//
reading...
Antonello Negri, arte contemporanea, Bruno Mondadori, Expo Milano, gallerie arte contemporanea, L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni, Luca Pietro Nicoletti, Milano arte, storia dell'arte

Antonello Negri: L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni – Recensione di Luca Pietro Nicoletti

Antonello Negri, L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni, Milano, Bruno Mondadori, 2011. Recensione per Milano Arte Expo di Luca Pietro Nicoletti La storia delle mostre consente di tracciare una “storia moderna dell’arte” secondo una nuova ottica relazionale, fatta di intrecci e connessioni fra arte e società. Come aveva mostrato Francis Haskell, a cui si devono gli studi fondativi di questo metodo di approccio alla storia dell’arte, le opere d’arte vivono una storia esterna diversa da quella dei loro creatori: vale in modo particolare per gli “antichi maestri”, ma vale anche, secondo dinamiche proprie, per l’arte contemporanea. La storia delle esposizioni d’arte, infatti, permette di scrivere una storia dell’arte, anzi una vera e propria storia sociale dell’arte fondata su un’analisi dei meccanismi, delle modalità e delle tipologie di circuiti espositivi, senza però scordare di interrogarsi sulla ricezione da parte del pubblico e senza trascurare la dialettica costante tra forme “alte” dell’espressione artistica e forme “basse” di produzione di immagini di ampia circolazione.

È questo, forse, uno dei punti che stanno più a cuore ad Antonello Negri, e che fa da motivo conduttore del suo L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni, pubblicato nella collana “Sintesi” di Bruno Mondadori.

Negri ha una particolare predisposizione per le opere di sintesi: un punto di riferimento, in tal senso, il volume su Il Realismo (Laterza, 1989 e 1994), che compie una rassegna analitica di tutte le declinazioni di poetica che questo ha avuto da Courbet agli anni Ottanta del Novecento, con una linearità e limpidezza di scrittura di rara accessibilità, mai banale, che si ritrova in tutti i suoi libri.

Si ha la sensazione, leggendo le prime pagine, che questo libro sia ben più di una compilazione ricapitolativa sulla storia delle mostre. Il volume, infatti, è disseminato di note e osservazioni che, oltre ad illuminare lo specifico argomento del libro, mettono in nuova luce fenomeni e dinamiche della produzione artistica degli ultimi due secoli (per esempio il fatto che fra i gladiatori pompier e quelli di Kubrick e Ridley Scott «c’è un filo ininterrotto, dal punto di vista del gradimento del pubblico; del resto, tutti i quadri di Gérôme, si può dire, sono stati prima o poi trasformati in una qualche scena cinematografica, o potrebbero esserlo»). La storia delle esposizioni d’arte, infatti, è storia delle opere non fini a se stesse, ma calate in un contesto sociale fatto di artisti che cercano una via di visibilità e di un pubblico che ne fruisce, con una ricezione più o meno problematica. Proprio su questo punto, infatti, si noterà che è nell’Ottocento che si annidano le radici della modernità e dell’attuale sistema delle arti. Si può benissimo scorgere la dinamica di un fenomeno di lungo periodo, ad esempio, quando si legge che «le esposizioni accademiche ottocentesche […] sono lo specchio di un rovesciamento di “valore” delle opere d’arte che è, naturalmente, un riflesso della storia. Il quadro è sempre meno un veicolo di idee dipinto a regola d’arte, come Diderot pensava dovesse essere, e, dopo di lui, anche tanti maestri accademici dell’Ottocento, ma entro un contesto ormai totalmente cambiato rispetto all’età dei Lumi; e sempre di più un ornamento domestico per un pubblico variegato, che nell’opera d’arte cerca il buon gusto o il virtuosismo esecutivo, i riflessi del genio o delle eccitanti sperimentazioni formali ma anche scene in cui banalmente riconoscersi, o al contrario scene raccapriccianti, erotiche, avventurose, patetiche».

Questa prospettiva, oltretutto, consente di sottolineare le dinamiche di lungo periodo della storia dell’arte e di capire come le istanze della modernità siano inscindibilmente legate alle loro premesse tardo settecentesche: la contemporaneità, è bene ribadirlo, è quindi una questione che per forza di cose deve abbracciare gli ultimi due secoli, e non può restringersi ad un lasso di tempo più limitato, se non a patto di una visione riduttiva e superficiale.

Sottotraccia, però, questo libro è anche una riflessione sull’arte nella stampa periodica (e sulla “moltiplicazione” dell’arte) e sull’illustrazione satirica come testimonianza sociale della ricezione delle arti contemporanee. Questi, del resto, sono da anni i temi guida della sua cattedra di storia dell’arte contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano. In un certo senso, in questo libro Negri riannoda i vari filoni di una vita di studi, da quelli sull’arte fra le due guerre (con particolare attenzione per l’area tedesca) e sull’arte di impegno sociale a quelli sui nessi con la produzione industriale, fino, appunto, alla produzione visiva per l’editoria di larga diffusione. E varrà la pena di ricordare anche che si deve a lui la prima traduzione italiana di un libro importante come La fine dei Salons dell’americana Patricia Mainardi (Nike, 1998). Non è un caso nemmeno che in copertina del volume sia stata pubblicata una vignetta di Grandville, a cui Negri nel tempo ha dedicato studi significativi.

Questa abbondanza di testimonianze “basse” da quotidiani e periodici, segnano un tratto caratteristico di questo libro e ne fa qualcosa di diverso dal “museo effimero” di Haskell.

Sotto un “diluvio di giornali”, come recitava un volume sull’illustrazione satirica curato dallo stesso Negri (insieme a Marta Sironi, Skira, 2007), la storia dell’arte non poteva più essere la stessa di prima.

-

Antonello Negri, L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni, Milano, Bruno Mondadori, 2011.

http://www.brunomondadori.com/scheda_opera.php?ID=4208

-

Luca Pietro Nicoletti
Storico dell’arte, nato il 4 febbraio 1984, ha studiato con Giovanni Agosti, Paolo Rusconi, Silvia Bignami e Antonello Negri presso l’Università degli Studi di Milano. Sta svolgendo un dottorato di ricerca sugli scambi tra Italia e Francia fra anni Cinquanta e anni Sessanta. Luca Pietro Nicoletti collabora con l’Archivio dell’Arte Metafisica di Milano e con la cattedra di Storia dell’arte contemporanea dell’Università degli Studi di Milano. Nel 2006-2007 ha contribuito alla stesura del catalogo Altri quaranta dipinti antichi della collezione Alberto Saibene a cura di Giovanni Agosti. Ha scritto di pittura del Tre e del Cinquecento nell’Italia centrale e di pittura, scultura e grafica del secondo Novecento nell’Italia Settentrionale, con un particolare interesse per la produzione artistica della cosiddetta “generazione di mezzo”. Da diversi anni si occupa dell’opera dell’editore, scrittore e critico d’arte Gualtieri di San Lazzaro, al quale sta dedicando uno studio monografico, e di cui sta curando la riedizione del romanzo Parigi era viva (Mauro Pagliai Editore, Firenze 2011 - vedi sotto). Collabora con alcune gallerie private italiane (Associazione Culturale Renzo Cortina, Milano; Spazio Tadini, Milano; Galleria Scoglio di Quarto, Milano; Bludiprussia, Albisola Marina; Officina dell’arte, Rho; Arianna Sartori, Mantova) e a Parigi (Orenda Art International) e con altre istituzioni culturali (Fondazione Sandrò Passarè, Milano). Fra le mostre più significative: Dino Villani. L’opera xilografica (Milano, Fondazione Corrente, febbraio 2010); Giancarlo Cerri. Dalla figurazione all’astrazione (San Donato Milanese, Cascina Roma, 2010); Bruno Polver (Busto Arsizio, Fondazione Bandera, 2011). Suoi articoli sono comparsi su «Arte incontro in Libreria».  Leggi alcuni brani del libro: Gualtieri di San Lazzaro: Parigi era viva. La capitale nell’arte del Ventesimo secolo – Mauro Pagliai editore, a cura di Luca Pietro Nicoletti -  (Blog di Luca Pietro Nicoletti: http://natisottosaturno.blogspot.com/)

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com

Discussione

Un pensiero su “Antonello Negri: L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni – Recensione di Luca Pietro Nicoletti

  1. I like it!

    Pubblicato da gabriele | dicembre 12, 2011, 10:54 pm
Frida Kahlo mostra Roma
Expo Milano - arancio  Frida Kahlo ROMA Scuderie del Quirinale, mostra aperta fino al 31 agosto 2014 - recensione di Alessandra Pinchera per Milano Arte Expo  > LEGGI
invia una mail a Milano Arte Expo
Piero Manzoni
Expo Milano - arancio  MOSTRA PIERO MANZONI PALAZZO REALE MILANO
Piero Manzoni 1933-1963
a cura di Flaminio Gualdoni e Rosalia Pasqualino di Marineo. 26 marzo – 2 giugno 2014. Orari: lunedì 14.30-19.30 da martedì a domenica 9.30-19.30 giovedì e sabato 9.30-22.30 Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura. >LEGGI
Mostre Roma
Expo Milano - arancio  Mostre a Roma - Musée d’Orsay. Capolavori. Dal 22 febbraio all’8 giugno 2014 al Complesso del Vittoriano opere tra il 1848 e il 1914 di grandi maestri francesi: Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat e altri.  Selezione di settanta opere che partono dalla pittura accademica dei Salon fino alla rivoluzione impressionista e alle soluzioni formali Nabis e dei Simbolisti..
mostre Milano
Expo Milano - arancio  Mostre Milano: Fondazione Marconi - Gianfranco Pardi, inaugurazione giovedì 27 febbraio 2014 dalle ore 18.00. Poeticamente abita l’uomo è il titolo dell’expo che la più influente galleria d’arte di Milano, Fondazione Marconi, dedica a Giangranco Pardi, tra i migliori artisti milanesi delle ultime generazioni.
 LEGGI
>
UPCYCLE Cafè Milano
UPCYCLE Cafè: urban bike cafè, Via Ampère 59, Milano. Ristorante, bar, ma anche centro di aggregazione per gli appassionati della bicicletta e del cibo biologico, dalle birre al liquore artigianale.   > LEGGI
WOW Museo del Fumetto
Expo Milano - arancio  WOW Spazio Fumetto: museo del fumetto, dell'illustrazione e dell'immagine animata. Milano, viale Campania 12 tel. 02 49524744 – 02 49524745. L'accesso è gratuito alle numerose esposizioni al Piano Terra, alla Biblioteca, al Bookshop e alla Caffetteria. ... > VAI AL SITO >
La Rava e La Fava ristorante - leggi la recensione
Expo Milano - arancio  La Rava e la Fava Trattoria ristorante, Via Principe Eugenio 28 Milano - I ristoranti sparsi per la città di Milano hanno tutti qualcosa da offrire, ma quando trovi quel posticino dove sei il benvenuto come se fosse la cucina di casa dello chef...  LEGGI >
cervello istruzioni per l’uso
Expo Milano - arancio  BRAIN Il cervello istruzioni per l’uso – Al Museo di storia naturale di Milano: spettacolare divulgazione scientifica, dal 18 ottobre 2013 al 13 aprile 2014 dei meccanismi che regolano percezioni, emozioni, opinioni e sentimenti con il top della  tecnologia e della multimedialità  >LEGGI
Mostre Milano Pocket Exhibit
Expo Milano - arancio  A Milano, città di Expo, c'è un luogo di grande afflusso di pubblico dove realizzare una mostra di una settimana - Pocket Exhibit - ed essere supportati da un gruppo di specialisti della comunicazione - dei media tradizionali e del web - senza spendere nemmeno un euro? Si, c'è! Se sei un artista, un curatore o un ufficio stampa d'arte chiedici dove, come e quando. mail: milanoartexpo@gmail.com
car2go Milano car sharing
Car2go a Milano. Comincia una vera rivoluzione nel car sharing. Car2go permette di prelevare ovunque e di parcheggiare ovunque l’automobile a Milano...   > LEGGI
Giuseppe Verdi - bicentenario
Giuseppe Verdi, La Traviata, Teatro alla Scala Milano, da sabato 7 Dicembre 2013. Milano Arte Expo, scavando nei documenti d’epoca, vi propone uno speciale Giuseppe Verdi in diretta da cento anni fa ... > LEGGI
Sbarco in Normandia 6 giugno 1944
SBARCO IN NORMANDIA in diretta con i grandi inviati del D-Day, minuto per minuto dalla Seconda Guerra Mondiale ... > LEGGI
Emilio Tadini
Emilio Tadini FIABE – mostra a Burago di Molgora, a due passi da Milano. Rassegna I maestri del 900 ideata e organizzata da Marilena Buratti e curata da Simona Bartolena con l’expo dedicata a Emilio Tadini. ... > LEGGI
Scuole Milano
Scuole di Milano, la Scuola Rinnovata Pizzigoni – di Roanna Weiss Sono cresciuta negli Stati Uniti andando alla classica scuola elementare statale.... Tutte le scuole americane sembrano molto simili. Non hanno l’atmosfera della Scuola Rinnovata Pizzigoni  ...   > LEGGI
Le Canottiere Milano
Le Canottiere, Milano Alzaia Naviglio Grande: shopping vestiti e accessori per mamme e bambini – di Roanna Weiss - rubrica MILANO IN QUATTRO PASSI. Bilingue: italiano / inglese). Amo questa città!...  > LEGGI
L'Ultima Cena Leonardo da Vinci - Milano
Leonardo, L’ultima Cena – MILANO. Offerte gratuitamente al pubblico da ENI  aperture speciali del Cenacolo Vinciano al Refettorio di Santa Maria delle Grazie a partire da venerdì 19 luglio 2013. Le successive: il 13 settembre 2013, il 15 novembre, alle quali seguiranno il 6 e il 20 dicembre.   > LEGGI
CREATIVE ANTICHE CREDENZE, mobili d'epoca
Antiche Credenze: Oggetti Unici ed Esclusivi. Impronta ai nostri spazi con uno stile personale, valutando scelte fuori dagli standard. Un mobile antico - o solo vecchio - ripristinato o personalizzato con interventi decorativi, rientra in queste scelte con una soluzione che è a portata di mano e di portafoglio! Guarda dove siamo. Tel. 0243129275 - cell. 3401773602 - >LEGGI e GUARDA.
Milano design - 100FA Vintage
Milano design - Vintage: 100Fa propone arredi industriali, mobili da mestiere, da palestra, oggetti particolari.
L’origine: Francia ed Inghilterra, rigorosamente vintage.Vendita e noleggio. mail: info@100fa.it . MAPPA - Via Molino Delle Armi 48, Milano - Tel/Fax: +390258101184 - INFO E FOTO.
Jean Clair - intervistato da Giancarlo Ricci Milano Arte Expo
 Jean Clair, MEDUSA: Giancarlo Ricci intervista Jean Clair per Milano Arte Expo. A partire dal suo libro Medusa (Abscondita Edizioni, Milano 2013) abbiamo posto alcune domande al suo autore, Jean Clair, rinomato critico e storico dell’arte, saggista, ex direttore del Museo Picasso di Parigi. >>LEGGI
Milano Arte Expo - Fondazione Marconi
Fondazione Marconi di Milano aderisce al progetto Documenti d’Arte del Novecento di Milano Arte Expo con una vasta mole di materiale storico che verrà messo on line. Altre gallerie e fondazioni stanno unendosi a questo cospicuo e progressivo piano di lavoro. Per  collaborare: milanoartexpo@gmail.com.
Il testo che segue è pubblicato nel fascicolo Studio Marconi Documenti n° 8 del 1982La nuova pittura tedesca >leggi

MILANO
FONDAZIONI
SPAZI ESPOSITIVI



Biblioteca di via Senato
Via Senato 14 | t. 0276215318
Info e programmi su www.bibliotecadiviasenato.it

Centre culturel français de Milan
Corso Magenta 63 | t. 02 4859191
Info e programmi su http://www.culturemilan.com

Hangar Bicocca - Spazio d’arte contemporanea
Via Chiese 2 (traversa di Viale Sarca) | t. 02 853531764
Info e programmi su http://www.hangarbicocca.it

Fabbrica del Vapore
Viale Procaccini 4 | t. 02 88464102
Info e programmi su http://www.fabbricadelvapore.org

Fondazione Alessandro Durini - Palazzo Durini
Via Santa Maria Valle 2 | t. 02 8053029
Info e programmi su http://www.fondazionedurini.com

Fondazione Marconi
Via Tadino 15 | t. 02 29419232
Info e programmi su
http://www.fondazionemarconi.org

Fondazione Antonio Mazzotta
Foro Buonaparte 50 | t. 02 878197
Info e programmi su
http://www.mazzotta.it

Fondazione Mudima
Via Tadino 26 | t. 02 29409633
Info e programmi su
http://www.mudima.net

Fondazione Arnaldo Pomodoro
Via Andrea Solari 35 | t. 02 89075394
Info e programmi su
fondazionearnaldopomodoro.it

Fondazione Prada
Via Fogazzaro 36 | t. 02 54670216
Info e programmi su
http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Stelline
Corso Magenta 61 | t. 02 45462411
Info e programmi su
http://www.stelline.it

Fondazione Nicola Trussardi
t. 02 8068821
Info e programmi su
fondazionenicolatrussardi.com

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1 | t. 02 581188067
Info e programmi su
http://www.formafoto.it

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59 | t. 02 48008015
Info e programmi su
http://www.creval.it

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese 95 | t. 02 89420019
Info e programmi su
http://www.museodiocesano.it

Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | t. 02 796334
Info e programmi su
http://www.museopoldipezzoli.it

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. da Vinci
Via San Vittore 21 | t. 02 485551
Info e programmi su
http://www.museoscienza.org

Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente
Viale Filippo Turati 34 | tel. 02 6551455
Info e programmi su
http://www.lapermanente-milano.it

Spazio Oberdan
t. 02 77406300/6302
Viale Vittorio Veneto 2, ang. Piazza Oberdan
Info e programmi su
www.provincia.milano.it/cultura

Triennale Bovisa
Via Lambruschini 31, ang. Via Codigoro | t. 02 724341
Info e programmi su
http://www.triennalebovisa.it

Triennale di Milano
Triennale Design Museum

Viale Alemagna 6 | t. 02 724341
Info su http://www.triennale.it 
www.triennaledesignmuseum.it

PressOffice specializzati in arte

PressOffice: Cristina Pariset T.+39 024812584 F +39 024812486 Cell.+39 3485109589 Email Pariset

CLP Relazioni pubbliche
Tel. +39 02433403 – fax +39 024813841
press@clponline.it

SPAINI & PARTNERS
via dell'Ordine di Santo Stefano 229
56128 Marina di Pisa (PI)
tel 050/310920 -36042
www.spaini.it cell 3473839137

Patrizia Cavalletti Comunicazione
Via Nazzareno Cristofani n.3
06135 Perugia, Ponte San Giovanni (PG)
Tel. + 39 075 5990443 Mob. +39 348 3386855
Skype: monteverdi333
info@patriziacavalletticomunicazione.it
www.patriziacavalletticomunicazione.it

Clicca per iscriverti a questo notiziario e ricevere news per e-mail.

Unisciti agli altri 1.476 follower

Statistiche del Blog

  • 700,564 hits
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.476 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: