Fattoria Vittadini, con la nuova produzione “To this purpose only.
In Lombardia le sedi di programmazione degli spettacoli saranno Milano, all’interno del Festival MilanOltre, Brescia, nell’occasione del Festival Quasi Solo/Circuito Danza Lombardia e Crema all’interno della programmazione autunnale del Teatro San Domenico.

Brescia ospiterà il 9 novembre all’Auditorium San Barnaba lo spettacolo di Fattoria Vittadini “To this purpose only”, al Teatro Idra e al Teatro LABA, in date ancora da confermare, gli spettacoli proposti da giovani artisti campani e toscani. Crema ospiterà presso il Teatro San Domenico, il 19 ottobre lo spettacolo ”Dorian Gray” di Gualtieri e Marco Pupa (Calabria), in data da definire “America Dentro” di Carolina Balucani, il 22 novembre “Rock Rose Wow” di Daniele Ninarello.

martedì 8 ottobre | Teatro Elfo Puccini
sala Fassbinder | ore 21.00  – HAND PLAY e L’UOMO PERFETTO

7-8 chili | Mara Cassiani
HAND PLAY
ideazione e coreografia Davide Calvaresi
interpreti Davide Calvaresi, Giulia Capriotti
osservazione Valeria Colonnella
L’UOMO PERFETTO
ideazione e coreografia Mara Cassiani
interpreti Mara Cassiani, Francesco Vecchi, Egidio Egidi, Roberta Mattei
interprete alla videocamera Alessandra Giampaoli
produzione Inteatro, in collaborazione con AMAT

Due brani, in un’unica serata, per esplorare il rapporto tra corpo ed immagine proiettata.
Davide Calvaresi e Mara Cassiani, coreografi emergenti della nuova scena marchigiana, propongono le loro riflessioni sull’essere umano e sul bisogno di tessere relazioni, attraverso la contaminazione tra i linguaggi del video e della performance.
Hand Play è la tappa finale di un percorso visivo portato avanti dalla compagnia che riflette sulla dimensione relazionale tra un uomo e una donna. Il gioco di immagini è visibile solo attraverso una proiezione video che svela le crudeli dinamiche del rapporto di coppia.
L’Uomo Perfetto si ispira, rielaborandolo, all’omonimo cortometraggio del danese Jorgen Leth, Det perfekte Menneske, e alle sue variazioni elaborate nel 2001 da Leth e Lars Von Trier.

Uno sguardo sulla commedia dell’umanità e su cosa sia, per l’uomo, l’essere umano perfetto.

sabato 12 ottobre | Teatro Elfo Puccini
sala Fassbinder | ore 22.00
FIBRE PARALLELE
LO SPLENDORE DEI SUPPLIZI

di e con Licia Lanera e Riccardo Spagnulo
e con Mino Decataldo
assistente alla regia Arianna Gambaccini
disegno luci Vincent Longuemare
consulenza e creazione puppet Marianna Di Muro
organizzazione Antonella Dipierro
tecnico di palco Amedeo Russi
foto di scena Luigi La Selva
produzione Fibre Parallele e Festival delle Colline Torinesi
con il contributo della Regione Puglia e con il sostegno del Nuovo Teatro Abeliano

Lo Splendore dei supplizi è uno spettacolo modulare composto da quattro segmenti autonomi; quattro castighi esemplari su quattro figure tipo del presente che viviamo: c’è la coppietta in crisi, un giocatore compulsivo di videopoker, la convivenza forzata di una badante straniera con un vecchio un po’ razzista, un po’ infame e ci sono due operai che rapiscono un vegano per sfogare l’insoddisfazione di una vita che non ha più senso. La città di riferimento è Bari, ma potrebbe essere una qualunque città d’Italia.
Il nome dello spettacolo è tratto da un saggio di Foucault in cui si parla di come le esecuzioni e le torture pubbliche, per ragioni legate alla sicurezza pubblica ma anche in seguito ad un mutamento del concetto di Stato, siano scomparsi dalle pubbliche piazze per avvenire secondo modalità diverse in luoghi chiusi sicuri, nelle carceri, al riparo da ogni contatto con il popolo.

domenica 13 ottobre | Teatro Elfo Puccini
sala Fassbinder | ore 22.00
MARCO D’AGOSTIN
PER NON SVEGLIARE I DRAGHI ADDORMENTATI

un progetto ideato e condotto da Marco D’Agostin
materiale elaborato a partire da Progetto Choreoroam Europe
in collaborazione con Francesca Foscarini, Remo Ramponi, Floor Robert
in scena Marco DʼAgostin, Francesca Foscarini, Floor Robert
luci Remo Ramponi
scrittura musicale Paolo Persia
consulenza tecnica Enrico Fabris
costumi Edda Binotto
con il sostegno di CSC/OperaEstate Festival Veneto, inTeatro, Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, Anagoor/La Conigliera, Teatro Fondamenta Nuove
Progetto vincitore del Premio Prospettiva Danza Teatro 2012

“Not fare well But fare forward, voyagers” (T. S. Eliot)

Per non svegliare i draghi addormentati racconta due storie, accomunate dal solo desiderio di galoppare veloci. Il suo andamento è simile a quello della memoria: qualcosa arriva da lontano, si accende e poi d’improvviso si spegne, a volte un’amnesia interrompe il racconto, altre il ricordo è tanto forte da accecare il paesaggio.
Sulle teste di principi e cavalieri, animali e regine, resta sospeso l’augurio che Eliot faceva ai naviganti: non fate un buon viaggio, ma viaggiate lontano.

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia il Festival MilanOltre per le notizie sulle messe in scena al Teatro Elfo Puccini degli spettacoli di danza contemporanea.

Milano Arte Expo

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *