//
reading...
Alessandro Bergonzoni, ALESSANDRO BERGONZONI Fabbri Contemporary Art, ART EVENTS, Art exhibitions, Art Galleries, Arte, arte contemporanea, arte moderna e contemporanea, Fabbri Contemporary Art, galleria Fabbri Contemporary Art Milano, gallerie arte contemporanea, gallerie d'arte, Martina Cavallarin, Milano arte, Milano eventi, Milano Expo, mostra, mostre milano, Renata Fabbri, Tutto torna come dopo Alessandro Bergonzoni

ALESSANDRO BERGONZONI Fabbri Contemporary Art: Tutto torna come dopo – mostra a Milano di Bergonzoni

Fabbri Contemporary Art Milano, Alessandro Bergonzoni, SOTTO SOTTO SOTTO, 2012, CARTA, RUGGINE E LAMIERA,  165 X 51 X 15 CM

Alessandro Bergonzoni, SOTTO SOTTO SOTTO, 2012, CARTA, RUGGINE E LAMIERA, 165 X 51 X 15 CM

ALESSANDRO BERGONZONI Fabbri Contemporary Art. Tutto torna come dopo a cura di Martina Cavallarin è la prima mostra personale a Milano di Alessandro Bergonzoni: si tiene alla galleria Fabbri Contemporary Art di Via Stoppani 15/C (MAPPA). L’esposizione di opere inedite e installazioni project specific di Bergonzoni ha inaugurato il 12 dicembre e proseguirà fino al 30 gennaio 2013.

Jean Luc Neverborn per MAE Milano Arte Expo: L’ordine delle cose è il ricordo dell’ordine delle cose. Non esiste al presente, l’ordine delle cose. Non: adesso. Adesso è fulmineo. Abbagliante. Ma la luce forte che impedisce di distinguerne i legami cessa con la stessa rapidità con la quale ha avvolto le cose e – dopo –  l’ordine regnerà in illuminante chiaroscuro. Dopo, un sistema di luci e ombre definirà i volumi e scolpirà il senso del passato, nella memoria, con un certo ordine. Cause, effetti, prima, dopo.  >>

Per le cose, così come per le parole, forse.

Forse noi parliamo parole con un certo ordine perché il loro senso è passato. La prima volta che fu detta la parola albero – ci sarà pure stata, questa prima volta? – la cosa, l’albero, sarà stata presente. L’albero, il dicitore e la parola tutti nella stessa stanza. Poi, il secondo dicitore avrà preso per buona la parola del primo e – in assenza di quell’albero, avrà aggiunto foglie, colori e l’esperienza di un autunno passato a considerarne la bellezza cangiante. Giunte al trilionesimo dicitore, le parole – molte parole e i discorsi – ordini di parole – sono ingialliti come le foglie dell’albero autunnale e  i luoghi comuni – ordini di parole la cui diffusione ne rende ovvio il senso – strutturano il comune sentire: il senso comune. Giambattista Vico sosteneva che Il senso comune è un giudizio senz’alcuna riflessione, comunemente sentito da tutto un ordine, da tutto un popolo, da tutta una nazione o da tutto il genere umano.

Contro l’ingiallimento della lingua, che precede solo di un istante quello del pensiero, l’umanità si è dotata di qualche antidoto.

Uno dei rimedi più efficaci degli ultimi lustri si chiama Alessandro Bergonzoni. Drammaturgicamente parlando (in una nostra classifica italiana ideale) secondo solo a Dario Fo.

Alessandro Bergonzoni che è in grado di passare dal teatro all’arte con la stessa intensità, con lo stesso “voto di vastità” e gli stessi “domandamenti” (… che danno forza ai comandamenti) che portano parole e ruggini a unirsi davanti allo sguardo di chi può guardare l’arte senza dogmi: lasciando che piova sul pensiero arido di questi tempi. Mostra da non perdere, questa alla Fabbri Contemporary Art di Milano.

Alessandro Bergonzoni, particolare di  SOTTO SOTTO SOTTO, 2012, CARTA, RUGGINE E LAMIERA

Alessandro Bergonzoni, particolare di SOTTO SOTTO SOTTO, 2012, CARTA, RUGGINE E LAMIERA

-

Comunicato stampa:

ALESSANDRO BERGONZONI  | TUTTO TORNA COME DOPO

a cura di Martina Cavallarin

Da mercoledì 12 dicembre 2012 Fabbri Contemporary Art espone opere inedite e installazioni project specific di Alessandro Bergonzoni.

 

“Dove sta scritto che tutto deve tornare come prima?

E il prima è sempre un quando, o può e deve diventare un cosa?

Pezzi: di prima, (da prima), divisioni solo cronologiche, interamente tratte, e già l’intero sapeva d’esser fatto, a pezzi, quando lo si costruiva…..

E allora ecco l’esempio degli arancioni, delle loro lamiere e dei loro cementi, il muro contro muro (arco di tempo circolare), grondaie da leggere, scrittura piovana (il pensiero per l’imbuto), la parte scheletrica del volo pindarico che due finestre bloccano, tra se e se, piccioni compresi.

Quel dopo del sismico che continua a muovere, già prima del previsto.

Si sa che i lassi staccano delle parti, e il tutt’uno è già qualcos’altro, anche appena unito.

E se l’intatto fosse un senso che non abbiamo mai avuto?”

(Alessandro Bergonzoni)

 

Alessandro Bergonzoni , PINDARICI, 2012, LEGNO, VETRO E PICCIONI IN TASSIDERMIA - 177 X 70 X 7 CM

Alessandro Bergonzoni , PINDARICI, 2012, LEGNO, VETRO E PICCIONI IN TASSIDERMIA – 177 X 70 X 7 CM

 

Milano, 12 dicembre 2012Tutto torna come dopo è la prima esposizione personale milanese di Alessandro Bergonzoni, artista visionario, resiliente, bulimico, possente e delicato, poverista e postproduttivo nel recupero di ciò in cui inciampa “con la coda dell’occhio” e che riabilita attraverso altre modalità duttili e possibili. In Tutto torna come dopo le opere – che abitano tangenti i luoghi della residualità, lo spazio delle cose e le architetture della galleria Fabbri  Contemporary Art- raccontano di vite emigrate altrove.

Nel processo di Bergonzoni la ricerca si rafforza nella resilienza, una plasticità che non intende farti tornare come e dove eri prima, ma avanzare nel dopo, cerchio maestro di una crescita oltre a ciò che avresti previsto. Comunque. L’Opera contiene sempre in sé, nella potenza che esprime proprio perché Oggetto Arte, un’attesa escatologica connaturata nella sua stessa alterità liminale che si spalanca nuda e forte alla possibilità di risorgere e rifiorire, e germogliare e germinare nuove direzioni del senso. E lo fa disseminando un ordine di mutamento nello stesso ordine con il quale lo speleologo, il negoziatore Bergonzoni gestisce filari di tassidermie bloccate nella calce, organismi simmetricamente composti in teche a temperatura calda della “vetrinizzazione dell’arte”. Parallelismo da funambolo perché il passaggio da materiale a materiale, da vita a cristallizzazione della vita ci restituisce una replica poetica del reale. Se i piccioni tra i molteplici livelli di grigio ci osservano più di quanto non c’è dato comprendere, perché tornati come dopo, la scrittura di lettere battute a tastiera ci spiano dai loro anfratti di lamiera dandoci sempre, con eleganza gentile, la percezione di arrivare prima noi alla loro ispezione. Anche i frammenti di muro strabici e dissimmetrici sono contrazioni jazzistiche incollate a un altro muro, come una stratificazione coatta di poetica di mescolamento che Alessandro Bergonzoni ci segnala di continuo e con insistenza per evidenziare spazi e luoghi che abbiamo già abitato, quei muri squarciati di case mai davvero possedute.

Le conseguenze dell’impatto con il suo lavoro lasciano tracce da interpretare, macchie e lettere e buchi di ferro corroso consistenti come aloni sottili che contaminano il bilico della soglia per guadagnare più distanze con il solo gesto atletico di un muscolo che si torce.

Quella dell’artista bolognese è una pratica contemporanea che viene da lontano, da un uso consueto di raccogliere e ammucchiare, dalla polvere, dai macchinari industriali e dalle macchinazioni mentali. L’artista tocca la materia e la rende altro da sé, la de-contestualizza e la ingloba con soggetti diversi sviluppando un’opera autonoma, straordinariamente altra, contrastante il suo passato e sbilanciata nel presente. Tramite queste fusioni Bergonzoni sottrae cose divenute già archeologie di se stesse all’ulteriore fluire dei tempi e alla loro funzionalità, in un processo conservativo che li eleva al grado di opera d’arte che è di per sé parossismo dell’apparenza rispetto al valore originario.

In questa mostra da annusare e accarezzare Alessandro Bergonzoni genera un cortocircuito dolce, ancora un Tutto torna come dopo colmo di una leggerezza che è in verità simulazione, eccesso di più verità e per questo colta solo dalla mano agile e sapiente dell’arte, ma donata come un fiore reciso che, come ogni essere vivente, ambisce a tornare come dopo.

Martina Cavallarin

Alessandro Bergonzoni, SCRITTURA PIOVANA, 2012, LAMIERA, CARTA E FERRO - 198 X 233 X 16

Alessandro Bergonzoni, SCRITTURA PIOVANA, 2012, LAMIERA, CARTA E FERRO – 198 X 233 X 16

- 

Mostra:

Alessandro Bergonzoni  Tutto torna come dopo

Sede: galleria Fabbri Contemporary Art – Via Stoppani 15/C, Milano

Periodo espositivo: 12 dicembre 2012 – 30 gennaio 2013

Curatore: Martina Cavallarin

Catalogo: con testo di Martina Cavallarin

Inaugurazione: mercoledì 12 dicembre, ore 18.30

Orari: tutti i giorni 15.30 – 19.30; mattina su appuntamento, domenica e lunedì chiuso

Organizzazione e ufficio stampa: Fabbri Contemporary Art, Milano info@fabbricontemporaryart.it

Ph. +39 02 91477463 – Mob. + 39 348 7474286

Alessandro Bergonzoni Fabbri Contemporary Art Milano, ATLANTIDEO, 2012, LAMIERA,CEMENTO E TESTA IN GESSO -73 x 217 x 12 cm

Alessandro Bergonzoni alla Fabbri Contemporary Art Milano, ATLANTIDEO, 2012, LAMIERA,CEMENTO E TESTA IN GESSO -73 x 217 x 12 cm

-

Biografia

Alessandro Bergonzoni è nato nel 1958 a Bologna. Vive e lavora a Bologna.

Esposizioni personali:

2013 – DATA ON IMPERFECTION, Factory Art, Berlino, a cura di Martina Cavallarin

2012 – TUTTO TORNA COME DOPO, Fabbri Contemporary Art, Milano, a cura di Martina Cavallarin

2011 – Maceria Prima (accuse mosse), Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Armando

Pizzinato, Pordenone, a cura di Marco Minuz

2011 – Grembi: soglie dell’inconcepibile, Sala delle Colonne, Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Biella

2011 – Ai tuoi piedi (gli appallottolati), installazione/performance all’interno della notte bianca di Arte Fiera off, Bologna

2010 – Proporzioni occulte (gli antipodi), Otto Gallery, Bologna

2010 – Mostra Installazione, Bologna si rivela – Artefiera, San Giorgio in Poggiale, a cura di Philippe Daverio

2010 – “Neonare: infinito di nuovo nato”, Festival Poiesis, Spedale Santa Maria del Buon Gesù, Fabriano

2010 – fortu-nati, Festivalfilosofia, Galleria Paggeriarte, Sassuolo
2008 – Cardanico, Galleria Mimmo Scognamiglio, Napoli

Esposizione Collettive:

2012 – WOP! Fabbri Contemporary Art, Milano

2012 – undici allunaggi possibili, Cà Zenobio, Venezia, a cura di Martina Cavallarin

2012 – Museo Città di Bologna, installazione permanente

2012 – Arte Fiera Bologna, Galleria Michela Rizzo

2011 – Arte Fiera Bologna, Otto Gallery

2008 – Arte Fiera Bologna, Galleria Mimmo Scognamiglio Artecontemporanea

2007 – Arte Fiera Bologna, Galleria Mimmo Scognamiglio Artecontemporanea

2006 – Fresco Bosco, Certosa di Padula – Sa, a cura di Achille Bonito Oliva

2005 – il Ritratto interiore, da Lotto a Pirandello, Museo Archeologico di Aosta, a cura di Vittorio Sgarbi

Alessandro Bergonzoni , BIANCO LAVAGNA, 2012, LAMIERA, CEMENTO, 125 x 121 x 12 cm

Alessandro Bergonzoni , BIANCO LAVAGNA, 2012, LAMIERA, CEMENTO, 125 x 121 x 12 cm

-

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia l’Ufficio Stampa della galleria Fabbri Contemporary Art di Milano e Renata Fabbri per le notizie e le immagini relative alla mostra di Alessandro Bergonzoni a Milano.

Milano Arte Expo

-

-

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

invia una mail a Milano Arte Expo

mercato dell’arte e prezzi

artprice
Milano in arte 1956 - 1967 mostra
Expo Milano - arancio MILANO IN ARTE 1956 - 1967 Le opere di grandi maestri della Milano artistica del dopoguerra. Inaugurazione: martedì 10 giugno 2014 dalle 18.00 alle 22.00. L’expo prosegue fino al 10 luglio....  > LEGGI
Jooble
Expo Milano - arancio JOOBLE Nuovo e funzionale motore di ricerca per trovare lavoro a Milano, In Italia e nel mondo. Veloce e capace di far risparmiare molte energie...  > vai a Jooble.it
Mia Fair 2014
Expo Milano - arancio  MIA FAIR MILANO 2014, la  FIERA INTERNAZIONALE D’ARTE  CONTEMPORANEA della fotografia  23-25 maggio  a SUPERSTUDIO PIÙ > > LEGGI
Photofestival
Expo Milano - arancio PHOTOFESTIVAL 2014 - Milano capitale della fotografia. Dal 29 aprile al 16 giugno Photofestival si svolge in oltre cento sedi espositive: un grande circuito di mostre fotografiche gratuite. Vedi il programma,le recensioni e le segnalazioni > LEGGI
Rossosegnale B&B Milano
Expo Milano - arancio ROSSOSEGNALE Milano B&B Via Antonio Sacchini 18 bed and breakfast e galleria d’arte 3001 LAB (metro: M1 e M2)  +39.02.29527453 – Zona 3, recensione di Federicapaola Capecchi – Uno dei top bed and breakfast e galleria d’arte allo stesso tempo. > LEGGI
Piero Manzoni
Expo Milano - arancio  MOSTRA PIERO MANZONI PALAZZO REALE MILANO
Piero Manzoni 1933-1963
a cura di Flaminio Gualdoni e Rosalia Pasqualino di Marineo. 26 marzo – 2 giugno 2014. Orari: lunedì 14.30-19.30 da martedì a domenica 9.30-19.30 giovedì e sabato 9.30-22.30 Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura. >LEGGI
Frida Kahlo mostra Roma
Expo Milano - arancio  Frida Kahlo ROMA Scuderie del Quirinale, mostra aperta fino al 31 agosto 2014 - recensione di Alessandra Pinchera per Milano Arte Expo  > LEGGI
Mostre Roma
Expo Milano - arancio  Mostre a Roma - Musée d’Orsay. Capolavori. Dal 22 febbraio all’8 giugno 2014 al Complesso del Vittoriano opere tra il 1848 e il 1914 di grandi maestri francesi: Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat e altri.  Selezione di settanta opere che partono dalla pittura accademica dei Salon fino alla rivoluzione impressionista e alle soluzioni formali Nabis e dei Simbolisti..
UPCYCLE Cafè Milano
UPCYCLE Cafè: urban bike cafè, Via Ampère 59, Milano. Ristorante, bar, ma anche centro di aggregazione per gli appassionati della bicicletta e del cibo biologico, dalle birre al liquore artigianale.   > LEGGI
WOW Museo del Fumetto
Expo Milano - arancio  WOW Spazio Fumetto: museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata. Milano, viale Campania 12 tel. 02 49524744 – 02 49524745. L'accesso è gratuito alle numerose esposizioni al Piano Terra, alla Biblioteca, al Bookshop e alla Caffetteria. ... > VAI AL SITO >
La Rava e La Fava ristorante - leggi la recensione
Expo Milano - arancio  La Rava e la Fava Trattoria ristorante, Via Principe Eugenio 28 Milano - I ristoranti sparsi per la città di Milano hanno tutti qualcosa da offrire, ma quando trovi quel posticino dove sei il benvenuto come se fosse la cucina di casa dello chef...  LEGGI >
cervello istruzioni per l’uso
Expo Milano - arancio  BRAIN Il cervello istruzioni per l’uso – Al Museo di storia naturale di Milano: spettacolare divulgazione scientifica, dal 18 ottobre 2013 al 13 aprile 2014 dei meccanismi che regolano percezioni, emozioni, opinioni e sentimenti con il top della  tecnologia e della multimedialità  >LEGGI
Mostre Milano Pocket Exhibit
Expo Milano - arancio  A Milano, città di Expo, c'è un luogo di grande afflusso di pubblico dove realizzare una mostra di una settimana - Pocket Exhibit - ed essere supportati da un gruppo di specialisti della comunicazione - dei media tradizionali e del web - senza spendere nemmeno un euro? Si, c'è! Se sei un artista, un curatore o un ufficio stampa d'arte chiedici dove, come e quando. mail: milanoartexpo@gmail.com
car2go Milano car sharing
Car2go a Milano. Comincia una vera rivoluzione nel car sharing. Car2go permette di prelevare ovunque e di parcheggiare ovunque l’automobile a Milano...   > LEGGI
Giuseppe Verdi - bicentenario
Giuseppe Verdi, La Traviata, Teatro alla Scala Milano, da sabato 7 Dicembre 2013. Milano Arte Expo, scavando nei documenti d’epoca, vi propone uno speciale Giuseppe Verdi in diretta da cento anni fa ... > LEGGI
Sbarco in Normandia 6 giugno 1944
SBARCO IN NORMANDIA in diretta con i grandi inviati del D-Day, minuto per minuto dalla Seconda Guerra Mondiale ... > LEGGI
Emilio Tadini
Emilio Tadini FIABE – mostra a Burago di Molgora, a due passi da Milano. Rassegna I maestri del 900 ideata e organizzata da Marilena Buratti e curata da Simona Bartolena con l’expo dedicata a Emilio Tadini. ... > LEGGI
Le Canottiere Milano
Le Canottiere, Milano Alzaia Naviglio Grande: shopping vestiti e accessori per mamme e bambini – di Roanna Weiss - rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI. Bilingue: italiano / inglese). Amo questa città!...  > LEGGI
CREATIVE ANTICHE CREDENZE, mobili d'epoca
Antiche Credenze: Oggetti Unici ed Esclusivi. Impronta ai nostri spazi con uno stile personale, valutando scelte fuori dagli standard. Un mobile antico - o solo vecchio - ripristinato o personalizzato con interventi decorativi, rientra in queste scelte con una soluzione che è a portata di mano e di portafoglio! Guarda dove siamo. Tel. 0243129275 - cell. 3401773602 - >LEGGI e GUARDA.
Milano design - 100FA Vintage
Milano design - Vintage: 100Fa propone arredi industriali, mobili da mestiere, da palestra, oggetti particolari.
L’origine: Francia ed Inghilterra, rigorosamente vintage.Vendita e noleggio. mail: info@100fa.it . MAPPA - Via Molino Delle Armi 48, Milano - Tel/Fax: +390258101184 - INFO E FOTO.
Jean Clair - intervistato da Giancarlo Ricci Milano Arte Expo
 Jean Clair, MEDUSA: Giancarlo Ricci intervista Jean Clair per Milano Arte Expo. A partire dal suo libro Medusa (Abscondita Edizioni, Milano 2013) abbiamo posto alcune domande al suo autore, Jean Clair, rinomato critico e storico dell’arte, saggista, ex direttore del Museo Picasso di Parigi. >>LEGGI
Milano Arte Expo - Fondazione Marconi
Fondazione Marconi di Milano aderisce al progetto Documenti d’Arte del Novecento di Milano Arte Expo con una vasta mole di materiale storico che verrà messo on line. Altre gallerie e fondazioni stanno unendosi a questo cospicuo e progressivo piano di lavoro. Per  collaborare: milanoartexpo@gmail.com.
Il testo che segue è pubblicato nel fascicolo Studio Marconi Documenti n° 8 del 1982La nuova pittura tedesca >leggi

MILANO
FONDAZIONI
SPAZI ESPOSITIVI



Biblioteca di via Senato
Via Senato 14 | t. 0276215318
Info e programmi su www.bibliotecadiviasenato.it

Centre culturel français de Milan
Corso Magenta 63 | t. 02 4859191
Info e programmi su http://www.culturemilan.com

Hangar Bicocca - Spazio d’arte contemporanea
Via Chiese 2 (traversa di Viale Sarca) | t. 02 853531764
Info e programmi su http://www.hangarbicocca.it

Fabbrica del Vapore
Viale Procaccini 4 | t. 02 88464102
Info e programmi su http://www.fabbricadelvapore.org

Fondazione Alessandro Durini - Palazzo Durini
Via Santa Maria Valle 2 | t. 02 8053029
Info e programmi su http://www.fondazionedurini.com

Fondazione Marconi
Via Tadino 15 | t. 02 29419232
Info e programmi su
http://www.fondazionemarconi.org

Fondazione Antonio Mazzotta
Foro Buonaparte 50 | t. 02 878197
Info e programmi su
http://www.mazzotta.it

Fondazione Mudima
Via Tadino 26 | t. 02 29409633
Info e programmi su
http://www.mudima.net

Fondazione Arnaldo Pomodoro
Via Andrea Solari 35 | t. 02 89075394
Info e programmi su
fondazionearnaldopomodoro.it

Fondazione Prada
Via Fogazzaro 36 | t. 02 54670216
Info e programmi su
http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Stelline
Corso Magenta 61 | t. 02 45462411
Info e programmi su
http://www.stelline.it

Fondazione Nicola Trussardi
t. 02 8068821
Info e programmi su
fondazionenicolatrussardi.com

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1 | t. 02 581188067
Info e programmi su
http://www.formafoto.it

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59 | t. 02 48008015
Info e programmi su
http://www.creval.it

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese 95 | t. 02 89420019
Info e programmi su
http://www.museodiocesano.it

Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | t. 02 796334
Info e programmi su
http://www.museopoldipezzoli.it

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. da Vinci
Via San Vittore 21 | t. 02 485551
Info e programmi su
http://www.museoscienza.org

Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente
Viale Filippo Turati 34 | tel. 02 6551455
Info e programmi su
http://www.lapermanente-milano.it

Spazio Oberdan
t. 02 77406300/6302
Viale Vittorio Veneto 2, ang. Piazza Oberdan
Info e programmi su
www.provincia.milano.it/cultura

Triennale Bovisa
Via Lambruschini 31, ang. Via Codigoro | t. 02 724341
Info e programmi su
http://www.triennalebovisa.it

Triennale di Milano
Triennale Design Museum

Viale Alemagna 6 | t. 02 724341
Info su http://www.triennale.it 
www.triennaledesignmuseum.it

PressOffice specializzati in arte

PressOffice: Cristina Pariset T.+39 024812584 F +39 024812486 Cell.+39 3485109589 Email Pariset

CLP Relazioni pubbliche
Tel. +39 02433403 – fax +39 024813841
press@clponline.it

SPAINI & PARTNERS
via dell'Ordine di Santo Stefano 229
56128 Marina di Pisa (PI)
tel 050/310920 -36042
www.spaini.it cell 3473839137

Patrizia Cavalletti Comunicazione
Via Nazzareno Cristofani n.3
06135 Perugia, Ponte San Giovanni (PG)
Tel. + 39 075 5990443 Mob. +39 348 3386855
Skype: monteverdi333
info@patriziacavalletticomunicazione.it
www.patriziacavalletticomunicazione.it

Clicca per iscriverti a questo notiziario e ricevere news per e-mail.

Unisciti agli altri 1.642 follower

Statistiche del Blog

  • 769,797 hits
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.642 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: