GAM Galleria d’Arte Moderna Milano – Filippo Del Corno: un modo diverso per fare cultura e formazione

GAM Galleria d'Arte Moderna Milano

GAM Galleria d’Arte Moderna Milano

GAM Galleria d’Arte Moderna Milano – Filippo Del Corno (Assessore alla Cultura): un modo nuovo per fare cultura e formazione – Alla GAM Galleria d’Arte Moderna di via Palestro a Milano (MAPPA), a partire da sabato 20 luglio 2013 giovani di lingua e cultura differenti – arrivati in Italia da diversi Paesi – diventeranno veri totem parlanti per qualche giorno, presentando ai visitatori delle mostre alcuni quadri e sculture ospitati nella Villa Reale.L’iniziativa innovativa – anche grazie al contributo del Comune di Rozzano – è progettata e realizzata dagli insegnanti del CTP, ospitato presso la scuola Media Luini Falcone (vedi LINK), e conclude un preciso iter didattico cominciato in una classe di 21 allievi, dai 16 ai 19 anni. I ragazzi, che arrivano da Togo, Albania, Bulgaria, Ecuador, Pakistan, Marocco, Egitto, Cina, sono tutti studenti dei corsi per adulti della scuola Media Luini Falcone. > 

“Sono molto felice di questa iniziativa – ha detto l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – perché e’ uno di quei casi in cui lo sviluppo della progettazione culturale si sposa perfettamente con le politiche sociali e culturali portate avanti a diversi livelli da questa Amministrazione. Un modo diverso per fare allo stesso tempo cultura, formazione e integrazione, con un percorso che, oltre a valorizzare la straordinaria collezione di questa Galleria, apre le porte a un modo nuovo di viverla e anche a una possibile, diversa interpretazione delle sue opere di pittura e scultura”. Haseeb, che viene dal Pakistan, descriverà La lettrice di Federico Faruffini, oltre ad altre opere del museo. Qualche sala più in là Mohammed, del Marocco, illustrerà La stazione centrale di Angelo Morbelli, ma anche L’alba dell’operaio di Giovanni Sottocornola e svelerà alcune analogie fra le due opere.

Galleria d'Arte Moderna Milano - GAM

Galleria d’Arte Moderna Milano – GAM

Haseeb e Mohammed sono due dei sette ragazzi che per quattro sabati, dalle 10.30 alle 13.00, illustreranno nel loro “freschissimo italiano”, l’architettura di Villa Reale e alcune delle opere che vi sono conservate.

Partendo dal principio che tanto più si impara quanto più si è coinvolti in prima persona, anche quest’anno, con analoghe finalità e modalità, i nuovi ragazzi sono stati invitati a scegliere un’opera della Galleria d’Arte Moderna, a cercare le notizie sul soggetto e a scriverne con i compagni una descrizione. I testi così ottenuti sono stati usati in classe per ragionare sul lessico e sulla grammatica e saranno a disposizione dei visitatori della GAM che li vorranno ascoltare.

Dal 20 luglio i ragazzi svolgeranno quindi, come i loro colleghi dello scorso anno, il ruolo di “TOTEM PARLANTI”, questa volta alla GAM, mettendo a frutto conoscenze linguistiche e artistiche acquisite.
Le date prescelte sono sabato 20 e 27 luglio, 3 e 10 agosto, sempre dalle 10.30 alle 13.

I ragazzi alla GAM Galleria d’Arte Moderna di Milano porteranno un segno distintivo che li renderà riconoscibili ai visitatori.

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia l’Ufficio Stampa del Comune di Milano per le notizie sull’iniziativa Totem Parlanti alla GAM Galleria d’Arte Moderna.

milano arte expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *