Teatro Libero MILANO: LIBERI D’ESTATE rassegna di spettacoli teatrali – luglio e agosto 2013

Teatro Libero Milano, Liberi d'Estate - Ivan e il diavolo

Teatro Libero Milano, Liberi d’Estate – Ivan e il diavolo, con Mino Manni e Alberto Oliva

Teatro Libero MILANO: LIBERI D’ESTATE rassegna di spettacoli teatrali dal 22 luglio al 4 agosto 2013. Teatro Libero di Milano (vedi MAPPA) presenta al sempre più grande pubblico di non-vacanzieri un ciclo di messe in scena da non perdere, tutte alle ore 21.00, con biglietto a 12 Euro e la possibilità di scegliere 2 formule di abbonamento: CARTALIBERA ESTATE FREE (2 spettacoli a scelta) € 21,00 – CARTALIBERA ESTATE FULL (tutti e 4 gli spettacoli) € 39,00. Le rappresentazioni: DON CHISCIOTTE, progetto e regia Corrado d’Elia, da Miguel de Cervantes con Corrado d’Elia, produzione Teatro Libero, dal 22 al 25 luglio 2013. A seguire: 26-29 luglio 2013: FATEMI SPAZIO, di Eleonora Moro e Alfredo Colina, con Alfredo Colina, regia Eleonora Moro, produzione La Danza Immobile. 30 luglio – 2 agosto 2013: IVAN E IL DIAVOLO, da Fedor Dostoevskij, adattamento Mino Manni e Alberto Oliva, regia Alberto Oliva, produzione I Demoni. 3 e 4 agosto 2013: RADIOLIBERA, di e con Basilio Santoro, produzione La Danza Immobile. >

Teatro Libero Milano, Liberi d'Estate - Don Chisciotte

Teatro Libero Milano, Liberi d’Estate – Don Chisciotte

Ancora una volta è il piccolo, effervescente Teatro Libero a rispondere ad un’esigenza concreta del pubblico milanese. Sono lontani gli anni delle grandi manifestazioni estive, degli spettacoli gratuiti all’aperto. Da qualche anno ormai, a Milano, durante l’estate succede poco.  Ristrettezze economiche, vincoli di bilancio degli enti pubblici, costringono i milanesi a fare un po’ da sé.

Così, Teatro Libero ha pensato di organizzare durante le calde serate estive LIBERI D’ESTATE, una rassegna di spettacoli teatrali pensati per tutte le fasce di pubblico, una risposta e un invito per tutti quei cittadini che non partiranno per le vacanze estive o comunque saranno costretti a ridurre drasticamente il numero di giorni dedicati alle ferie e restare un po’ di più in città.

In più, un fresco aperitivo offerto dal teatro nella sala condizionata metterà al riparo dalla calura estiva.

Liberi d’estate …. libera l’estate!

dal 22 al 25 luglio 2013

TEATRO LIBERO –  DON CHISCIOTTE

 progetto e regia Corrado d’Elia

 da Miguel de Cervantes

con Corrado d’Elia

In un tempo come il nostro, così pragmatico, spesso così poco poetico e privo di slanci e ideali, parlare di Don Chisciotte vuol dire forse avere il coraggio e il desiderio di prendersi tutto il tempo che occorre per …. perdersi.
Perdersi… proprio come Don Chisciotte e Sancho Panza..
Perdersi… nelle pagine di Cervantes, nelle avventure da lui narrate, ma anche nelle nostre pagine interiori dove troviamo nascosto ciò che veramente ci piace, tra musiche e poesie, in una sequenza di gesti semplici o in un’immagine.
Perdersi…. Senza tempo…
Senza nessuna ragione …
Perdersi … forse solo per ritrovarsi.
Questo spettacolo vuol essere una dedica a tutti i grandi sognatori.
A tutti gli illusi, a quelli che parlano al vento.
Ai pazzi per amore, ai visionari, a coloro che darebbero la vita per realizzare un sogno.
Ai reietti, ai respinti, agli esclusi. Ai folli veri o presunti.
Agli uomini di cuore, a coloro che si ostinano a credere nel sentimento puro.
A tutti quelli che ancora si commuovono.
Un omaggio ai grandi slanci, alle idee e ai sogni.
A chi non si arrende mai, a chi viene deriso e giudicato.
Ai poeti del quotidiano.
Ai “vincibili” dunque, e anche agli sconfitti che sono pronti a risorgere e a combattere di nuovo.
Agli eroi dimenticati e ai vagabondi.
A chi dopo aver combattuto e perso per i propri ideali, ancora si sente invincibile.
A chi non ha paura di dire quello che pensa
A chi ha fatto il giro del mondo e a chi un giorno lo farà.
A chi non vuol distinguere tra realtà e finzione.
A tutti i cavalieri erranti.
In qualche modo, forse è giusto e ci sta bene …. a tutti i teatranti.

Teatro Libero, Liberi d'Estate - Fatemi spazio

Teatro Libero, Liberi d’Estate – Fatemi spazio

dal 26 al 29 luglio 2013

LA DANZA IMMOBILE –  FATEMI SPAZIO

 di Eleonora Moro e Alfredo Colina

regia Eleonora Moro

con Alfredo Colina

Il 21 luglio 1969 alle 4:56 (ora italiana), a pochi metri dal suolo lunare, il comandante Neil Armstrong pronunciava parole che sarebbero entrate nella storia: “Un piccolo passo per l’uomo, un grande balzo per l’umanità”. E se tutto ciò non fosse mai accaduto? Se fosse stata una messinscena per simulare una rivoluzione scientifica mai realmente iniziata? Cosa succederebbe se gli scienziati fossero pronti solo ORA a mandare qualcuno sulla Luna? Come verificare se, vista la crisi e i disastri ambientali all’ordine del giorno, la Luna possa essere nuovo luogo per costruire case e vendere terreni?

Da qui parte la nostra storia e quella di Alfredo C., un uomo normale, comune. Non sposato, non ha animali domestici, non ha un lavoro, non mancherebbe a nessuno. Ultima relazione sentimentale: Alice Baldini, alla terza media di Brughellano, paese ridente, nel niente, da qualche parte, in Italia. Ecco la cavia. Alfredo si trova quindi, per strane e improbabili coincidenze, a partire per la Luna. Lui, solo, a bordo dell’Apollo 11 bis, sarà la cavia scelta dalla scienza, per il vero sbarco nel Mare della Tranquillità.

Lo spettacolo racconta in modo divertente e appassionato le avventure e gli espedienti di questo improbabile naufrago poetico, che in modo rocambolesco e clownesco, troverà il modo di fare la vera rivoluzione scientifica.

E se vivere sulla Luna non fosse così difficile? E se questa fosse la felicità? Alfredo C., con il coraggio dei folli, sembra così trovare la sua strada tra le piante dell’orto lunare e le vecchie canzoni rimbalzate nell’etere senza gravità.

Intanto sulla Terra si scatenerà l’inferno delle speculazioni e dei raggiri: le banche, la politica e la N.A.S.A cercheranno di sfruttare la sua avventura. Chi vincerà? e soprattutto, come?

In un mondo fatto di falsi specchi, realtà deformate e manipolate, l’ingenuità e la (s)fortuna di Alfredo diventano simbolo della nostra condizione umana.

Lo spettacolo, che ha debuttato in prima nazionale al Teatro Binario 7 di Monza l’8 novembre 2012, arriva a Milano per la prima volta.

dal 30 luglio al 2 agosto 2013

I DEMONI –  IVAN E IL DIAVOLO

Il mistero del doppio nei Fratelli Karamazov

da Fedor Dostoevskij

 progetto e regia Alberto Oliva e Mino Manni

con Mino Manni e Alberto Oliva

scenografia Serena Zuffo

costumi Marco Ferrara

assistente alla regia Silvia Marcacci

training Silvia Girardi

 disegno luci Alessandro Tinelli

          

Dopo le Notti Bianche e la Confessione, in Ivan e il diavolo il percorso dostoevskiano di Alberto Oliva e Mino Manni continua affrontando un capitolo tratto dall’ultimo e forse massimo capolavoro dello scrittore russo, per sondare le radici del male.

Un testo che svela un lato insolito di Dostoevskij, capace qui di unire battute di grande comicità e situazioni perfino grottesche a una riflessione profonda e spietata sulle ragioni della sofferenza nel mondo e sul mistero della violenza sui bambini.

Il giovane Ivan, interpretato da Alberto Oliva che con questo spettacolo ha esordito come attore dopo i riconoscimenti ottenuti alla regia (Premio Sipario 2012, Premio Pirandello 2012), si confronta con il lato oscuro della propria anima, interpretato da Mino Manni alle prese con un diavolo sorprendente e imprevedibile.

Ne risulta un dialogo estremo, di straordinaria potenza verbale: “Il diavolo e Dio sono sempre in lotta tra loro, e il campo di battaglia è il cuore dell’uomo“.

Teatro Libero, Liberi d'Estate - RADIOLIBERA SCENOGRAFIA.5

Teatro Libero, Liberi d’Estate – RADIOLIBERA SCENOGRAFIA

3 e 4 agosto 2013

LA DANZA IMMOBILE –  RADIOLIBERA 

 di e con Basilio Santoro

RADIOLIBERA è un radioromanzo autobiografico di Basilio Santoro.

E’ la storia dei suoi 36 anni passati a fare la radio. Tutto è cominciato con le radio libere nella metà degli anni ’70 per poi proseguire nelle più famose radio nazionali: Radio105, Radio MonteCarlo, RadioCapital, GammaRadio, LifeGate Radio.

La storia di Basilio è un po’ donchisciottesca, come il Cavaliere dalla trista figura, anche il nostro protagonista ha un carattere romantico, idealista, un pò folle, ingenuo e battagliero.

La sua passione lo ha sempre portato a cercare di non omologarsi nel suo lavoro, e così spesso si è schiantato contro i mulini a vento ed è rimasto sconfitto e isolato.  Ma  in un bel mattino di luglio verso la cinquantina, come il cavaliere errante, si è rialzato ed è partito per inseguire un sogno: fare la radio in teatro e raccontare la sua storia.

E ora quel sogno è diventato realtà.

RADIOLIBERA – storia di un cavaliere errante: il racconto del magico periodo delle radio libere dal 1975 al 1982, quando la radio libera era libera veramente.

Il cavaliere dell’eterna giovinezza seguì
verso la cinquantina
la legge che batteva nel suo cuore,
partì un bel mattino di luglio
per conquistare il bello, il vero, il giusto…
Lo so
quando si è presi da questa passione
e il cuore ha un peso rispettabile
non c’è niente da fare, Don Chisciotte,
niente da fare
è necessario battersi
contro i mulini a vento.    [Nazim Hikmet]

Teatro Libero, MILANO, Via Savona 10

BIGLIETTERIA PREZZI BIGLIETTI: € 12,00

ABBONAMENTI: CARTALIBERA ESTATE FREE (2 spettacoli a scelta) € 21,00 – CARTALIBERA ESTATE FULL (tutti e 4 gli spettacoli) € 39,00

ORARIO SPETTACOLI ore 21.00

ORARI BIGLIETTERIA TEATRO LIBERO
da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00

Nei giorni di spettacolo:
da lunedì a venerdì fino alle 21.30
sabato e domenica dalle 19.00 alle 21.30

INFO E PRENOTAZIONI TEATRO LIBERO
02 8323126
biglietteria@teatrolibero.it

ACQUISTI ONLINE: www.teatrolibero.it

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia l’Ufficio Stampa del Teatro Libero per le news e le immagini fotografiche relative a LIBERI D’ESTATE rassegna di spettacoli teatrali tra luglio e agosto 2013.

milano arte expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *