//
reading...
Alighiero Boetti, Alighiero e Boetti, ALIGHIERO E BOETTI Studio Giangaleazzo Visconti, ART EVENTS, Art exhibitions, Art Galleries, Arte, arte contemporanea, arte moderna e contemporanea, aste d'arte, boetti, gallerie arte contemporanea, gallerie d'arte di Milano, Lucio Fontana, mercato dell'arte, Milano arte, Milano eventi, Milano Expo, Mostre a Milano, QUOTAZIONI ARTE CONTEMPORANEA, quotazioni artisti contemporanei, Studio Giangaleazzo Visconti, Studio Visconti Milano

ALIGHIERO E BOETTI Studio Giangaleazzo Visconti: alla galleria d’arte di Milano 25 opere di Boetti dal 28 novembre al 22 marzo 2013

Alighiero Boetti mostra Studio Giangaleazzo Visconti Milano, Senza Titolo (Mario Schifano) - courtesy Studio Giangaleazzo Visconti

Alighiero Boetti, Senza Titolo (Mario Schifano) – courtesy Studio Giangaleazzo Visconti

ALIGHIERO E BOETTI Studio Giangaleazzo Visconti – Gallerie d’arte di Milano: mostra personale di Alighiero Boetti allo Studio Visconti di Corso Monforte 23 (MAPPA) – dove è in corso fino al 23 novembre l’esposizione dedicata a Maurizio Pellegrin (>leggi). Alighiero e Boetti - come l’artista firmava dal 1973 i suoi lavori – inaugura mercoledì 28 novembre e prosegue fino al 22 marzo 2013. Studio Visconti è negli spazi che furono lo studio di Lucio Fontana (palazzo dei conti Cicogna Mozzoni, dal 1952 fino alla morte nel 1968). Alighiero Boetti (Torino, 1940 – Roma, 1994) è tra i maestri italiani del secondo Novecento la cui opera ha maggiormente influenzato quella di artisti più giovani che hanno iniziato a produrre tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta. Il lavoro di Alighiero Boetti – con quotazioni che continuano a crescere nel mercato dell’arte e nelle aste – è stato ultimamente celebrato da un’importante retrospettiva tenuta al Reina Sofia di Madrid, alla Tate Modern di Londra e al MoMA The Museum of Modern Art di New York.

Ufficio Stampa CLP Relazioni Pubbliche.

L’esposizione presenta 25 opere realizzate negli ultimi trent’anni di attività, nel quale il tratto, il disegno e il colore sono diventati la materia essenziale della sua ricerca e che spaziano tra una pluralità di tecniche e di materiali che vanno dai disegni ai ricami, dai collage e le matite su carta, ai grandi acquerelli del Cielo, dai lavori postali a quelli con le penne biro, agli arazzi che rappresentano la sua icona più riconoscibile.

Milano Arte, Alighiero Boetti, Niente da vedere

Alighiero Boetti, Niente da vedere

Personaggio poliedrico, in grado di sviluppare una poetica singolare e ancora attuale, grazie ai temi affrontati, Boetti ha saputo cogliere la complessità del mondo contemporaneo, superando anche quelle barriere di un universo culturale che oggi sembra chiuso da confini invalicabili, come quello dell’Afghanistan, dove Boetti ha vissuto e ha commissionato molti dei suoi lavori.

L’ecletticità dell’artista è anche testimoniata dall’appellativo Alighiero e Boetti col quale era solito firmare le sue creazioni – da cui il titolo della mostra – che precorreva, di anni, il dibattito sui concetti di identità e alterità. “Alighiero – assicurava lo stesso Boetti – è la parte più infantile, più estrema, che domina le cose familiari, Alighiero è il modo in cui mi chiamano e mi nominano le persone che conosco, Boetti è più astratto, appunto, perché il cognome rientra nella categoria, mentre il nome è unico il cognome è già una categoria, una classifica. Questa è una cosa che riguarda tutti. Il nome dà certe sensazioni di familiarità, di conoscenza, di intimità. Boetti, per il solo fatto di essere un cognome, è già un’astrazione, è già un concetto”.

Alighiero Boetti, Grigio Doncaster, 1968

Alighiero Boetti, Grigio Doncaster, 1968

Il percorso espositivo comprende alcune opere storiche come la tela col disegno mimetico del 1967, o un Postale degli anni Settanta, una serie di buste affrancate e timbrate messe le une accanto alle altre, o ancora quelle realizzate in penna biro con la quale creava una complessa e fitta texture, ovvero “un sistema di trasposizione delle parole in immagini, con la segreta speranza che un giorno troverò quella che disegnerà se stessa”.

Il piatto forte della mostra è rappresentato dagli arazzi degli anni Ottanta, che Boetti faceva realizzare in Afghanistan, ricchi di colori e di frasi che sceglieva personalmente, per poi farle tessere. “Scrivere – era solito affermare – è disegnare. Le mie scritture sono tutte fatte con la sinistra, una mano che non sa scrivere, mostrano quindi anche una punta di sofferenza fisica, ma scrivere è un gran piacere. Ci sono parole che uccidono, parole che fanno un male tremendo, parole come sassi, parole leggerissime, parole reali come in numeri. Ma se vuoi veramente qualcosa mettilo per iscritto”.

Alighiero Boetti Studio Giangaleazzo Visconti - Le infinite possibilità 6620

Alighiero Boetti – Le infinite possibilità 6620

ALIGHIERO BOETTI (Torino 1940 – Roma 1994)

Alighiero Boetti, uno degli artisti più influenti del secondo dopoguerra, è oggi considerato di estrema attualità. I temi toccati, infatti, – i confini e il loro superamento, il caos, la complessità, la mescolanza di linguaggi e culture – sono riflessioni attuali sulle quali la società moderna si dibatte. Boetti affronta questi temi senza mai riferirsi ad un movimenti specifico.

Alighiero Boetti, Oggi il primo giorno, 1988

Alighiero Boetti, Oggi il primo giorno, 1988

Dal punto di vista artistico Boetti esordisce nella seconda metà degli anni Sessanta con una personale alla Galleria Christian Stein di Torino nel 1967 dove presenta opere scultoree costruite per accostamenti elementari di materiali industriali.

Autodidatta, dopo aver abbandonato gli studi di Economia, si interessa alla cultura orientale e a diverse discipline, quali la filosofia e l’alchimia. Attraverso il lavoro sui concetti di serialità e ripetitività pone in discussione il ruolo tradizionale dell’artista sviluppando il problema del doppio; con il lavoro Gemelli dal 1968, l’artista presenta un fotomontaggio che ritrae se stesso che tiene per mano un altro se stesso.

Queste riflessioni lo spingeranno, tra la fine del 1972 e il 1973, a firmarsi Alighiero e Boetti. Dal 1971 al 1980 è ossessionato dalla serialità e dall’ordine delle cose, vuole codificare tutto: fiumi, bandiere, segni.

Nel 1971 iniziano i suoi viaggi periodici in Afghanistan che inaugurano il ciclo dei ricami coloratissimi realizzati da donne afgane. Il lavoro sul tema del doppio corrisponde alla realizzazione di opere che coinvolgono la collettività e riguardano il linguaggio e la comunicabilità: tra il 1972 e il 1973 realizza il ciclo lavori a biro. Agli anni Settanta appartengono anche i ricalchi delle copertine dei periodici di informazione.

Negli anni Novanta realizza un arazzo di grandi dimensioni denominato Tutto dove appaiono in silhouette un grande numero di immagini che ne ricoprono interamente la superficie. Nel 1993 dà vita a un’opera collettiva che coinvolge le Accademie d’Arte francesi, Alternando da uno a cento e viceversa, poi tessuto da mani afgane. Allo stesso anno appartiene l’opera considerata di commiato, una statua in bronzo dell’artista nell’atto di innaffiarsi il capo.

Milano, ottobre 2012

Studio Giangaleazzo Visconti Milano, Alighiero Boetti, Zucchero e sale

Alighiero Boetti, Zucchero e sale

 

ALIGHIERO E BOETTI

Studio Giangaleazzo Visconti

Milano, Corso Monforte, 23

28 novembre 2012 – 22 marzo 2013

Orari: da lunedì a venerdì 11:00 – 19:00

Ingresso libero
Catalogo in mostra

Info
Studio Giangaleazzo Visconti, Tel. 02.795251,  info@studiovisconti.netwww.studiovisconti.net

Mostre Milano, Alighiero Boetti, Cieli ad alta quota

Alighiero Boetti, Cieli ad alta quota

-

Ufficio stampa
CLP Relazioni Pubbliche
Tel. 02 36 755 700
press2@clponline.it

-

-

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Marta Paini dell’Ufficio Stampa CLP Relazioni Pubbliche per le news e le immagini della mostra ALIGHIERO E BOETTI alla galleria d’arte di Milano Studio Giangaleazzo Visconti.

milano arte expo

-

-

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

invia una mail a Milano Arte Expo

mercato dell’arte e prezzi

artprice
Milano in arte 1956 - 1967 mostra
Expo Milano - arancio MILANO IN ARTE 1956 - 1967 Le opere di grandi maestri della Milano artistica del dopoguerra. Inaugurazione: martedì 10 giugno 2014 dalle 18.00 alle 22.00. L’expo prosegue fino al 10 luglio....  > LEGGI
Jooble
Expo Milano - arancio JOOBLE Nuovo e funzionale motore di ricerca per trovare lavoro a Milano, In Italia e nel mondo. Veloce e capace di far risparmiare molte energie...  > vai a Jooble.it
Mia Fair 2014
Expo Milano - arancio  MIA FAIR MILANO 2014, la  FIERA INTERNAZIONALE D’ARTE  CONTEMPORANEA della fotografia  23-25 maggio  a SUPERSTUDIO PIÙ > > LEGGI
Photofestival
Expo Milano - arancio PHOTOFESTIVAL 2014 - Milano capitale della fotografia. Dal 29 aprile al 16 giugno Photofestival si svolge in oltre cento sedi espositive: un grande circuito di mostre fotografiche gratuite. Vedi il programma,le recensioni e le segnalazioni > LEGGI
Rossosegnale B&B Milano
Expo Milano - arancio ROSSOSEGNALE Milano B&B Via Antonio Sacchini 18 bed and breakfast e galleria d’arte 3001 LAB (metro: M1 e M2)  +39.02.29527453 – Zona 3, recensione di Federicapaola Capecchi – Uno dei top bed and breakfast e galleria d’arte allo stesso tempo. > LEGGI
Piero Manzoni
Expo Milano - arancio  MOSTRA PIERO MANZONI PALAZZO REALE MILANO
Piero Manzoni 1933-1963
a cura di Flaminio Gualdoni e Rosalia Pasqualino di Marineo. 26 marzo – 2 giugno 2014. Orari: lunedì 14.30-19.30 da martedì a domenica 9.30-19.30 giovedì e sabato 9.30-22.30 Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura. >LEGGI
Frida Kahlo mostra Roma
Expo Milano - arancio  Frida Kahlo ROMA Scuderie del Quirinale, mostra aperta fino al 31 agosto 2014 - recensione di Alessandra Pinchera per Milano Arte Expo  > LEGGI
Mostre Roma
Expo Milano - arancio  Mostre a Roma - Musée d’Orsay. Capolavori. Dal 22 febbraio all’8 giugno 2014 al Complesso del Vittoriano opere tra il 1848 e il 1914 di grandi maestri francesi: Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat e altri.  Selezione di settanta opere che partono dalla pittura accademica dei Salon fino alla rivoluzione impressionista e alle soluzioni formali Nabis e dei Simbolisti..
UPCYCLE Cafè Milano
UPCYCLE Cafè: urban bike cafè, Via Ampère 59, Milano. Ristorante, bar, ma anche centro di aggregazione per gli appassionati della bicicletta e del cibo biologico, dalle birre al liquore artigianale.   > LEGGI
WOW Museo del Fumetto
Expo Milano - arancio  WOW Spazio Fumetto: museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata. Milano, viale Campania 12 tel. 02 49524744 – 02 49524745. L'accesso è gratuito alle numerose esposizioni al Piano Terra, alla Biblioteca, al Bookshop e alla Caffetteria. ... > VAI AL SITO >
La Rava e La Fava ristorante - leggi la recensione
Expo Milano - arancio  La Rava e la Fava Trattoria ristorante, Via Principe Eugenio 28 Milano - I ristoranti sparsi per la città di Milano hanno tutti qualcosa da offrire, ma quando trovi quel posticino dove sei il benvenuto come se fosse la cucina di casa dello chef...  LEGGI >
cervello istruzioni per l’uso
Expo Milano - arancio  BRAIN Il cervello istruzioni per l’uso – Al Museo di storia naturale di Milano: spettacolare divulgazione scientifica, dal 18 ottobre 2013 al 13 aprile 2014 dei meccanismi che regolano percezioni, emozioni, opinioni e sentimenti con il top della  tecnologia e della multimedialità  >LEGGI
Mostre Milano Pocket Exhibit
Expo Milano - arancio  A Milano, città di Expo, c'è un luogo di grande afflusso di pubblico dove realizzare una mostra di una settimana - Pocket Exhibit - ed essere supportati da un gruppo di specialisti della comunicazione - dei media tradizionali e del web - senza spendere nemmeno un euro? Si, c'è! Se sei un artista, un curatore o un ufficio stampa d'arte chiedici dove, come e quando. mail: milanoartexpo@gmail.com
car2go Milano car sharing
Car2go a Milano. Comincia una vera rivoluzione nel car sharing. Car2go permette di prelevare ovunque e di parcheggiare ovunque l’automobile a Milano...   > LEGGI
Giuseppe Verdi - bicentenario
Giuseppe Verdi, La Traviata, Teatro alla Scala Milano, da sabato 7 Dicembre 2013. Milano Arte Expo, scavando nei documenti d’epoca, vi propone uno speciale Giuseppe Verdi in diretta da cento anni fa ... > LEGGI
Sbarco in Normandia 6 giugno 1944
SBARCO IN NORMANDIA in diretta con i grandi inviati del D-Day, minuto per minuto dalla Seconda Guerra Mondiale ... > LEGGI
Emilio Tadini
Emilio Tadini FIABE – mostra a Burago di Molgora, a due passi da Milano. Rassegna I maestri del 900 ideata e organizzata da Marilena Buratti e curata da Simona Bartolena con l’expo dedicata a Emilio Tadini. ... > LEGGI
Le Canottiere Milano
Le Canottiere, Milano Alzaia Naviglio Grande: shopping vestiti e accessori per mamme e bambini – di Roanna Weiss - rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI. Bilingue: italiano / inglese). Amo questa città!...  > LEGGI
CREATIVE ANTICHE CREDENZE, mobili d'epoca
Antiche Credenze: Oggetti Unici ed Esclusivi. Impronta ai nostri spazi con uno stile personale, valutando scelte fuori dagli standard. Un mobile antico - o solo vecchio - ripristinato o personalizzato con interventi decorativi, rientra in queste scelte con una soluzione che è a portata di mano e di portafoglio! Guarda dove siamo. Tel. 0243129275 - cell. 3401773602 - >LEGGI e GUARDA.
Milano design - 100FA Vintage
Milano design - Vintage: 100Fa propone arredi industriali, mobili da mestiere, da palestra, oggetti particolari.
L’origine: Francia ed Inghilterra, rigorosamente vintage.Vendita e noleggio. mail: info@100fa.it . MAPPA - Via Molino Delle Armi 48, Milano - Tel/Fax: +390258101184 - INFO E FOTO.
Jean Clair - intervistato da Giancarlo Ricci Milano Arte Expo
 Jean Clair, MEDUSA: Giancarlo Ricci intervista Jean Clair per Milano Arte Expo. A partire dal suo libro Medusa (Abscondita Edizioni, Milano 2013) abbiamo posto alcune domande al suo autore, Jean Clair, rinomato critico e storico dell’arte, saggista, ex direttore del Museo Picasso di Parigi. >>LEGGI
Milano Arte Expo - Fondazione Marconi
Fondazione Marconi di Milano aderisce al progetto Documenti d’Arte del Novecento di Milano Arte Expo con una vasta mole di materiale storico che verrà messo on line. Altre gallerie e fondazioni stanno unendosi a questo cospicuo e progressivo piano di lavoro. Per  collaborare: milanoartexpo@gmail.com.
Il testo che segue è pubblicato nel fascicolo Studio Marconi Documenti n° 8 del 1982La nuova pittura tedesca >leggi

MILANO
FONDAZIONI
SPAZI ESPOSITIVI



Biblioteca di via Senato
Via Senato 14 | t. 0276215318
Info e programmi su www.bibliotecadiviasenato.it

Centre culturel français de Milan
Corso Magenta 63 | t. 02 4859191
Info e programmi su http://www.culturemilan.com

Hangar Bicocca - Spazio d’arte contemporanea
Via Chiese 2 (traversa di Viale Sarca) | t. 02 853531764
Info e programmi su http://www.hangarbicocca.it

Fabbrica del Vapore
Viale Procaccini 4 | t. 02 88464102
Info e programmi su http://www.fabbricadelvapore.org

Fondazione Alessandro Durini - Palazzo Durini
Via Santa Maria Valle 2 | t. 02 8053029
Info e programmi su http://www.fondazionedurini.com

Fondazione Marconi
Via Tadino 15 | t. 02 29419232
Info e programmi su
http://www.fondazionemarconi.org

Fondazione Antonio Mazzotta
Foro Buonaparte 50 | t. 02 878197
Info e programmi su
http://www.mazzotta.it

Fondazione Mudima
Via Tadino 26 | t. 02 29409633
Info e programmi su
http://www.mudima.net

Fondazione Arnaldo Pomodoro
Via Andrea Solari 35 | t. 02 89075394
Info e programmi su
fondazionearnaldopomodoro.it

Fondazione Prada
Via Fogazzaro 36 | t. 02 54670216
Info e programmi su
http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Stelline
Corso Magenta 61 | t. 02 45462411
Info e programmi su
http://www.stelline.it

Fondazione Nicola Trussardi
t. 02 8068821
Info e programmi su
fondazionenicolatrussardi.com

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1 | t. 02 581188067
Info e programmi su
http://www.formafoto.it

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59 | t. 02 48008015
Info e programmi su
http://www.creval.it

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese 95 | t. 02 89420019
Info e programmi su
http://www.museodiocesano.it

Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | t. 02 796334
Info e programmi su
http://www.museopoldipezzoli.it

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. da Vinci
Via San Vittore 21 | t. 02 485551
Info e programmi su
http://www.museoscienza.org

Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente
Viale Filippo Turati 34 | tel. 02 6551455
Info e programmi su
http://www.lapermanente-milano.it

Spazio Oberdan
t. 02 77406300/6302
Viale Vittorio Veneto 2, ang. Piazza Oberdan
Info e programmi su
www.provincia.milano.it/cultura

Triennale Bovisa
Via Lambruschini 31, ang. Via Codigoro | t. 02 724341
Info e programmi su
http://www.triennalebovisa.it

Triennale di Milano
Triennale Design Museum

Viale Alemagna 6 | t. 02 724341
Info su http://www.triennale.it 
www.triennaledesignmuseum.it

PressOffice specializzati in arte

PressOffice: Cristina Pariset T.+39 024812584 F +39 024812486 Cell.+39 3485109589 Email Pariset

CLP Relazioni pubbliche
Tel. +39 02433403 – fax +39 024813841
press@clponline.it

SPAINI & PARTNERS
via dell'Ordine di Santo Stefano 229
56128 Marina di Pisa (PI)
tel 050/310920 -36042
www.spaini.it cell 3473839137

Patrizia Cavalletti Comunicazione
Via Nazzareno Cristofani n.3
06135 Perugia, Ponte San Giovanni (PG)
Tel. + 39 075 5990443 Mob. +39 348 3386855
Skype: monteverdi333
info@patriziacavalletticomunicazione.it
www.patriziacavalletticomunicazione.it

Clicca per iscriverti a questo notiziario e ricevere news per e-mail.

Unisciti agli altri 1.629 follower

Statistiche del Blog

  • 767,663 hits
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.629 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: