TEATRO LIBERO Alan Turing e la mela avvelenata: di Massimo Vincenzi, con Gianni De Feo – TEATRI MILANO

Teatro Libero Milano - Alan Turing e la mela avvelenata

Teatro Libero Milano – Alan Turing e la mela avvelenata

TEATRO LIBERO Milano – Alan Turing e la mela avvelenata: di Massimo Vincenzi, con Gianni De Feo, regia Carlo Emilio Lerici. Produzione Teatro Belli / Diritto e Rovescio / Garofano Verde. Al Teatro Libero di Milano (MAPPA) torna Alan Turing e la mela avvelenata: dialogo immaginario fra Alan Turing – matematico, logico e crittografo inglese, di fatto uno dei padri dell’informatica e tra i più grandi matematici del ventesimo secolo – e sua madre, tra lettere forse mai scritte e dialoghi forse mai parlati. A scandire il ritmo di questa conversazione fuori dal tempo le voci del Tribunale, dove in nome della Regina si decide la rovina di una delle menti più geniali del XX secolo. Pur attraverso una libera ricomposizione, gran parte delle parole, dei concetti e degli episodi raccontati in questo spettacolo sono stati realmente pronunciati, lasciati scritti e accaduti ad Alan Turing. 

Andato in scena, in anteprima, al GAROFANO VERDE 2008 – scenari di teatro omosessuale – rassegna curata da Rodolfo di Giammarco, e nella stagione successiva al Teatro Belli, lo spettacolo ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica.

Nel 2012, in occasione del centenario della nascita del grande matematico, lo spettacolo è tornato in scena a Roma, Milano e Venezia. In quella occasione Editori Riuniti ha pubblicato il volume contenente il testo integrale dello spettacolo. Grazie al successo ottenuto a Teatro Libero Milano lo spettacolo è stato inserito nella programmazione del Teatro Stabile di Torino, e viene riproposto a Milano per la stagione in corso.

Alan Turing e la mela avvelenata - Gianni De Feo

Alan Turing e la mela avvelenata – Gianni De Feo

Il lavoro di Alan Turing  (Londra, 23 giugno 1912 – Wilmslow, 7 giugno 1954), matematico inglese, ha avuto un’influenza eccezionale anche al di fuori del campo astratto della logica ed è stato di importanza cruciale per i destini della seconda guerra mondiale, permettendo di decifrare i codici usati dai tedeschi per criptare le loro comunicazioni e gettando le basi per l’elaborazione del computer digitale.

Uomo stravagante, ipersensibile, incompreso, circondato dallo scetticismo e dall’ostilità dell’ambiente scientifico, fu dapprima decorato con l’Ordine dell’Impero Britannico, poi ammesso nella Royal Society, e infine processato in quanto omosessuale.  Condannato alla castrazione chimica, morì suicida a 42 anni mangiando una mela al cianuro.

Una leggenda dice che il logo della Apple sia un omaggio ad Alan Turing. L’azienda non ha mai confermato ne’ smentito questa voce.

Dal 6 al 12 maggio 2013

TEATRO LIBERO

Alan Turing e la mela avvelenata


di Massimo Vincenzi – 
regia Carlo Emilio Lerici

con Gianni De Feo

voce fuori campo Stefano Molinari – musiche Francesco Verdinelli

produzione Teatro Belli / Diritto e Rovescio / Garofano Verde


BIGLIETTERIA TEATRO LIBERO
PREZZI BIGLIETTI
Intero: € 19,00
Under 26: € 15,00
Over 60: € 11,00
allievi con carta TP CARD: € 6,00

TEATRO LIBERO – ORARIO SPETTACOLI
da lunedì a sabato ore 21.00
domenica ore 16.00
ORARI E INFO BIGLIETTERIA
da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Nei giorni di spettacolo:
da lunedì a venerdì fino alle ore 21.30
sabato dalle ore 19.00 alle ore 21.30
domenica dalle ore 14.00 alle 16.30
Tel. 02 8323126
biglietteria@teatrolibero.it
PRENOTAZIONI
E’ possibile prenotare nelle seguenti modalità:
via e-mail scrivendo a biglietteria@teatrolibero.it
chiamando allo 02 8323126
ACQUISTI ONLINE TEATRO LIBERO su www.teatrolibero.it

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Beatrice Pozzi Ufficio Stampa per le immagini e le news sulla messa in scena di Alan Turing e la mela avvelenata di Massimo Vincenzi, con Gianni De Feo al TEATRO LIBERO di Milano.

Milano Arte Expo MAE International Art Events

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *