//
reading...
aeroporto di Malpensa, Alessandra Montesanto, Art exhibitions, Arte, arte contemporanea, arte moderna e contemporanea, Cinema, cinema d'autore, Documentamy, documentario, festival cinema, film, Martina Parenti, Massimo D'Anolfi, Milano arte, Milano Expo

Cinema documentario: Massimo D’Anolfi e Martina Parenti – di Alessandra Montesanto

IL CASTELLO di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti - un fotogramma del film

IL CASTELLO di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti – un fotogramma del film

Cinema documentario: Massimo D’Anolfi e Martina Parenti – di Alessandra Montesanto per MAE Milano Arte Expo.  Dal 7 al 10 novembre 2012 la città di Varese ha ospitato la prima edizione del festival Documentamy, nato dall’iniziativa dell’associazione FilmStudio90, con il contributo di Fondazione Cariplo. Il festival si è avvalso dello sguardo, sensibile e attento, di giovani autori – massimo 35 anni – che hanno presentato al pubblico i loro documentari corti. Massimo D’Anolfi e Martina Parenti sono stati chiamati a comporre la giuria del festival. >>

Com’è stata questa esperienza?

Abbiamo visionato una dozzina di lavori ed è stato molto interessante vedere una varietà di generi (intimistico, artistico, di inchiesta). E’ stato premiato il documentario intitolato E’ troppo vicino per mettere a fuoco, una storia personale, di una ragazza che, attraverso alcune fotografie, riflette sulle propria vita, intrecciata a due guerre, quella nei Balcani e quella in Iraq.

E’ anche vero, però, che, negli ultimi anni, c’è stato un incremento nella produzione dei documentari che spesso non coincide con la qualità.

Durante la rassegna è stato presentato anche il vostro lavoro, Il castello, in cui si racconta un anno trascorso all’interno dell’aeroporto di Malpensa…

Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, dal film Il castello

Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, dal film Il castello

E’ stato girato, appunto, nell’arco di un anno e racconta la vita di un aeroporto attraverso quattro stagioni. Abbiamo voluto riprendere uno spazio nel tempo e far emergere storie e situazioni per raccontare l’umanità. L’elemento di frattura, ad esempio, o di rottura del “castello” è rappresentato da una signora che si appropria dello spazio e lo fa diventare “casa”; ma lo è anche, in un certo senso, il ragazzo nigeriano che vuole tornare nel proprio Paese…Se scegli di raccontare il Presente e una realtà complessa e questo racconto si allarga, allora lo spettatore attento può scoprire, nel film, vari significati. In particolare, lavorando a questo documentario, abbiamo capito che l’aeroporto è un laboratorio sul tema della sicurezza perchè si mettono in atto delle pratiche di controllo molto capillari: sta poi allo spettatore trarre le conclusioni o fare le riflessioni su questo argomento.

Cosa significa per voi fare cinema documentario?

I documentari sono la forma di cinema più vitale. Il documentario partecipa della realtà. Non racconta la verità, ma è sicuramente una reinterpretazione della realtà, uno sguardo sulla realtà. Inoltre, dal punto di vista creativo, offre una serie di spunti, di suggestioni, di ricerche e di imprevisti che il cinema di finzione offre meno, soprattutto nella pratica del fare. Fare un documentario è un lavoro artigiano, in cui si controllano tutte le fasi di realizzazione e, alla fine, il lavoro lo senti tuo.

C’è un filo conduttore che lega Il Castello alle vostre opere precedenti, I promessi sposi e Grandi Speranze?

Prima di tutto, rubiamo i titoli alla letteratura.

Con “il senno di poi” ci siamo accorti di aver fatto film che hanno a che fare con le istituzioni e con il Potere. I promessi sposi racconta dei corsi prematrimoniali in Chiesa e presso i Comuni italiani. Grandi speranze racconta della futura classe dirigente, di giovani sotto i quarant’anni che, forse, in futuro avranno il potere. E Il castello, in fondo, riprende  queste tematiche. Ma non era nelle nostre intenzioni iniziali. Lavorando a questi documentari abbiamo finito con il parlare di persone comuni, normali che si ritrovano invischiate in meccanismi complessi.

Siete una coppia e lavorate spesso insieme. Come vi dividete i ruoli durante la realizzazione dei film?

Scriviamo insieme il soggetto del film che si sviluppa mentre lo realizziamo. Parliamo molto, ci confrontiamo, ma abbiamo deciso di non scrivere le sceneggiature perchè, anche nella fase di montaggio ad esempio, scopriamo delle cose. E anche al montaggio lavoriamo insieme; durante le riprese, invece, io filmo e Martina prende il suono.

A cosa state lavorando adesso?

E’ un segreto, ma il nuovo documentario uscirà a gennaio.

-

Alessandra Montesanto

Alessandra Montesanto

Alessandra Montesanto

-

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Alessandra Montesanto per l’intervista a  Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e consiglia di vedere il film “Il castello” al seguente link: http://vimeo.com/17097674.

Milano Arte Expo

-

-

 

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

invia una mail a Milano Arte Expo
MiArch2014
Giacometti GAM Milano
Fuorisalone 2015
Storie Milanesi
Aste Milano
Chagall Milano
Salgado Milano
Ristoranti Milano - Boeucc
Arte Padova 2014
Chiara Ferragni
stampe d'autore

mercato dell’arte e prezzi

artprice
Rossosegnale B&B Milano
Expo Milano - arancio ROSSOSEGNALE Milano B&B Via Antonio Sacchini 18 bed and breakfast e galleria d’arte 3001 LAB (metro: M1 e M2)  +39.02.29527453 – Zona 3, recensione di Federicapaola Capecchi – Uno dei top bed and breakfast e galleria d’arte allo stesso tempo. > LEGGI
UPCYCLE Cafè Milano
UPCYCLE Cafè: urban bike cafè, Via Ampère 59, Milano. Ristorante, bar, ma anche centro di aggregazione per gli appassionati della bicicletta e del cibo biologico, dalle birre al liquore artigianale.   > LEGGI
WOW Museo del Fumetto
Expo Milano - arancio  WOW Spazio Fumetto: museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata. Milano, viale Campania 12 tel. 02 49524744 – 02 49524745. L'accesso è gratuito alle numerose esposizioni al Piano Terra, alla Biblioteca, al Bookshop e alla Caffetteria. ... > VAI AL SITO >
La Rava e La Fava ristorante - leggi la recensione
Expo Milano - arancio  La Rava e la Fava Trattoria ristorante, Via Principe Eugenio 28 Milano - I ristoranti sparsi per la città di Milano hanno tutti qualcosa da offrire, ma quando trovi quel posticino dove sei il benvenuto come se fosse la cucina di casa dello chef...  LEGGI >
car2go Milano car sharing
Car2go a Milano. Comincia una vera rivoluzione nel car sharing. Car2go permette di prelevare ovunque e di parcheggiare ovunque l’automobile a Milano...   > LEGGI
Le Canottiere Milano
Le Canottiere, Milano Alzaia Naviglio Grande: shopping vestiti e accessori per mamme e bambini – di Roanna Weiss - rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI. Bilingue: italiano / inglese). Amo questa città!...  > LEGGI
CREATIVE ANTICHE CREDENZE, mobili d'epoca
Antiche Credenze: Oggetti Unici ed Esclusivi. Impronta ai nostri spazi con uno stile personale, valutando scelte fuori dagli standard. Un mobile antico - o solo vecchio - ripristinato o personalizzato con interventi decorativi, rientra in queste scelte con una soluzione che è a portata di mano e di portafoglio! Guarda dove siamo. Tel. 0243129275 - cell. 3401773602 - >LEGGI e GUARDA.
Milano design - 100FA Vintage
Milano design - Vintage: 100Fa propone arredi industriali, mobili da mestiere, da palestra, oggetti particolari.
L’origine: Francia ed Inghilterra, rigorosamente vintage.Vendita e noleggio. mail: info@100fa.it . MAPPA - Via Molino Delle Armi 48, Milano - Tel/Fax: +390258101184 - INFO E FOTO.

MILANO
FONDAZIONI
SPAZI ESPOSITIVI



Biblioteca di via Senato
Via Senato 14 | t. 0276215318
Info e programmi su www.bibliotecadiviasenato.it

Centre culturel français de Milan
Corso Magenta 63 | t. 02 4859191
Info e programmi su http://www.culturemilan.com

Hangar Bicocca - Spazio d’arte contemporanea
Via Chiese 2 (traversa di Viale Sarca) | t. 02 853531764
Info e programmi su http://www.hangarbicocca.it

Fabbrica del Vapore
Viale Procaccini 4 | t. 02 88464102
Info e programmi su http://www.fabbricadelvapore.org

Fondazione Alessandro Durini - Palazzo Durini
Via Santa Maria Valle 2 | t. 02 8053029
Info e programmi su http://www.fondazionedurini.com

Fondazione Marconi
Via Tadino 15 | t. 02 29419232
Info e programmi su
http://www.fondazionemarconi.org

Fondazione Antonio Mazzotta
Foro Buonaparte 50 | t. 02 878197
Info e programmi su
http://www.mazzotta.it

Fondazione Mudima
Via Tadino 26 | t. 02 29409633
Info e programmi su
http://www.mudima.net

Fondazione Arnaldo Pomodoro
Via Andrea Solari 35 | t. 02 89075394
Info e programmi su
fondazionearnaldopomodoro.it

Fondazione Prada
Via Fogazzaro 36 | t. 02 54670216
Info e programmi su
http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Stelline
Corso Magenta 61 | t. 02 45462411
Info e programmi su
http://www.stelline.it

Fondazione Nicola Trussardi
t. 02 8068821
Info e programmi su
fondazionenicolatrussardi.com

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1 | t. 02 581188067
Info e programmi su
http://www.formafoto.it

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59 | t. 02 48008015
Info e programmi su
http://www.creval.it

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese 95 | t. 02 89420019
Info e programmi su
http://www.museodiocesano.it

Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | t. 02 796334
Info e programmi su
http://www.museopoldipezzoli.it

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. da Vinci
Via San Vittore 21 | t. 02 485551
Info e programmi su
http://www.museoscienza.org

Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente
Viale Filippo Turati 34 | tel. 02 6551455
Info e programmi su
http://www.lapermanente-milano.it

Spazio Oberdan
t. 02 77406300/6302
Viale Vittorio Veneto 2, ang. Piazza Oberdan
Info e programmi su
www.provincia.milano.it/cultura

Triennale Bovisa
Via Lambruschini 31, ang. Via Codigoro | t. 02 724341
Info e programmi su
http://www.triennalebovisa.it

Triennale di Milano
Triennale Design Museum

Viale Alemagna 6 | t. 02 724341
Info su http://www.triennale.it 
www.triennaledesignmuseum.it

PressOffice specializzati in arte

PressOffice: Cristina Pariset T.+39 024812584 F +39 024812486 Cell.+39 3485109589 Email Pariset

CLP Relazioni pubbliche
Tel. +39 02433403 – fax +39 024813841
press@clponline.it

SPAINI & PARTNERS
via dell'Ordine di Santo Stefano 229
56128 Marina di Pisa (PI)
tel 050/310920 -36042
www.spaini.it cell 3473839137

Patrizia Cavalletti Comunicazione
Via Nazzareno Cristofani n.3
06135 Perugia, Ponte San Giovanni (PG)
Tel. + 39 075 5990443 Mob. +39 348 3386855
Skype: monteverdi333
info@patriziacavalletticomunicazione.it
www.patriziacavalletticomunicazione.it

Clicca per iscriverti a questo notiziario e ricevere news per e-mail.

Unisciti agli altri 1.811 follower

Statistiche del Blog

  • 837,545 hits
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.811 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: