Piccolo Teatro Studio Expo Milano: l’Hadra delle donne di Chefchaouen – Ensemble Akhawat el-Fane el-Assil al Festival MITO

Piccolo Teatro Studio Expo Milano, l’Hadra delle donne di Chefchaouen, Festival Mito

Hadra delle donne di Chefchaouen, Festival Mito

Piccolo Teatro Studio Expo, Milano (MAPPA) Festival MITO: l’Hadra delle donne di Chefchaouen – antica tradizione marocchina – trasforma il teatro in un luogo mistico. L’Hadra viene intonato dall’Ensemble Akhawat el-Fane el-Assil diretto da Sayda Rahoum Bekkali al Piccolo Teatro Studio giovedì 13 settembre alle ore 21. Biglietto: posto unico numerato € 20. – Hadra è un termine arabo che letteralmente significa “presenza” e indica un rituale collettivo eseguito normalmente dopo la preghiera oppure in occasione di altre celebrazioni sacre. Il rituale si lega imprescindibilmente alla musica, o meglio all’invocazione sacra: la parte testuale, denominata hizeb, è recitata da un coro di donne che intona formule e litanie ripetute più volte sul ritmo di un tamburo che parte al ritmo dei battiti del cuore fino a condurre le partecipanti in uno stato di trascendenza. >>

Risalente al XVI secolo, la Hadra di Chefchaouen è appannaggio della prestigiosa dinastia sufi dei Bekkaliya. Depositaria di questa antica eredità, trasmessa di generazione in generazione, è Rahoum Bekkali, che dirigerà l’Ensemble ospite del Festival. Con una musica di bellezza fiabesca e svincolata dai luoghi prettamente sacri, l’ensemble ha partecipato a diversi festival in Marocco (Festival di musica sacra di Fès, Notti del Mediterraneo a Tangeri, Festival Mawazine di Rabat) e all’estero, ad esempio all’Istituto del Mondo Arabo di Parigi.

La Hadra delle donne di Chefchaouen affascina tanto per i suoi testi poetici e le sue melodie quanto per la bellezza della sua forma plastica e coreografica; le donne, abbigliate con costumi tradizionali, siedono in cerchio e danno vita ad un rito unico quanto universale, che sperimenta la ricerca dell’ascesi spirituale attraverso i ritmi del tamburo e l’utilizzo del canto.

Sotto la direzione spirituale del maestro Sidi Ali Hadj Bekkali, di suo figlio Sidi Mohamed El Hadj, poi di Sidi Ali Berreyssoul e Sidi Yahia Al-Hind, questa confraternita ci ha consegnato un’importante eredità di parabole e poemi religiosi, di invocazioni e canti popolari.

Una delle personalità preminenti di questa stirpe di maestri spirituali è la santa Cherifa Lalla Hiba Bekkaliya, appartenente alla zawiya (luogo di riunione di una confraternita) Bekkaliya del villaggio di Douar Haraïk, situato nel territorio della tribù di Ghzaoua. È considerata la capostipite della Hadra delle donne di Chefchaouen, la cui pratica si è conservata senza interruzioni fino ai giorni nostri.

Rahoum Bekkali, figlia di uno sceicco, è diplomata in musica araboandalusa (canto e oud), il che la porta a curare particolarmente l’aspetto estetico di questa arte spirituale. In questa prospettiva, trasmette regolarmente il suo insegnamento a un gruppo di giovani donne della regione di Chefchaouen, che ha chiamato Akhawat el-Fane el-Assil, le “sorelle dell’arte tradizionale”. Tutte nubili, tra i 15 e i 22 anni (a eccezione di Rahoum), le ragazze si riuniscono tre volte la settimana per esercitarsi in questa Hadra esclusivamente femminile. L’ensemble Akhawat el-Fane el-Assil si dedica a preservare questo antico retaggio del sufismo e delle tradizioni popolari, aggiungendovi creatività e originalità. Le parole dei canti sono poemi in lingua araba che provengono sia dalla tradizione famigliare dei Bekkali, sia dal repertorio sufi dei canti del Sama’a, composti da maestri della tradizione araboandalusa come Ali al-Halabi, Abu Mohammed al-Harraq o al-Shushatri.

Festival Mito, Piccolo Teatro Studio Expo Milano, l’Hadra delle donne di Chefchaouen

Festival MITO Settembre Musica

Giovedì 13 settembre 2012, ore 21 – Piccolo Teatro Studio Expo (via Rivoli, 6)  – Milano

Hadra è presenza e ascesi: ritmi e voci del mondo marocchino

Ensemble Akhawat el-Fane el-Assil

Sayda Rahoum Bekkali, direttore

posto unico numerato € 20

In collaborazione con

Interarts Lausanne

Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

PER INFORMAZIONI E VENDITA BIGLIETTI:

Biglietteria Festival MITO

Via Dogana, 2 – 20123 Milano

telefono  02.88464725/748

c.mitoinformazioni@comune.milano.it

www.mitosettembremusica.it

Acquisto biglietti on-line sul sito del Festival www.mitosettembremusica.it e sul circuito Vivaticket www.vivaticket.it.

Se ancora disponibili i biglietti saranno posti in vendita 45 minuti prima dell’inizio dei concerti presso la biglietteria della relativa sede.

Ufficio Stampa Festival MITO SettembreMusica:

Responsabile  comunicazione Milano del Festival MITO:

Carmen Ohlmes

02.88464722 / 339.4118058

Emma De Luca (Ufficio stampa)

02.88454175/329.4231338

Coordinamento

Ufficio Stampa nazionale

Mara Vitali Comunicazione

Monica Ripamonti   02.70108230 / 348.0608294

stampa@mitosettembremusica.it

MAE Milano Arte Expo -milanoartexpo@gmail.com- ringrazia l’Ufficio Stampa di Festival MITO Settembre Musica per il comunicato stampa.

Piccolo Teatro Studio Expo Milano Arte spettacoli

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *