Milano concerti – Šostakovič e Arutiunian: AUDITORIUM DI MILANO – Gaetano d’Espinosa dirige laVerdi

Milano concerti, Gaetano d'Espinosa

Gaetano d’Espinosa

Milano concerti AUDITORIUM DI MILANO, Šostakovič Sinfonia n. 10 in Mi minore op. 93 e Arutiunian Concerto per tromba e orchestra. LaVerdi – Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi – unica orchestra italiana ad avere inciso tutte le sinfonie di Šostakovič, sotto la direzione del Maestro Oleg Caetani – sarà guidata dal Maestro Gaetano d’Espinosa, alla sua prima all’Auditorium di Milano. Nel 2013, d’Espinosa dirigerà Macbeth e Don Carlos al Teatro alla Scala di Milano. Giovedì 27, venerdì 28, domenica 30 settembre 2012 all’insegna del folklore armeno di Arutiunian e della potenza espressiva di Šostakovič: un grande affresco del Novecento russo.

MAE Milano Arte expo ringrazia Massimo Colombo per le notizie e le immagini - Russia – o, piuttosto, Unione Sovietica – protagonista di questo terzo programma della stagione sinfonica 2012-2013 de laVerdi, giovedì 27 (ore 20.30), venerdì 28 (ore 20.00) e domenica 20 settembre 2012 (ore 16.00), all’Auditorium di Milano in largo Mahler (info e prenotazioni: 02.83389401/2/3 www.laverdi.org). E’ tempo quindi di dare forma e contenuti a quella grande stagione – subito dopo il secondo conflitto mondiale – che vide l’ex impero sovietico esprimersi a livelli assoluti sulla scena del panorama musicale mondiale.

Lo dimostrano i brani in cartellone, a cominciare dal Concerto per tromba e orchestra dell’armeno (quindi non russo) Arutiunian, affidato ad Alessandro Caruana, Prima tromba dell’Orchestra Verdi, e alla successiva Sinfonia n. 10 di Šostakovič, russo di San Pietroburgo. E proprio questa Decima, certamente non tra le più eseguite dell’autore, afferma e dimostra una impareggiabile intensità espressiva, in grado di toccare e amplificare tutte le componenti strumentali di una grande orchestra, che ha così l’audace possibilità di esprimersi nella massima compiutezza e completezza.

Alessandro Caruana, Prima tromba dell’Orchestra Verdi

Alessandro Caruana, Prima tromba dell’Orchestra Verdi

LaVerdi – unica orchestra italiana ad avere inciso tutte le sinfonie di Šostakovič, sotto la direzione del Maestro Oleg Caetani – sarà guidata dal Maestro Gaetano d’Espinosa, alla sua “prima” all’Auditorium di Milano, che aveva tuttavia debuttato con l’ensamble di largo Mahler in un concerto sinfonico al Festival dei Due Mondi di Spoleto, nell’estate 2011.

Nel 2013, d’Espinosa dirigerà Macbeth e Don Carlos alla Scala di Milano.

 

Programma

Le caratteristiche melodiche e ritmiche della musica folk armena, terra originaria di Alexander Arutiunian, scomparso nella sua Yerevan lo scorso 28 marzo all’età di 91 anni, hanno avuto un forte quanto intenso e peculiare influsso in questo Concerto per tromba e orchestra, scritto nel 1950. Il compositore infatti esprime contorni e contenuti della sua nazionalità armena, sentita, vissuta e trasmessa in modo profondo ed emotivamente carico, incorporando nella propria opera il gusto delle improvvisazioni di ashughner, ovvero il menestrello popolare. Al tempo in cui il Concerto fu scritto, lo stile dell’autore si avvicinava a quello di Khachaturian, altro compositore sovietico di origine armena, classe 1903, quindi 17 anni più giovane di Arutiunian. Tuttavia, nei successivi anni Sessanta, Arutiunian si spostò verso forme progressivamente più classiche e tonalità più chiare. Il Concerto per tromba e orchestra è la sua sesta composizione principale, scritto appunto nel 1950.

L’autore, per la verità, intendeva scriverlo nel 1943, in pieno secondo conflitto mondiale, per uno studente di Tabakov, Zsolak Vartasarian, la tromba principale nelle file dell’Armenian Philharmonic Orchestra. Ma Vartasarian morì proprio in guerra e così il concerto venne completato soltanto sette anni più tardi, con la prima esecuzione affidata a Aykaz Messlayan, mentre la prima registrazione dello stesso venne realizzata da Timofei Dokshitser. E proprio a quest’ultimo, trombettista sovietico di chiara fama, spettò l’onore di introdurre quest’opera, universalmente conosciuta e apprezzata, negli Stati Uniti d’America.

 

concerti a Milano, Šostakovič e Arutiunian, AUDITORIUM DI MILANOLa Sinfonia n. 10 in Mi minore op. 93 di Dmitrij Šostakovič fu cominciata a Mosca nel luglio 1953 e completata a Komarovo il 25 ottobre seguente. Circa otto anni separano questa sinfonia dalla precedente, e tale stacco cronologico si riflette anche nel mutato clima sonoro dell’opera. A differenza della Nona, infatti, la Decima presenta un linguaggio tormentato, ricco di chiaroscuri, allusioni e amara ironia. Il primo tempo, il più ampio ed elaborato, è un Moderato dallo svolgimento sinfonico serrato e drammatico. Il tema iniziale, cupamente ondeggiante, enunciato dai contrabbassi, costituisce una specie di idea fissa contenente in embrione lo sviluppo di tutta la sinfonia. Altri temi dell’opera, di vaste proporzioni, appaiono infatti derivati da questo primo tema, che spesso riappare comunque, nel corso della sinfonia, nella forma originaria. Principio fondamentale dell’intero lavoro è il contrasto, cui concorrono, contrapponendosi di continuo,  gli strumenti singoli e le varie famiglie strumentali. La sonorità raggiunge talvolta gradi parossistici. Il culmine della violenza è attinto nel secondo movimento, Allegro, brevissimo e demoniaco, reso incalzante da un ritmo frenetico dal principio alla fine, con effetti strumentali laceranti. Sia questo che il seguente allegretto sono in forma di rondò e entrambi sono basati su una sequenza di note che ha il valore di una sigla personale dell’autore, tanto da essere ribadita nel movimento finale della sinfonia, che ha carattere affermativo e brillante.

La Decima Sinfonia venne eseguita la prima volta il 17 dicembre 1953 dall’orchestra Filarmonica di Leningrado diretta da Evgenij Mravinskij.

 

Biografie  

Milano Concerti, Gaetano d’Espinosa dirige LaVerdi

Gaetano d’Espinosa

Gaetano d´Espinosa, classe 1978, è considerato uno dei direttori d´orchestra più promettenti della  nuova generazione. Nato e cresciuto a Palermo, ha studiato violino con Mihal Spinei e composizione con Turi Belfiore. In seguito si è perfezionato con Salvatore Accardo all´accademia “Walter Stauffer” di Cremona. Dal 2001 al 2008 e´stato Konzertmeister della Staatskapelle di Dresda, con cui ha anche eseguito, in veste di solista, il suo Concerto per violino e orchestra d´archi sotto la direzione di Christian Arming. A questo periodo risalgono anche il suo debutto come direttore d´orchestra alla Konzerthaus di Berlino e l´incontro determinante con Fabio Luisi, che lo invita come suo assistente a Vienna e più tardi al Pacific Music Festival di Sapporo, in Giappone.

Nel maggio 2010 debutta con grande successo alla SemperOper di Dresda con La Traviata; dirige inoltre la Philharmonia di Praga, la Filarmonica di Poznan, le Orchestre da camera di Dresda e Berlino, la Brandenburgisches Staatsorchester, la Thüringen-Philharmonie e la Kremerata Baltica. È questo l’inizio di una folgorante carriera che lo porta, in meno di due anni, a essere invitato a dirigere: Kremerata Baltica, Opera de Lyon, Graz Oper, Prague Philharmonia, Poznan Philharmonic, Dresden Chamber Orchestra, Orchestra di Santa Cecilia, Roma, Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi Verdi di Milano, Orchestra del San Carlo di Napoli, Orchestra del Massimo di Palermo, Orchestra della Fenice di Venezia, Kammerorchest Berlin, NHK Symphony Orchestra Tokyo, Gunma Symphony Orchestra, Osaka Japan Century Orchestra, Tokyo Metropolitan Symphony Orchestra, Maggio Musicale Fiorentino, Opera de Limoges, Orchestre Philharmonique de Strasbourg.

D’Espinosa – al debutto con laVerdi a Milano – ha diretto l’ensemble di largo Mahler al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 2011.

Nella stagione 2011-12 debutta con due nuove produzioni all’Opera di Graz, dirigendo Otello e Maria Stuarda e dirige concerti a Praga, Trieste, Venezia, Genova, Poznan e Varsavia e una nuova produzione del Trittico a Lione.

Nel 2013 dirigerà Macbeth e Don Carlo al Teatro alla Scala di Milano.

Alessandro Caruana si diploma in tromba nel 1996 al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino dove, nel 2008, consegue il biennio superiore di secondo livello con la votazione di 110 e lode. Dal 1998 inizia a partecipare ad audizioni e concorsi che lo portano a collaborare con orchestre ed enti lirici, tra i quali: Orchestra Sinfonica di Savona, Filarmonica di Torino,  Filarmonica Italiana, Orchestra Guido Cantelli di Milano, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Arturo Toscanini di Parma, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Nazionale della RAI, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Teatro alla Scala di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Carlo Felice di Genova, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra della Svizzera Italiana.

Dal giugno 2005 è Prima tromba all’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

È docente di tromba agli Istituti civici A. Gandino di Bra (CN) e Baravalle di Fossano (CN), presso i quali frequenta un corso di perfezionamento con Roberto Rossi, prima tromba dell’Orchestra Nazionale della RAI, suo insegnante da diversi anni. Nel 2010 vince il Concorso per tromba di fila dell’Orchestra Arturo Toscanini di Parma. Nell’ottobre 2011 ha eseguito come solista con l’Orchestra Verdi, nel corso della stagione sinfonica 2011-2012, il Concerto per pianoforte, tromba e archi n. 1 di Šostakovič, diretto da Evgeny Bushkov.

Auditorium di Milano,  LA VERDI, Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo

Milano – largo Gustav Mahler

tel. 02.83389.401/2/3 (orario biglietteria: a martedì a domenica 14.30 – 19.00)

Date concerti

Giovedì 27 settembre 2012, ore 20.30

Venerdì 28 settembre 2012, ore 20.00

Domenica 30 settembre 2012, ore 16.00

Biglietti

Euro 31.00/23.50/18.00/13.00

LA VERDI, Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi                          

Milano – Palazzo Clerici, via Clerici 3

Ufficio Stampa

Massimo Colombo

Tel.  +39 02.83389.329  +39.393.5285464

massimo.colombo@laverdi.org

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia Massimo Colombo, Ufficio Stampa de LaVerdi, per le notizie e le immagini relative alla ai concerti a Milano – Auditorium.

Milano Concerti, LaVerdi orchestra

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *