Fuorisalone 2013 MOST Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia: Fab.com con giovani designer – di Elena Santoro

Eventi Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST - foto Elena Santoro, Center Hi Sneakers

Eventi Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST – foto Elena Santoro, Center Hi Sneakers

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Fuorisalone 2013 MOST  e Fab.com – Elena Santoro per MAE Milano Arte Expo – Per il Fuorisalone 2013 al Most ampio spazio anche per i giovani designer, che sostenuti da Fab.com sono stati invitati  a presentarsi con i loro progetti mercoledì 10 aprile. Fab.com è un portale web che mette in vendita gli oggetti dei designer, main sponsor di MOST. In soli due anni ha conquistato, anche inaspettatamente, fette importanti di mercato. I lavori migliori dei giovani designer saranno messi in produzione dal sito. Fab.com, in collaborazione con “The Andy Warhol Foundation”,  celebra  – al  Museo Nazionale Della Scienza E della Tecnologia (MAPPA) – l’eredità artistica di Andy Warhol 26 anni dopo la sua morte, per Visual Art presentano: Andy Warhol Brillo Box Pouff, per tutta la durata del Fuorisalone 2013 e del Salone del Mobile di Milano, fino alla chiusura degli eventi domenica 14 aprile 2013

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST - foto Elena Santoro, Omaggio a Warhol

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST – foto Elena Santoro, Omaggio a Warhol

 

Tom Dixon – designer britannico – ha trasformato per questa settimana del Salone del Mobile il Museo della Scienza e delle Tecnologia nel nuovo epicentro della Design Week milanese: un Fuorisalone 2013 da non perdere. Tom Dixon, con una collaborazione con Adidas di due anni, ha creato una collezione di abiti e scarpe multifunzionale. Il tema MOST di quest’anno è “disrupting design”. Alla prima edizione hanno partecipato 30.000 visitatori per  35 mostre e installazioni, oltre a 108 contributi fra aziende e designers.
I marchi presenti al MOST esploreranno nuovi materiali, tecnologie, produzioni e sistemi di distribuzione.
Per informazioni ulteriori: www.mostsalone.com

MOST: dal 9 al 14 Aprile, Museo Nazionale Della Scienza E della Tecnologia, Via Olona, 6bis Milano.

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST 2013 - foto Elena Santoro

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST 2013 – foto Elena Santoro

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

 

IL MUSEO: SCIENZA È CULTURA –  Le origini  Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia (allora Tecnica) “Leonardo da Vinci” nasce il 15 febbraio 1953, sotto la spinta di un gruppo di industriali lombardi guidati da Guido Ucelli di Nemi e l’appoggio delle istituzioni. Oggi è una Fondazione di diritto privato, i cui soci istituzionali sono Ministeri, Enti Pubblici e Università milanesi1. Il nome di Leonardo da Vinci accompagna il Museo dalla sua inaugurazione, avvenuta con una grande mostra che ne celebrava il cinquecentenario della nascita. Leonardo era, ed ancora è, il simbolo della continuità tra la cultura artistica e scientifico-tecnologica, due differenti ma complementari espressioni della creatività umana. Situato in un monastero olivetano costruito agli inizi del ‘500 nel cuore della città di Milano, con i suoi 40.000 mq di estensione, oggi è il più grande museo tecnico-scientifico in Italia.   

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST 2013 - foto Elena Santoro, All Purpose Knife

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST 2013 – foto Elena Santoro, All Purpose Knife

 

Le finalità  La Fondazione si pone le finalità di promuovere, diffondere e rendere accessibile la cultura tecnico-scientifica in tutte le sue manifestazioni, implicazioni e interazioni con altri settori del sapere e con la società; porsi quale laboratorio di incontro, dialogo, confronto, collaborazione tra mondo della ricerca, della produzione, cittadini, istituzioni, scuola e altri musei su temi tecnico-scientifici d’interesse comune; compiere ricerche, acquisire, conservare, rendere accessibile, interpretare e comunicare le testimonianze materiali e immateriali della scienza, della tecnologia e dell’industria con riferimento al passato e alla contemporaneità, in una prospettiva di costante aggiornamento del patrimonio museale inteso come insieme delle collezioni, degli archivi e della biblioteca; fare ricerca e sviluppare metodologie, strumenti e attività di tipo educativo per il coinvolgimento e la partecipazione di pubblici diversi, in particolare delle nuove generazioni, in esperienze di apprendimento e percorsi formativi sui temi della scienza, della tecnologia e del loro ruolo nella società e nella vita quotidiana; studiare, indagare, interpretare e comunicare nel mondo l’opera di Leonardo da Vinci ingegnere nel contesto storico e sociale dell’epoca, le sue relazioni con la natura e l’arte, l’eredità del suo metodo di ricerca anche nella società contemporanea. L’obiettivo generale è concorrere a sviluppare la “cittadinanza scientifica”, cioè la consapevolezza e il complesso di competenze utili per comprendere le implicazioni della scienza e della tecnologia sulla vita quotidiana. A questo scopo il Museo è impegnato a sviluppare partnership per attuare progetti finalizzati alla riqualificazione di sezioni già esistenti e alla realizzazione di nuove aree tematiche.     

 

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST - foto Elena Santoro, Progetto di Christian Tiessen

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST – foto Elena Santoro, Progetto di Christian Tiessen

 

Le collezioni  Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci conserva, studia e interpreta il patrimonio storico per renderlo accessibile al pubblico. Le collezioni contano oggi 15mila beni tecnico-scientifici e includono strumenti e apparati tecnico scientifici, macchine e impianti anche di grandi dimensioni, in particolare relativi ai mezzi di trasporto (su strada, navale, ferroviario, aereo), alla produzione di energia, all’industria siderurgica, alla storia delle telecomunicazioni e dell’informatica e all’astronautica. Raccolte a partire dagli anni ‘30, sono collezioni rappresentative della storia della scienza, della tecnologia e dell’industria italiane dall’Ottocento ai giorni nostri. A queste si affianca una collezioni di beni artistici (2.500 tra dipinti, disegni, sculture, oggetti d’arte applicata e medaglie), l’archivio (cartaceo e fotografico) e la biblioteca (40mila volumi e riviste). Si tratta di un patrimonio in continua espansione grazie a donazioni di singoli cittadini, aziende e istituzioni. Il Museo svolge infatti un ruolo di riferimento sul territorio regionale e nazionale per la salvaguardia del patrimonio tecnico scientifico, sia storico sia contemporaneo, secondo un accordo con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali.   Il Museo è impegnato da anni nella valorizzazione del patrimonio sia attraverso l’attività espositiva ed educativa, sia tramite il sito web, dove è possibile consultare il catalogo on-line delle collezioni (3.000 schede) e dell’intera biblioteca. Partecipa inoltre al consorzio europeo sulla Salvaguardia del patrimonio tecnico-scientifico degli ultimi 60 anni coordinato dal CNAM di Parigi – Conservatoire National des Arts et Métiers.

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST - foto Elena Santoro

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST – foto Elena Santoro

  

L’educazione informale e le attività Accanto alla ricerca e alla conservazione, l’educazione è una delle finalità del Museo. Esposizioni e laboratori interattivi (i.lab) sono oggi organizzati in Dipartimenti (Materiali, Trasporti, Energia, Comunicazione, Leonardo – Arte e Scienza, Nuove Frontiere, Scienze per l’Infanzia). Le attività educative sono basate sulle metodologie dell’educazione informale che promuove il coinvolgimento attivo, l’esplorazione e la sperimentazione. L’obiettivo è quello di aiutare il visitatore a utilizzare le proprie conoscenze e capacità per interpretare gli oggetti e i fenomeni ed essere protagonista nei processi del proprio apprendimento. Le attività nelle collezioni e negli i.lab si rivolgono a diverse tipologie di visitatori, ovvero a studenti, insegnanti, famiglie, adulti, ecc. Il CREI (Centro di Ricerca per l’Educazione Informale), costituito dallo staff del Museo, lavora costantemente allo sviluppo professionale degli insegnanti oltre alla progettazione e realizzazione di strumenti e programmi a servizio della scuola.

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - MOST - foto Elena Santoro, All Porpose Knife 2013

Fuorisalone 2013, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – MOST – foto Elena Santoro, All Porpose Knife 2013

 

Il Museo e Leonardo da Vinci

Il Museo ospita la più grande collezione al mondo di modelli realizzati interpretando disegni di Leonardo negli anni Cinquanta dello scorso secolo, la prima ad avere affrontato in modo organico e sistematico gli studi tecnicoscientifici di Leonardo. Oggi questi modelli rappresentano una testimonianza d’eccezione nell’ambito dello studio e della divulgazione dell’opera tecnico-scientifica di Leonardo, oltre che un unicum per il loro valore educativo. Una selezione di modelli è esposta in via permanente presso la Galleria di Leonardo. Attorno a questa importante collezione il Museo sviluppa diversi strumenti d’interpretazione rivolti al pubblico, tra cui i laboratori interattivi, multimedia e animazioni in 3D per comprendere meglio il funzionamento delle macchine, giochi e approfondimenti tematici nel sito web fino alla recente App gratuita per iPhone e iPad LeonardoAround, dedicata all’esplorazione in italiano e inglese dei luoghi di Leonardo a Milano. Attraverso la partecipazione a esposizioni, la progettazione di mostre, workshop e seminari, il Museo si dedica con costanza a far conoscere la figura di Leonardo in tutto il mondo. Tra le collaborazioni internazionali più recenti si ricordano le esposizioni “Leonardo da Vinci. Nature, art & science”, presso Triennale Incheon in Corea del Sud, in “Leonardo da Vinci and the Ideal City” presso l’Urban Footprint Pavillion Expo Shanghai 2010 in Cina, “Leonardo da Vinci workshop caravan” in Giappone.

L’attività internazionale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

 Dal 2003 il Museo è membro di Ecsite (European Network of Science Centers and Museums), organizzazione nata nel 1989 che raccoglie circa 400 musei scientifici e science center da tutto il mondo. Il suo obiettivo è quello di promuovere la diffusione della cultura scientifica e tecnologica e favorire l’interazione tra scienza e società attraverso il coordinamento e la valorizzazione di attività svolte da musei e science centre. Negli anni il Museo ha attivato anche partnership con Universcience di Parigi e Deutsches Museum di Monaco di Baviera. Impegnato da anni nello sviluppo di programmi a livello Europeo, il Museo partecipa ai numerosi progetti finanziati dall’Unione Europea, anche nel ruolo di coordinatore: Pilots (Professionalisation for Learning in Science and Technology), Setac (Science Education as Tool for Active Citizenship), Engineer (Engineer is Elementary), FEAST (Facilitating Engagement of Adults about Science and Technology), Pathway (The Pathway to Inquiry Based Science Teaching), SMEC (School-Museum European Cooperation for Improving the Teaching and Learning of Sciences).

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Dove siamo: Ingresso Via San Vittore 21 20123 Milano | Uscita via Olona 6 20123 Milano

Giorni di apertura: aperto da martedì a domenica

Giorni di chiusura: i lunedì non festivi, il 25 dicembre e il 1° gennaio

Orario: mart – ven: 9.30 – 17.00; sab, dom e festivi: 9.30 – 18.30

Biglietti d’ingresso

intero 10,00 € | ridotto 7,00 € per giovani sotto i 25 anni; adulti accompagnatori (max 2 persone) dei minori di 14 anni; gruppi di almeno 10 persone;

docenti delle scuole statali e non statali; convenzioni

speciale 4,00 € per gruppi di studenti accompagnati dall’insegnante previa prenotazione; persone oltre i 65 anni.

Ingresso gratuito per: visitatori disabili e accompagnatore, bambini sotto i 3 anni

MUST SHOP: aperto da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.00; sab, dom e festivi: dalle 10.00 alle 19.30. lunedì chiuso.

Programma membership card

Presso MUST SHOP sono in vendita 4 tipologie di card per l’accesso gratuito e illimitato al Museo in compagnia di una persona a scelta o della famiglia

Visite guidate al sottomarino Enrico Toti

Non è possibile acquistare il biglietto per la visita guidata all’interno del sottomarino Enrico Toti separatamente da quello del Museo.

Il costo del biglietto Museo + Toti varia tra gli 8 e i 18 euro.

È possibile acquistare il biglietto per il giorno stesso direttamente alla cassa del Museo (fino a esaurimento dei posti disponibili), prenotando

telefonicamente al numero dedicato 02.48555330, attivo il martedì e il venerdì dalle 13.30 alle 16.30 o scrivendo un’email a infototi@museoscienza.it

www.museoscienza.org | info@museoscienza.it | T 02 48 555 1

CONTATTI PER LA STAMPA

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Ufficio Stampa

Deborah Chiodoni – Paola Cuneo

stampa@museoscienza.it

Tel. +39 02 48555 343 / 450 | Cell. + 39 339 1536030

Elena Santoro blog – http://elenasantoro.wordpress.com/ – Per informazioni –  Elena Santoro fotografae.santoro@alice.it –elenasantoromilanoartexpo@gmail.com

Elena Santoro è in mostra a Milano con alcune delle sue fotografie: – PHOTOFESTIVAL Milano Spazio Tadini – SECONDO NATURA di Roberto Mutti con Giovanni Guadagnoli, Luisa Pineri, Mario La Fortezza, Renato Cerisola, Elena Santoro, Emma Vitti. Spazio Tadini di Milano fondato da Melina Scalise e Francesco Tadini (MAPPA) aderisce al Photofestival 2013 – circuito espositivo dedicato interamente alla fotografia. La mostra chiude in bellezza la mostra con Spazio, corpo e potere – un’idea di Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini:

Una tre giorni a Lorenzo Meid Pagani e allo spettacolo La Gabbia.

Spazio Tadini Arte Contemporanea Milano:

Lorenzo Meid Pagani  LA GABBIA

Francesco Tadini con Spazio Tadini ospita lo spettacolo La Gabbia

La Gabbia di Lorenzo Meid Pagani a Spazio Tadini

…Lo spettacolo La Gabbia, con la coreografia di Sisina Augusta, ha il sottotitolo “Libero spazio di un equilibrista”. Lo spettatore verrà messo di fronte a un equilibrismo sia muscolare che tecnico … VEDI LINK

Venerdì 12 e sabato 13 aprile, alle ore 21, replica lo spettacolo – il cui debutto è stato alla Biennale di Venezia Marathon – mentre domenica 14 aprile, dalle 15 alle 18, Lorenzo Meid tiene lo stage “Teatro Fisico – Meid Teatro”, incentrato sull’uso dell’oggetto scenico..

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia la fotografa Elena Santoro per le immagini e la recensione a MOST  al Museo Nazionale Della Scienza E della Tecnologia di Milano con Fab.com e i giovani designer per il Salone del Mobile e Fuorisalone 2013.

Milano Arte Expo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *