Milano Smart City? Baby Pit Stop e seggioloni nei ristoranti – Roanna Weiss

Milano Smart City - Osteria del Gnocco Fritto, foto di Roanna Weiss

Milano Smart City – Baby Pit Stop – Osteria del Gnocco Fritto, foto di Roanna Weiss

Milano Smart City – Roanna Weiss: Più Baby Pit Stop e seggioloni nei ristoranti per una Milano a misura di mamme e bambini piccoli (Milano Arte Expo – rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI. Bilingue: italiano / inglese) – Domenica scorsa sono andata con mio marito e figlia di 1 anno all’evento Fiori sul Naviglio. Tutto il Naviglio grande era pieno di bancarelle di fiori di tutti colori e tipi e il giorno era soleggiato e perfetto per una passeggiata lunga. Ci siamo fermati a fare delle foto, a vedere i prodotti naturali in vendita e anche i formaggi e salumi (non è un mercato italiano se non ci sono formaggi e salumi!) e ho sognato di avere un giardino pieno di rose di colore corallo! Poi mi sono ricordata che non ho un giardino e che invece avevo fame. A mezzogiorno ci siamo trovati davanti alla porta dell’ Osteria del Gnocco Fritto (vedi MAPPA). Non sapevo che cos’era un gnocco fritto, ma il menù sembrava buono e siamo entrati.

La prima cosa che ci hanno chiesto era se volevamo un seggiolone per nostra figlia. Era la prima volta che un ristorante ce ne offriva uno. (Ho scoperto dopo che ne hanno 4 da offrire ai clienti!)

Essendo un’americana abituata a vedere almeno un seggiolone nei ristoranti, mi trovo invece in un paese dove questa convenienza quasi non esiste. Credo che tante di noi mamme ci siamo isolate nei primi mesi dopo la nascita di nostri figli. Le preoccupazioni sono uguali per tutte: Dove lo cambio? E se lo devo allattare? Nessun posto dove sedermi perché non c’è neanche una panchina fuori dai parchi! E in inverno?! Ammetto che mi sono isolata tanto in tutti questi mesi appena l’inverno era arrivato. Ci sono alcuni “Baby Pit Stop” a Milano, ma non in ogni zona. Allora rimaniamo molto vicino a casa e arriva la sensazione di perdere troppo la vita che avevamo prima di diventare mamme. Voglio vedere gli amici e voglio mangiare fuori di nuovo. Voglio godermi la città!

Roanna Weiss,  Osteria del Gnocco Fritto

Roanna Weiss, Osteria del Gnocco Fritto

All’Osteria del Gnocco Fritto c’è la convenienza di avere il seggiolone. Il bambino si sente indipendente e anche se deve stare ancora seduto, non è praticamente sotto tavola nel suo passeggino. I camerieri del ristorante si divertivano a visitare la nostra tavola e a far divertire nostra figlia un po’ tra una portata e l’altra. Il cibo è buono anche per i piccoli. Abbiamo preso un tagliere di prosciutti e poi la pasta fresca. Nostra figlia ha provato un po’ di tutto… perfino il gnocco fritto (per chi non lo conosce è un pane Emiliano, che assomiglia alle chiacchiere di carnevale, ma è morbido e salato). Va riempito con i salumi o mangiato da solo. Fa una buona scarpetta anche! Le paste sono tutte fresche con ingredienti di alta qualità e i taglieri sono di numerose tipologie… c’è scelta per tutti i gusti!

Scoprire un posto che da il benvenuto ai bambini piccoli con braccia aperte mi ha fatto sentire più accolta dalla mia città. Qui c’è un ristoratore, padre anche lui, che è passato già queste inconvenienze con i suoi figli, ma vuole che perfino i più piccoli godano la vita milanese, una zona vivace e del buon cibo Emiliano seduto a tavola con mamma e papà.

Roanna Weiss

Roanna Weiss,  scrittrice e traduttrice con una passione per la fotografia, si occupa di arte, cultura e vita da espatriati in Italia. Per informazioni e contatti: www.roannaweiss.com

Osteria del Gnocco Fritto Milano 

L’Osteria del Gnocco Fritto è aperta tutte le sere e la domenica anche a pranzo; si consiglia la prenotazione.

Via Pasquale Paoli 2,  20143 Milano, (ang. Ripa di Porta Ticinese), Tel: 02.58100216 – www.gnoccofrittomilano.it

L’Osteria del Gnocco Fritto - Roanna Weiss

L’Osteria del Gnocco Fritto – Roanna Weiss

Milano Smart City? Baby Pit Stop … Roanna Weiss

On Sunday, my husband 1 year old daughter and I went to the event Fiori sul Naviglio. All Naviglio grande was full of stalls of flowers of every colour and type and they was sunny and perfect for a long walk. We stopped to take some photos, look at the natural products for sale and also the cheese and cold cuts (an Italian market isn’t an Italian market unless there’s cheese and salami!) and I dreamt of having a garden full of coral-coloured roses! Then I remembered that I don’t have a garden and instead was hungry.

At noon we found ourselves outside the Osteria del Gnocco Fritto. I didn’t know what a “gnocco fritto” was, but the menu looked good and we went inside. The first thing they asked us was if we wanted a high chair for our daughter. It was the first time we were offered one in a restaurant. (I later found out they have 4 to offer their customers!)

As an American, I’m used to seeing at least one high chair in  restaurants and I know find myself in  a country where this convenience is almost non-existent. I think that all us mothers have isolated ourselves in the first months after our children were born. The worries are the same for all of us: Where can I change him? And if I have to breastfeed? There’s no where to sit, because there isn’t even a bench around outside of the parks! And in winter?! I admit that I’ve isolated myself very much in these months since winter arrived. There are some “Baby Pit Stops” in Milan, but not in every area. So we stay close to home and begin to get the sensation that we miss a bit too much the life we had before we became mothers. I want to see my friends and eat out again. I want to enjoy the city!

At the Osteria del Gnocco Fritto there’s the convenience of a high chair. The baby feels more independent and, even if he still needs to stay seated, at least he’s not practically under the table in his stroller. The waiters had fun coming to visit our table and amuse our daughter between one course and the next. The food is good even for young children. We got a platter of prosciutti and fresh pasta dishes. Our daughter tried a bit of everything… even the gnocco fritto (a bread from Emilia that looks a little like the chiacchiere for Carneval, but which is soft and savoury). You can fill it with cold cuts or eat it alone. It does a good job at soaking up the pasta sauce too! The pastas are all fresh with high quality ingredients and the cold cut platters come in several different varieties… there’s one for every preference!

Discovering a place so ready to welcome small children wtih open arms made me feel more welcome in my city. There there is a restaurant owner, a father himself, who’s been there through these inconveniences with his children, but who wants that even little children enjoy Milanese live, an active neighbourhood and good Emilian food sitting at the table with mom and dad.

Roanna Weiss

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Roanna Weiss – che per la rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI scopre anche locali e ristoranti di Milano di moda e originali – e per l’articolo e le foto Milano Smart City – Baby Pit Stop e seggioloni nei ristoranti e sulla ottima Osteria del Gnocco Fritto.

milano arte expo

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. aprile 24, 2013

    […] you haven’t yet, go check out my latest bilingual article on Osteria del Gnocco Fritto on Milano Art […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *